Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 15-07-17, 04:06 AM   #29
carlo86
Utente abituale
 
Registrato dal: Jan 2012
ubicazione: ravenna
Messaggi: 498
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Non mi piace (Dati):
Non mi piace (Ricevuti):
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 39 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da michele14 Visualizza il messaggio
Una cosa che non precisa mai nessuno in queste discussioni, che parlano di bontà delle canne, è il fatto che le canne buone possono essere apprezzate solo da chi è un ottimo tiratore. Gli altri che provano, oppure che addirittura possiedono tali canne, che siano anche dei tiratori medio-bravi, sicuramente non si renderanno neanche conto di quello che hanno per le mani. Per me le canne buone esistono, come esistono quelle che fanno pena.
Non esistono le canne miracolose però, che se spari alla selvaggina con un errore di più di 2 metri, la buttano giù lo stesso. Quindi una canna di quelle buone messe nelle mani di una "pippa" non serve proprio ad una beneamata min....

dimenticavo però che tutti qui sono dei tiratori fenomenali!! Non sono come me, quindi non sono delle pippe...
Ciao

hai perfettamente ragione, ai miei esordi non capisco come mai fiocchi rc, baschieri non mi abbiano premiato come miglior cliente.
A storni una mattina in cui letteralemente "piovevano" nel capanno ne totalizzai 11 ad arrivare all'una.
Un manico normale secondo i miei calcoli (4 cartucce a storno) all'una ne avrebbe totalizzati almeno 80 oppure avrebbe raggiunto la quota di 25 entro le 9 e mezza, un buon manico avrebbe passato i 100 ad occhi chiusi con una mano legata dietro la schiena.
Sparavo con un fucile dalla piega poco ortodossa per dire un eufemismo, un bellissimo beretta a 302 con una 62 *** poi rivelatasi una gran buona cannina.
Solo dopo aver cominciato a "prenderci" e aver consolidato la piega a me idonea (1 anno di prove, controprove, calci regolabili, colpi di lima e calcioli sperimentali improbabili) ho comiciato osservare i differenti effetti tra canna e canna sul selvatico, sensazioni che poi si sono tramutate in certezze col passare del tempo e dei test.
Difatti sebbene non siano i fucili che porto ora abitualmente a caccia ho sempre in armadietto un a300, un argus, un 48al, un super 90 e un auto 5 che mi calzano a pennello, tenuti li pronti per provare tutto il repertorio di canne che mi incuriosiscono o di cui sento dire meraviglie.
carlo86 non è in linea   Rispondi quotando