Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 07-07-18, 08:10 AM   #31
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 7,283
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Non mi piace (Dati):
Non mi piace (Ricevuti):
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 616 Post(s)
predefinito

Alla base conta il buon rapporto che si è saputo instaurare con il cucciolo nel periodo giusto, da questo dipenderà l'addestramento. Alcuni tipi di addestramento reprimono, altri incentivano, tutto dipende dalla collaborazione che il cane concede al padrone. L'indole centra, ma a parità la differenza la fa il famoso discernimento. Il cane deve combatte con la propria testa e non con quella del padrone. Il cane pensa ,valuta e decide, lo fa attraverso l'esperienza, l'esperienza la può acquisire vedendo combattere un suo simile o la può fare per tentativi. Se per tentativi è meglio che il cane incomincia a prendere le misure giuste da cucciolone, con cinghiali abituati a giocare con i cani. Questa è la mia opinione.

---------- Messaggio inserito alle 08:10 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 08:01 AM ----------

Quote:
Originariamente inviata da toperone Visualizza il messaggio
Di sangue italiano... perché te ne posso far vedere a decine di selezione centro/est europea che sono il prototipo dell equilibrio
Hai ragione quelli selezionati in italia sono tutti squilibrati. Se prima non si fanno ammazzare dai cinghiali non li fanno accoppiare.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace toperone Piace questo post