Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
La starna

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulla caccia > Caccia di selezione

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 24-08-18, 10:38 PM   #11
aldinik
Utente regolare
 
L'avatar di aldinik
 
Registrato dal: May 2016
ubicazione: Romagna
Messaggi: 160
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 39
Grazie (Ricevuti): 4
Mi piace (Dati): 70
Mi piace (Ricevuti): 27
Non mi piace (Dati): 16
Non mi piace (Ricevuti): 6
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 54 Post(s)
predefinito

Commento del Presidente dell’ATC 3 Siena Nord sul ricorso da Urca

http://www.atcsienanord.it/comunicat...i-di-capriolo/
aldinik non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 25-08-18, 12:10 AM   #12
randagio
Guru del forum
 
L'avatar di randagio
 
Registrato dal: Nov 2007
ubicazione: Pontedera, Tuscany.
Messaggi: 9,769
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 161
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 383
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 2
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 114 Post(s)
predefinito

Farsi del male da soli (non ha prezzo)
__________________
E' la Somma che fa il Totale. (Totò)
randagio non è in linea   Rispondi quotando
Grazie toperone Ha ringraziato per questo post
Mi piace antonio franco, carpen Piace questo post
Vecchio 25-08-18, 09:00 AM   #13
antonio franco
Guru del forum
 
L'avatar di antonio franco
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: scandicci FI
Messaggi: 1,476
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 11
Grazie (Ricevuti): 45
Mi piace (Dati): 108
Mi piace (Ricevuti): 180
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 8
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 547 Post(s)
predefinito

Buongiorno, sappiamo che ci sono aree vocate, non vocate, e non vocate ad alta criticità. Per ognuna ci sono delle linee guida per quanto riguarda la massima densità sostenibile.

La mia zona è non vocata ad alta criticità e dovrebbe avere una densità max di circa 3 capi/100 ettari. Ce ne sono circa 15 adesso. Il piano della regione con abbattimento femmine e piccoli è infatti mirato a questo. Interrompendo adesso, visto poi preapertura, apertura, leprai, cinghialai in forma singola... poi diventa difficile fare il tiro.
Ecco delle linee guida della regione. http://www.regione.toscana.it/docume...c-60b461e10c31

Quindi, un ricorso degno dei peggior nemici della caccia ( lipu lav lac etc) fatto da un'associazione peraltro venatoria che conta quante tessere in toscana?
Viene da dire "Tu quoque, Brute, fili mi".


Ovvio se nella propria zona ci sono pochi animali, nessuno spara alla femmine o cuccioli adesso. Apparentemente tale associazione ritiene incapaci i singoli selettori di fare la cosa giusta per la propria zona. Un atteggiamento da regime (fascista o comunista, dove noi, considerati idioti, dovevamo essere guidati).

Per quanto riguarda la modalità di interruzione..anche lì.. a partita in corso non si cambiano le regole del gioco se siamo seri. Si rimanda al gorno dopo.

Inoltre ci sarebbe da fare un bel discorso a 360° sui danni del capriolo... spero di farlo in seguito con un altro post.

E ancora un altro sulla tematica: perchè ci sono più caprioli nelle zone non vocate che in quelle vocate?
__________________
Audaces fortuna iuvat
antonio franco non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace carpen Piace questo post
Vecchio 25-08-18, 11:16 AM   #14
Gio 83
Utente abituale
 
L'avatar di Gio 83
 
Registrato dal: Jun 2015
ubicazione: Atc SI 19
Messaggi: 548
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 20
Grazie (Ricevuti): 16
Mi piace (Dati): 52
Mi piace (Ricevuti): 64
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 148 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da antonio franco Visualizza il messaggio
Inoltre ci sarebbe da fare un bel discorso a 360° sui danni del capriolo... spero di farlo in seguito con un altro post.

E ancora un altro sulla tematica: perchè ci sono più caprioli nelle zone non vocate che in quelle vocate?
Due temi che meritano approfondimento. Insieme a questo vorrei anche immaginare un mondo perfetto dove le zone demaniali e parchi siano fonte di reddito per lo stato e non solamente una voce di costo. I cinghiali dove sono io escono da un parco. Fanno svariati km ( circa una decina) mangiano depredano ...e poi rientrano.
La cosa bella é anche che i danni sono in toscana mentre il parco é lazio e umbria....quindi per ls regione i danni sono di competenza ma la soluzione é fuori giurisdizione.
Gio 83 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 25-08-18, 11:26 AM   #15
antonio franco
Guru del forum
 
L'avatar di antonio franco
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: scandicci FI
Messaggi: 1,476
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 11
Grazie (Ricevuti): 45
Mi piace (Dati): 108
Mi piace (Ricevuti): 180
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 8
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 547 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Gio 83 Visualizza il messaggio
Due temi che meritano approfondimento. Insieme a questo vorrei anche immaginare un mondo perfetto dove le zone demaniali e parchi siano fonte di reddito per lo stato e non solamente una voce di costo. I cinghiali dove sono io escono da un parco. Fanno svariati km ( circa una decina) mangiano depredano ...e poi rientrano.
La cosa bella é anche che i danni sono in toscana mentre il parco é lazio e umbria....quindi per ls regione i danni sono di competenza ma la soluzione é fuori giurisdizione.
se aspettiamo il rientro dei due amicacci bannati, con i quali ho spesso opinioni divergenti, molto esperti in materia, avremo una discussione interessante.
__________________
Audaces fortuna iuvat
antonio franco non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 25-08-18, 11:30 AM   #16
Lore-Hunt
Utente regolare
 
L'avatar di Lore-Hunt
 
Registrato dal: Sep 2016
ubicazione: Toscana
Messaggi: 111
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 8
Grazie (Ricevuti): 8
Mi piace (Dati): 24
Mi piace (Ricevuti): 38
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 65 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da antonio franco Visualizza il messaggio
...

E ancora un altro sulla tematica: perchè ci sono più caprioli nelle zone non vocate che in quelle vocate?
Perchè si parte da densità di gran lunga maggiori rispetto alle seconde, date dalla grande abbondanza e qualità di cibo. E' chiaro che fra vigne, grano e mille altre colture di collina/pianura gli animali ci "sguazzano", infatti in montagna dove non ci sono colture in atto se on patate le aree non vocate sono quantomeno rare.
Lore-Hunt non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 26-08-18, 12:53 PM   #17
pietro.pirredda
Utente abituale
 
L'avatar di pietro.pirredda
 
Registrato dal: Jan 2010
ubicazione: Arzachena (SS)
Messaggi: 833
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 11
Grazie (Ricevuti): 9
Mi piace (Dati): 65
Mi piace (Ricevuti): 43
Non mi piace (Dati): 9
Non mi piace (Ricevuti): 7
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 100 Post(s)
predefinito

Leggevo un articolo dove si diceva che la selezione riesce a fare il 50% degli abbattimenti previsti. Purtroppo è vietato altrimenti la caccia al capriolo la suggerirei insieme al cinghiale in battuta...e cosi si risolve il problema!
E' chiaramente un suggerimento di scherno ma .....di fatto l'urca sta secondo me esagerando
__________________
Vincere non è importante, è l'unica cosa che conta!!
pietro.pirredda non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 26-08-18, 06:05 PM   #18
carpen
Guru del forum
 
Registrato dal: Feb 2012
ubicazione: lecco
Messaggi: 2,076
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 87
Grazie (Ricevuti): 110
Mi piace (Dati): 574
Mi piace (Ricevuti): 683
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 5 Post(s)
Quotato: 541 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da pietro.pirredda Visualizza il messaggio
Leggevo un articolo dove si diceva che la selezione riesce a fare il 50% degli abbattimenti previsti. Purtroppo è vietato altrimenti la caccia al capriolo la suggerirei insieme al cinghiale in battuta...e cosi si risolve il problema!
E' chiaramente un suggerimento di scherno ma .....di fatto l'urca sta secondo me esagerando



Se fanno solo il 50% degli abbattimenti previsti ci sono dei problemi,
A) mancano selettori
B) l'ambiente non consente una caccia sufficientemente efficace ovvero ai selettori vengono messi ostacoli pratici e normativi
C) i censimenti sono sbagliati

Io penso un po' di B e di C, ma non conoscendo il posto potrei anche sbagliare.

carpen non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-08-18, 11:25 AM   #19
paolohunter
Moderatore caccia selezione
 
L'avatar di paolohunter
 
Registrato dal: Apr 2011
ubicazione: Romagna
Messaggi: 6,928
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 186
Mi piace (Dati): 11
Mi piace (Ricevuti): 703
Non mi piace (Dati): 4
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 7 Post(s)
Quotato: 1090 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da pietro.pirredda Visualizza il messaggio
Leggevo un articolo dove si diceva che la selezione riesce a fare il 50% degli abbattimenti previsti..............................
Dove ?

Statistica che meriterebbe almeno un approfondimento di tipo territoriale. Ci sono ENORMI differenze da distretto a distretto, da Provincia (o ex provincia) a Provincia. Detto così dice molto poco.

In Romagna (dove abbiamo regolamentazioni che puniscono in modo pesantissimo il "non completamento" del piano attribuito al cacciatore) abbiamo percentuali che non si discostano molto dal 90/95% (e non pochi distretti fanno il 100%). In Toscana, dove caccio il capriolo da alcuni anni in forma esclusiva, limitatamente al mio distretto, le percentuali sono molto più basse, probabilmente anche inferiori al 50%.

Li non c'è il concetto di punire e neppure quello di far pagare in modo pesante gli animali (e ciò che non paghi ha meno valore) ma, credo, le motivazioni siano anche diverse.

Un medio cacciatore oggi ha interessi plurimi. Alcuni sono veramente con gli scarponi (inteso come sinonimo di "andare a caccia") tutti i giorni.

Primavera ed estate il cinghiale (che sia controllo o selezione), poi arriva il capriolo (a volte con assegnazione "importante" di fascette.... ho un amico che caccia in un angolino di Toscana che ha sempre quelle 10/15 fascette ogni volta che esce da casa con una carabina), per tantissimi le forme di caccia "tradizionali" sia a migratoria che a stanziale. Dopo il picco di questa si parte con la rumba del cinghiale in squadra. Arriva l'inverno vero e si riparte con la caccia a femmine e piccoli. Non hai finito questa che hai i censimenti e, più o meno in contemporanea, ricominci il giro.

Oserei dire........... un lavoro stressante

Logico che, qualcosa, finisce per rimanere indietro (a maggior ragione se sei in quella fascia di età che, oramai è una minoranza , dovrebbe anche andare a fare un lavoro per mantenere la famiglia).

Pur non praticando le cacce tradizionali, nel mio piccolo sono quasi sempre in affanno per quanto riguarda la caccia invernale.

Concentrate nelle circa 10/11 settimane che vanno da gennaio a metà marzo ho avuto annate con 10 e più fascette fra caprioli, daini e cervi. Un animale a settimana, lavorando, è una media impossibile da tenere. Minimo 1-2 settimane devi considerarle come impraticabili per maltempo, un'altra (a forza di star fuori a correr dietro ad animali con fatiche assurde) la perdi quasi sempre per qualche piccolo malanno, 1 o 2 le perdi in disturbi vari o lavoro extra che non puoi rimandare........ ti ritrovi con la necessità di tirare 2 animali a settimana............. e questi neppure collaborano .

Facile che arrivi al 15 di marzo con il fiatone.... e qualche fascetta in tasca.


In altri periodi e animali, in genere, è solo (a volte mica tanto facile) questione di coniugare impegni lavorativi e familiari per ritagliare un congruo numero di uscite...... e il risultato arriva senza grossi problemi
paolohunter non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-08-18, 08:16 PM   #20
Gio 83
Utente abituale
 
L'avatar di Gio 83
 
Registrato dal: Jun 2015
ubicazione: Atc SI 19
Messaggi: 548
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 20
Grazie (Ricevuti): 16
Mi piace (Dati): 52
Mi piace (Ricevuti): 64
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 148 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da paolohunter Visualizza il messaggio
Dove ?

In Toscana, dove caccio il capriolo da alcuni anni in forma esclusiva, limitatamente al mio distretto, le percentuali sono molto più basse, probabilmente anche inferiori al 50%.

Li non c'è il concetto di punire e neppure quello di far pagare in modo pesante gli animali (e ciò che non paghi ha meno valore) ma, credo, le motivazioni siano anche diverse.i
Ciao Paolo, non mi torna molto il concetto di far pagare i capi visto che in molte zone i cacciatori vengono utilizzati come inservienti della provincia per provare a limitare qualche danno dove utile..mentre dove non utile soggetti a controlli tipo spia della guerra fredda.

I capi venduti dall'atc in toscana sarebbero una buona idea se i proventi fossero utilizzati per una migliore gestione faunistica (es. Minuta selvaggina ormai scomparsa)..e soprattutto con una regolamentazione chiara a tutela degli accompagnatori. Attualmente , ci dicono, che la popolazione di capriolo e cinghiale é sopra i limiti della sostenibilità e la regione utilizza i cacciatori come coadiuvatori al contenimento (quindi visto che aiuto non capisco perché dovrei pagare e non esssere pagato).
Se fosse poddibile x la regione trarne un profitto ben venga , ma se necessario un accompagnatore (come ci stanno chiedendo) torniamo al fatto che sto aiutando un' attività produttiva e snche qui perché non dovrei essere pagato fel mio tempo di professionista cacciatore e conoscitore delle zone ?
Questione secondaria...ma abbastanza importante...la spoglia dive dovrebbe essere stoccata e preparata ? A casa mia ? In un macello ? Tutte domande cge non hanno risposta e che dal mio punto di vista dovrebbero averlo onde non incorrere in potenziali problematiche con gli organi di controllo.

Gli esempi sopra sono solo alcuni di come la caccia agli ungulati in toscana potrebbe portare marginalità ma solo a fronte di un lavoro di armonizzazione e chiarimento effettuato dagli organi preposti.
Gio 83 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace antonio franco, costa Piace questo post
Rispondi

Tag
capriolo, femmine, piccoli, prelievo, sospensione

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 07:39 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.