Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulle Armi e Caricamenti > Armi & Polveri

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 10-10-19, 12:14 AM   #101
enrico.83
Guru del forum
 
L'avatar di enrico.83
 
Registrato dal: Dec 2014
ubicazione: Bologna
Messaggi: 1,298
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 174
Grazie (Ricevuti): 79
Mi piace (Dati): 1301
Mi piace (Ricevuti): 382
Non mi piace (Dati): 25
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 432 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da fabryboc Visualizza il messaggio

Da come la vedo io, sempre a mio personale e confutabile avviso, è che proprio in nome del mercato globale, il "compromesso per standardizzare il più possibile le prestazioni a prescindere dalle cartucce che si sparano"....si traduca in un complessivo calo delle prestazioni generali
Liedholm a richiesta di giudizio su un giocatore che non reputava all'altezza rispondeva elegantemente "sa fare benino un po' tutto" ...

enrico.83 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace fabryboc Piace questo post
Vecchio 10-10-19, 06:45 AM   #102
giuseppe770
Guru del forum
 
L'avatar di giuseppe770
 
Registrato dal: Oct 2009
ubicazione: Magna Grecia
Messaggi: 1,489
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 16
Mi piace (Dati): 29
Mi piace (Ricevuti): 92
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 5
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 75 Post(s)
predefinito

No
Hanno cambiato modo di fare le canne solo ed esclusivamente per una ragione di costi, legati sia a un diverso costo della manodopera rispetto al passato che alle possibili cause milionarie conseguenti allo scoppio di una canna moderna con l'uso di munizioni ad alte prestazioni in materiali diversi dal piombo.
Naturalmente in questa prospettiva la resa balistica é un fattore secondario. Del resto, leggendo tra le righe gli interventi di Bettinsoli si arriva a questa conclusione.
__________________
Memento
Audere
Semper
giuseppe770 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 07:08 AM   #103
Franco Mister
Guru del forum
 
Registrato dal: Oct 2009
ubicazione: ROMA
Messaggi: 1,773
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 49
Grazie (Ricevuti): 97
Mi piace (Dati): 94
Mi piace (Ricevuti): 270
Non mi piace (Dati): 6
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 109 Post(s)
predefinito Vecchie e nuove canne -prestazioni

[QUOTE=maurob;1355267]Purtroppo anche il bilancere ha i suoi limiti!
Data per scontata l'abilità di chi lo utilizza (che vuol dire anni di pratica e esercizio) possiamo correggere solo alcuni difetti sulla canna, non tutti:
Per capirci, si può correggere la deviazione orizzontale e verticale nella canna di un semiautomatico ma se parliamo di sovrapposto o doppietta le cose sono ben diverse. Consideriamo il fatto che in questi ultimi due casi i due tubi sono uniti in modo solidale dalle bindelle quindi ogni correzione che andiamo a dare a uno dei tubi influenza in egual modo l'altro. Anche per sovrapposti e doppiette si può correggere il tiro in orizzontale e verticale ma la correzione interessa entrambi i tubi in egual modo e quantità. L'unica correzione che si potrebbe dare in modo singolo ad uno solo dei tubi è per esempio quando in un sovrapposto troviamo una canna che spara a destra e una a sinistra, in questo caso si riesce a correggere un po' l'errore ma vi garantisco che in questo caso il leèlot (nome valtrumplino che indica l'operatore del bilancere) deve essere davvero un manico!

Questione invece ben diversa sono le convergenze dei due tubi; purtroppo in questo caso entrano in gioco alcuni problemi geometrici,
per spiegarmi meglio faccio un esempio:
mediamente nella produzione odierna di canne per sovrapposto abbiamo un interasse delle due camere di scoppio di 25mm; per avere una convergenza adeguata a sovrapporre le due rosate a 35mt dovremmo avere alla volata della canna un interasse dei due di tubi di circa 21mm (meglio se 20.50). Se la canna ha le strozzature fisse riusciamo (rosicando sugli spessori in volata) a ottenere questa convergenza ma se la canna ha gli strozzatori intercambiabili le cose si complicano:in questo caso il diametro del tubo in volata dovrebbe essere intorno ai 22,5mm (tralascio i vari strozzatori briley, teague.. a parete sottile che non sono applicabili nella produzione in serie) quindi nella migliore delle ipotesi potremo ottenere un interasse di 22.50.
A questo punto cosa si può fare? Si lavora sul "piego" dei tubi in modo da recuperare la differenza di interasse in volata. Questa operazione viene fatta in fase di assemblaggio della canna, prima che venga saldata, in modo che dopo la saldatura i due tubi vengano vincolati nella corretta posizione dalle bindelle saldate.
Come giustamente diceva louison il calcolo e l'impostazione delle convergenze deve essere stabilito in fase di progettazione e test della canna perchè poi non è più possibile correggerlo.

l'unico caso in cui si può effettuare una correzione sulle convergenze è se utilizziamo una saldatura a stagno invece che a castolin, in questo caso una volta saldata la canna, se riscontriamo un difetto nei punti di impatto possiamo dissaldare le bindelle e correggere l'errore (da qui nasce la possibilità di avere più precisione saldando le canne a stagno) ma attenzione perchè questo è l'unico pregio della saldatura a stagno, ci sono per contro una certa serie di inconvenienti non molto simpatici.[/QUOTE........dal tuo intervento si nota la conoscenza ..è esperienza nel campo della progettazione & correzione delle canne .....concludi con nel metterci in guardi sulla saldatura finale delle canne e l'inconvenienti che può dare una saldatura a stagno ....forse ti riferivi al dissandamento dei bindellini laterali ? Un Saluto
Franco Mister ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 10:14 AM   #104
Giobica
Guru del forum
 
L'avatar di Giobica
 
Registrato dal: Apr 2013
ubicazione: Treviso
Messaggi: 1,717
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 101
Grazie (Ricevuti): 182
Mi piace (Dati): 469
Mi piace (Ricevuti): 718
Non mi piace (Dati): 3
Non mi piace (Ricevuti): 5
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 473 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da maurob Visualizza il messaggio
... ma attenzione perchè questo è l'unico pregio della saldatura a stagno, ci sono per contro una certa serie di inconvenienti non molto simpatici.
...ci spieghi gli inconvenienti ? Credo interessi un po' a tutti.Grazie
Giobica non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace phalacrocorax Piace questo post
Vecchio 10-10-19, 01:02 PM   #105
retius2405
Utente abituale
 
L'avatar di retius2405
 
Registrato dal: Oct 2011
ubicazione: Roma
Messaggi: 351
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 3
Grazie (Ricevuti): 3
Mi piace (Dati): 6
Mi piace (Ricevuti): 39
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 21 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da fabryboc Visualizza il messaggio
Una curiosità con simpatia: questi Benelli Spagnoli, che digerivano tutto, avevano canne con strozzatori interni o strozzature fisse, camerate 70 o 76 ed erano criogeniche? ...se no va a finire che gli abbattimenti puliti di tordi al limite del tiro, li hai fatti con una canna Benelli "old style"o Franchi

Ciao,
non ricordo bene il modello, forse 'Montebello' o 'Montello' o qualcosa del genere. Sono di produzione recente, credo, perché assomigliano al Comfort, con il calcio in polimero. Le canne sono le classiche canne Benelli non di ultima generazione che possono essere acquistate anche ora (né crio e né powerbore). Sono camerate 70 con strozzatori interni corti (prima generazione).
Non ho detto che digerivano tutto. In diversi anni di esperienze ai tordi spagnoli, ho provato quasi tutte le loro cartucce (peraltro ottime con il loro clima) ma le migliori performance con quei fucili (e per il mio modo di sparare) le ho avute con quelle cartucce molto veloci comprate da decathlon.

Chiudo qui il mio intervento e lascio lo spazio alle preziose informazioni tecniche forniteci da MauroB.

---------- Messaggio inserito alle 01:02 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 12:55 PM ----------

Quote:
Originariamente inviata da enrico.83 Visualizza il messaggio
Liedholm a richiesta di giudizio su un giocatore che non reputava all'altezza rispondeva elegantemente "sa fare benino un po' tutto" ...

La famosa versatilità da tanti elogiata. D'altronde se pensi che con una canna gigliata puoi "spegnere" un'anatra a distanze impensabili con una cartuccia di gr 35 di tungsteno con pallini del 6 e sempre con la stessa canna abbatti allodole e tordi con cartuccette commerciali di gr 30/32 di piombo del 11, tutto sommato, poi, questa versatilità non è proprio da disdegnare.
Sono i pro e i contro della generalizzazione e della specializzazione....
__________________
Una sors coniungit
retius2405 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 05:18 PM   #106
enrico.83
Guru del forum
 
L'avatar di enrico.83
 
Registrato dal: Dec 2014
ubicazione: Bologna
Messaggi: 1,298
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 174
Grazie (Ricevuti): 79
Mi piace (Dati): 1301
Mi piace (Ricevuti): 382
Non mi piace (Dati): 25
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 432 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da retius2405 Visualizza il messaggio
La famosa versatilità da tanti elogiata. D'altronde se pensi che con una canna gigliata puoi "spegnere" un'anatra a distanze impensabili con una cartuccia di gr 35 di tungsteno con pallini del 6 e sempre con la stessa canna abbatti allodole e tordi con cartuccette commerciali di gr 30/32 di piombo del 11, tutto sommato, poi, questa versatilità non è proprio da disdegnare.
Sono i pro e i contro della generalizzazione e della specializzazione....
Si sono d'accordo, il famoso compromesso che personalmente elogio sempre.
Purché esso sia un compromesso fra le MIE esigenze, non fra quelle di un Russo, un Americano e un Italiano (barzelletta? ).

enrico.83 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 05:57 PM   #107
ALE
Guru del forum
 
L'avatar di ALE
 
Registrato dal: Sep 2008
ubicazione: sarzana SP
Messaggi: 2,476
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 69
Grazie (Ricevuti): 129
Mi piace (Dati): 52
Mi piace (Ricevuti): 661
Non mi piace (Dati): 3
Non mi piace (Ricevuti): 11
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 757 Post(s)
predefinito

secondo me a caccia non esiste il compromesso, un fucile o spara bene o non spara bene ( il che non vuol dire che non ammazza....)
l'arma che va' bene con i magnum o no toxic o no steel non puo' andare perfettamente con le cartuccette normali...
l'unico fucile che ho visto sparare vicino a me, con resa eccellente, e' stato un benelli black eagle, (saranno circa 10 anni fa) camerato magnum o super adesso non ricordo, ma sia con munizioni di bassa grammatura e poi con siluri per colombi, dava buone prestazioni.

forse, cambiando il calibro, se ti posizioni sul 16..... magari hai meno problematiche... ma questo per via dei numeri del calibro stesso, che è di perse' un calibro piu' equilibrato, il che favorisce poi la combinazione canna.......cartuccia

Ora non sono mai andato a caccia in spagna, ma ho clienti che hanno quote di riserva e sono la 6 mesi l'anno.... hanno comprato per coloro che vanno a fare turismo venatorio li, dei comunissimi benelli confort, con tutte le canne possibili, dalla 65 alla 70, usano munizioni comprate li. pare che problemi non ne abbiano..... certo non sappiamo i climi specifici dell'extremadura o vicine, presumo caldo con vento sempre presente.
La differenza forse la fa' il fatto che quando vanno allo spollo sparano a 1oo tordi per mattina.... e li prenderne 10 in piu' o 10 in meno alla fine dopo tre o quattro giorni non cambia poi tanto..... Noi che spariamo 2/3 per mattina prenderne di meno ......... ci cambia di parecchio...... e la colpa alla canna o al fucile o alla munizione e' d'obbligo...
ALE non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 08:08 PM   #108
Seagate
Utente regolare
 
Registrato dal: Feb 2018
ubicazione: La Spezia
Messaggi: 131
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 3
Grazie (Ricevuti): 3
Mi piace (Dati): 37
Mi piace (Ricevuti): 36
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 48 Post(s)
predefinito

Personalmente le trust 32 gr le ho viste andar bene sul mio greystone e contemporaneamente sul Black Eagle del mio vicino...sporcano tanto,fanno sangue ma i tordi cascano morti anche a distanze limite... preferisco anch'io il 9 che poi è un 9.5 italiano...scadono,secondo me,in quel momento della mattina che si alza il sole e scioglie la brina...ma nel complesso sono abbastanza costanti ...sempre secondo me più delle italiane portate là.
Seagate non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 09:13 PM   #109
enrico.83
Guru del forum
 
L'avatar di enrico.83
 
Registrato dal: Dec 2014
ubicazione: Bologna
Messaggi: 1,298
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 174
Grazie (Ricevuti): 79
Mi piace (Dati): 1301
Mi piace (Ricevuti): 382
Non mi piace (Dati): 25
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 432 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da ALE Visualizza il messaggio
secondo me a caccia non esiste il compromesso, un fucile o spara bene o non spara bene
Quindi un fucile o spara da voto 0 o spara da voto 10?
Non esiste un fucile che spara da 7?
enrico.83 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-10-19, 09:41 PM   #110
maurob
Ho rotto il silenzio
 
Registrato dal: Jun 2012
ubicazione: lodrino
Messaggi: 36
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 27
Mi piace (Dati): 1
Mi piace (Ricevuti): 45
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 18 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Giobica Visualizza il messaggio
...ci spieghi gli inconvenienti ? Credo interessi un po' a tutti.Grazie
Se la cosa può essere di interesse comune, provo a dare un'indicazione di quali siano i pregi e i difetti sia della saldatura a stagno che della saldatura a castolin, in modo che poi ognuno possa fare le proprie valutazione personali.

Iniziamo dalla saldatura a stagno che è quella più antica ma anche quella più semplice da realizzare in quanto non c'è bisogno di particolari attrezzature o macchinari per poterla realizzare: tra le sue qualità vanta il fatto che dà la possibilità di poter tarare minuziosamente la canna perché possiamo saldare e dissaldare le bindelle all'infinito fino a trovare il giusto assetto dei tubi per avere i punti di impatto esattamente dove vogliamo. Altra qualità abbastanza importante (per il produttore più che per l'utilizzatore) è il fatto che non necessita di una particolare precisione nella realizzazione dei profili di accoppiamento dei pezzi perché utilizzando lo stagno come saldante si riesce a sopperire ad alcuni piccoli difetti di accoppiamento.
Dall'altra parte ci sono alcuni punti critici su questo tipo di saldatura: prima di tutto la resistenza di questo tipo di saldatura è piuttosto ridotta (in inglese si chiama soft soldering=saldatura morbida); altra questione fondamentale è la resistenza alla temperatura, probabilmente per l'uso venatorio questo problema non è tanto influente ma per quanto riguarda le discipline sportive la cosa non è tanto da sottovalutare perché in una competizione sportiva la canna può raggiungere temperature non molto inferiori alla temperatura di fusione dello stagno.Sia chiaro che non è che si smonta la canna mentre stiamo sparando ma può succedere abbastanza di frequente che durante e dopo il surriscaldamento la canna perda quelle caratteristiche di taratura impostate inizialmente (infatti è buona abitudine dei tiratori professionisti far verificare le canne saldate a stagno dopo ogni gara).
Altro punto critico della saldatura a stagno è il costo, non tanto per la saldatura in se ma più che altro per le lavorazioni successive per togliere i residui in eccesso (che viene eseguito da operatore esperto con lima e carta vetro) e per la brunitura che deve essere necessariamente eseguita a freddo.
Per riassumere, in sostanza la saldatura a stagno dà alcuni vantaggi quando è richiesto di produrre una singola canna con caratteristiche particolari (l'esatto contrario di una canna realizzata in serie)


Per quanto riguarda la saldatura a castolin che da vari anni viene utilizzata nelle produzioni in serie, abbiamo innanzitutto una resistenza della saldatura molto più alta (siamo quasi ai livelli di una saldatura a eletrodo o al tig) che non è soggetta a problemi di surriscaldamento della canna, quindi una volta impostato l'assetto di tiro, garantisce una stabilità nel tempo e nell'utilizzo che lo stagno non riesce a dare.
Oltre a questo il vantaggio di questo tipo di saldatura è il costo, pur utilizzando una lega saldante a base di argento da 400€ al Kg, la possibilità di utilizzare impianti di decappaggio e brunitura a caldo consente di ridurre i costi di produzione e quindi del fucile.
I limiti di questo tipo di saldatura sono nel fatto che non permette la correzione di errori, una volta saldata la canna, o rispetta le caratteristiche richieste oppure finisce nel rottame.
Per questo motivo è un metodo di saldatura più adatto alla produzione in serie perché in questo caso si ha la possibilità di effettuare preventivamente dei test per stabilire le quote e i parametri di saldatura e poi partire con la produzione in serie che permette di realizzare un più ampio numero di canne tutte uguali e con le stesse caratteristiche.
Altro problema della saldatura a castolin stà nel fatto che richiede una meccanica capace di realizzare i vari accoppiamenti con tolleranze strettissime (intorno a 0,02mm).
Ultimo punto critico per la saldatura a castolin è dato dal costo degli impianti che vengono utilizzati per saldatura e decappaggio; costi che sono sostenibili solo se distribuiti su grandi quantità di pezzi.

Questi più o meno sono i punti salienti dei due metodi di saldatura che vengono utilizzati nella produzione delle canne, poi se qualcuno ha domande o chiarimenti da chiedere.. ben volentieri!

Un suggerimento che mi viene da proporre leggendo alcuni interventi in questo forum (e anche in altri) è di non fissarsi su una singola caratteristica (tipo di acciaio, saldatura, diametro di foratura, marchio....) di una canna; quello che ho imparato in 25 anni di lavoro nel settore è che la differenza tra un'ottima canna e un tubo dell'acqua è la qualità e l'attenzione che viene data ad ogni singolo elemento o lavorazione impiegata nella realizzazione della canna. Non esiste un singolo acciaio, un processo produttivo, un tipo di saldatura che garantisca singolarmente l'ottimo risultato finale; esistono però una catena di lavorazioni che se fatte tutte bene danno un risultato ottimo ma se fatte male ti ritrovi con in mano il tubo da 1/2 pollice dell'idraulico.

Mio padre e mio nonno prima di lui mi han sempre detto che se trascuri un errore di un centesimo di millimetro in ogni lavorazione fai presto a trovarti alla fine, sulla canna un errore di mezzo millimetro.... che a 35mt sono 15-20cm!!!
maurob non è in linea   Rispondi quotando
Grazie Duca Bianco, claudio76, Giobica, zio65, al-per and 2 altri Ha ringraziato per questo post
Rispondi

Tag
canne, nuove, prestazioni, vecchie

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:08 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.