Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
Franchi

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulle Armi e Caricamenti > Armi & Polveri

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 26-05-18, 08:15 AM   #4721
Franco Mister
Guru del forum
 
Registrato dal: Oct 2009
ubicazione: ROMA
Messaggi: 1,923
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 39
Grazie (Ricevuti): 72
Mi piace (Dati): 49
Mi piace (Ricevuti): 201
Non mi piace (Dati): 4
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 68 Post(s)
predefinito

Nel post precedente ho scritto una "inesattezza"... "che le differenze nel l'otturatori era di "124" fucili ...invece il riferimento era per le canne ..riflettendo le differenza e nel numero di matricola che è di 1.124 fucili .Il 300 106 e un Monomatricola ..il 1230 è abbinato a una canna di mat 230 ....( a meno che anche il 1230 e da ritenersi Monomatricola?) ..Un Saluto
Franco Mister ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 16-06-18, 09:59 PM   #4722
Mauroelola
Ho rotto il silenzio
 
Registrato dal: Feb 2014
ubicazione: Sansepolcro
Messaggi: 2
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 0
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 0
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 0 Post(s)
predefinito

ho una canna c numeri f finale del 1976, sapete dirmi se può essere forata con la punta a cannone
Mauroelola non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-06-18, 02:11 PM   #4723
oliviero
Guru del forum
 
L'avatar di oliviero
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: torino
Messaggi: 2,611
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 71
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 176
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 50 Post(s)
predefinito

l'argomento è interessante....


la foratura con punta a cannone viene ad esaurirsi tra la mat. B e la C finale F....non è un dato certo , perchè in Beretta tutto è possibile, ma grosso modo fino a metà della mat. B si forava , dalla metà in poi venivano martellate a freddo su spina negativa...nulla di male in quanto dobbiamo tener presenei le grandi BMB tutte martellate e che raggiungono prestazioni balistiche eccellenti....


la foratura classica è stata da sempre la preferita dai grandi cannonieri e dalle case più blasonate , ma anche la martellatura come eseguita in Beretta conferisce una coassialità/concentricità di prim'ordine forse superiore alle buone canne forate con sistema classico....


ragion per cui se mi si offrissero un paio di canne SB nella strozzatura a me più consona e mi si desse la facoltà di scegliere, così a naso pour parler opterei per una Fondo Piatto o mat. A finale F....dovendo proprio indicare la mat. , la butto lì, opterei per una bella SB basetta lunga mat. A1xxxxF e non chiedetemi il perchè...

---------- Messaggio inserito alle 02:11 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 01:57 PM ----------

al limite una rara BMB in configurazione SB magari 67 o 71 due stelle ma qui siamo a livello prototipo ......
oliviero non è in linea   Rispondi quotando
Grazie oreip, Repirani Ha ringraziato per questo post
Mi piace flou Piace questo post
Vecchio 24-06-18, 06:16 PM   #4724
enrico toldo
Guru del forum
 
Registrato dal: Apr 2012
ubicazione: parma
Messaggi: 1,176
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 17
Grazie (Ricevuti): 120
Mi piace (Dati): 80
Mi piace (Ricevuti): 398
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 116 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da oliviero Visualizza il messaggio
l'argomento è interessante....


la foratura con punta a cannone viene ad esaurirsi tra la mat. B e la C finale F....non è un dato certo , perchè in Beretta tutto è possibile, ma grosso modo fino a metà della mat. B si forava , dalla metà in poi venivano martellate a freddo su spina negativa...nulla di male in quanto dobbiamo tener presenei le grandi BMB tutte martellate e che raggiungono prestazioni balistiche eccellenti....


la foratura classica è stata da sempre la preferita dai grandi cannonieri e dalle case più blasonate , ma anche la martellatura come eseguita in Beretta conferisce una coassialità/concentricità di prim'ordine forse superiore alle buone canne forate con sistema classico....


ragion per cui se mi si offrissero un paio di canne SB nella strozzatura a me più consona e mi si desse la facoltà di scegliere, così a naso pour parler opterei per una Fondo Piatto o mat. A finale F....dovendo proprio indicare la mat. , la butto lì, opterei per una bella SB basetta lunga mat. A1xxxxF e non chiedetemi il perchè...

---------- Messaggio inserito alle 02:11 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 01:57 PM ----------

al limite una rara BMB in configurazione SB magari 67 o 71 due stelle ma qui siamo a livello prototipo ......
Gentilissimo Oliviero,

ricollegandomi ad un tuo precedente intervento sul Beretta A300 SF ( Semplified Finish ) ed a quanto più sopra hai affermato, desidero informarti che mi è stato testè fatto omaggio di analogo modello bancato nel 1976 ( AB ), calibro 12, praticamente nuovo, la cui canna SB di 67 cm, ***, ha le caratteristiche che noterai nelle foto allegate.

Ora desidererei sapere se la foratura della canna sia stata, o meno, eseguita "con punta a cannone" e se tale genere di canna ( non a fondo piatto ), bancata anch'essa nel 1976, ma non mono matricola, sia da considerarsi piuttosto rara.

Il peso complessivo del semiautomatico è di Kg. 2,900, brandeggio e bilanciatura straordinari.

Grazie.
















enrico toldo non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace flou, Nsiro Piace questo post
Vecchio 24-06-18, 10:25 PM   #4725
oliviero
Guru del forum
 
L'avatar di oliviero
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: torino
Messaggi: 2,611
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 71
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 176
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 50 Post(s)
predefinito

pezzo molto interessante , dovrebbe essere un 301 SF in quanto possiede il pulsante sgancio otturatore tipico di quest'ultimo ed è il first issue avendo ancora l'asta d'armamento tipica del 300 con la biella incastrata sul cilindrone e fissata con il rivettone di fermo...anche il periodo del 76 è tipico dell'inizio del 301....a meno che sia un fine serie del terzo tipo di 300 ma il pulsante "cicciotto" parlerebbe chiaro.....


le condizioni di conservazione sono notevoli ed modello SF in questo stato è assai difficile da reperire....il dott. Simone Bertini , autore fra l'altro dello Speciale "I semiauto che hanno fatto la storia" al quale anch'io ho collaborato soprattutto per i 300/303 , ne possiede un esemplare di cui è gelosissimo......

---------- Messaggio inserito alle 10:05 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 09:58 PM ----------

la canna 67 tralaltro molto leggera a mio avviso rientra nelle prime martellate a freddo su spina negativa avendo mat. B9xxxxF......basetta corta si dovrebbe caratterizzare per una brunitura più opaca dello standard realizzata dalla Beretta per "sposarsi" meglio con l'opacità della carcassa....


un mio amico ne possiede una 71 xx SB con mat. similare , la ama moltissimo e la chiama confidenzialmente L'INSABBIATA....


se si trovano legni leggeri e ben bilanciati sulla carcassa , la maneggevolezza di codesti fucili non è da semiauto ma si può assommare ad un buon basculante di noblli natali....

---------- Messaggio inserito alle 10:11 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:05 PM ----------

provala a caccia ad es. con il cane da ferma e poi vedrai i risultati.....il bel mirino di colore verde , il mio preferito, conviene "girarlo" con la parte piccola verso l'occhio del tiratore....

---------- Messaggio inserito alle 10:17 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:11 PM ----------

monomatricola gli A300 non lo sono mai neanche nelle rarissime versioni Superlusso .....solo i primi esemplari ma non fanno testo......

---------- Messaggio inserito alle 10:25 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:17 PM ----------

codesto peso si può raggiunger solo proprio nelle ultime produzioni del 300 terzo tipo e nelle primissime del 301, periodo in cui venivano prodotti calci ed astine molto leggeri forse perchè un pò stanchi di portare sulle braccia il primo ed il secondo tipo....grandi fucili da piccione ma massacra spalle nella caccia vagante che allora si praticava con assiduità.....


nel 302-303 si assiste ad un nuovo appesantimento dei legni per la magnumania nata in quel periodo....nel 302 giocando sui legni si può arrivare sui 3,000 kg mentre nel successivo 303 bisogna sostituire tappo ed astina per cui ecco arrivare la modo dei canotti traforati con fresa con il divisore,,,,


ma avere un fucile tutto originale , bilanciatissimo ed in cal. 12 è un'altra cosa!
oliviero non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace Nsiro Piace questo post
Vecchio 24-06-18, 11:30 PM   #4726
edo49
Collaboratori
 
L'avatar di edo49
 
Registrato dal: Jan 2009
ubicazione: Cavarzere
Messaggi: 2,279
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 84
Mi piace (Dati): 8
Mi piace (Ricevuti): 230
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 54 Post(s)
predefinito

[QUOTE=oliviero;1305730]l'argomento è interessante....


la foratura con punta a cannone viene ad esaurirsi tra la mat. B e la C finale F....non è un dato certo , perchè in Beretta tutto è possibile, ma grosso modo fino a metà della mat. B si forava , dalla metà in poi venivano martellate a freddo su spina negativa...nulla di male in quanto dobbiamo tener presenei le grandi BMB tutte martellate e che raggiungono prestazioni balistiche eccellenti....


la foratura classica è stata da sempre la preferita dai grandi cannonieri e dalle case più blasonate , ma anche la martellatura come eseguita in Beretta conferisce una coassialità/concentricità di prim'ordine forse superiore alle buone canne forate con sistema classico....


ragion per cui se mi si offrissero un paio di canne SB nella strozzatura a me più consona e mi si desse la facoltà di scegliere, così a naso pour parler opterei per una Fondo Piatto o mat. A finale F....dovendo proprio indicare la mat. , la butto lì, opterei per una bella SB basetta lunga mat. A1xxxxF e non chiedetemi il perchè...[COLOR="Silver"]

Buona sera Signori, approfitto della vostra interessante discussione per chiedere un approfondimento sulla tecnica di produzione di queste canne (e chi mai più di Oliviero potrebbe fornirmela?). Immagino che sia la lavorazione di foratura per trapanatura sarà seguita da alesatura fino a circa il diametro voluto,(ora si direbbe "di Progetto" ed invece la martellatura arriverà direttamente o quasi al diametro di Progetto, ma sempre in entrambi i casi con segni di lavorazione, per cui sarà necessaria una rettifica per la finitura, prima della cromatura, o sbaglio qualcosa?

P.S. Enrico, bello il nuovo acquisto, simile al mio 301 ventino che ho mostrato tempo addietro. Non vedo l'ora che arrivi stagione per spararci qualche cartuccetta, intanto faccio gamba con le passeggiate! Scusate l'interruzione ma mi è venuta voglia di rifarmi sentire. Saluto con simpatia Edo49.
edo49 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace carlino6745 Piace questo post
Vecchio 25-06-18, 09:55 AM   #4727
enrico toldo
Guru del forum
 
Registrato dal: Apr 2012
ubicazione: parma
Messaggi: 1,176
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 17
Grazie (Ricevuti): 120
Mi piace (Dati): 80
Mi piace (Ricevuti): 398
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 116 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da oliviero Visualizza il messaggio
pezzo molto interessante , dovrebbe essere un 301 SF in quanto possiede il pulsante sgancio otturatore tipico di quest'ultimo ed è il first issue avendo ancora l'asta d'armamento tipica del 300 con la biella incastrata sul cilindrone e fissata con il rivettone di fermo...anche il periodo del 76 è tipico dell'inizio del 301....a meno che sia un fine serie del terzo tipo di 300 ma il pulsante "cicciotto" parlerebbe chiaro.....


le condizioni di conservazione sono notevoli ed modello SF in questo stato è assai difficile da reperire....il dott. Simone Bertini , autore fra l'altro dello Speciale "I semiauto che hanno fatto la storia" al quale anch'io ho collaborato soprattutto per i 300/303 , ne possiede un esemplare di cui è gelosissimo......

---------- Messaggio inserito alle 10:05 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 09:58 PM ----------

la canna 67 tralaltro molto leggera a mio avviso rientra nelle prime martellate a freddo su spina negativa avendo mat. B9xxxxF......basetta corta si dovrebbe caratterizzare per una brunitura più opaca dello standard realizzata dalla Beretta per "sposarsi" meglio con l'opacità della carcassa....


un mio amico ne possiede una 71 xx SB con mat. similare , la ama moltissimo e la chiama confidenzialmente L'INSABBIATA....


se si trovano legni leggeri e ben bilanciati sulla carcassa , la maneggevolezza di codesti fucili non è da semiauto ma si può assommare ad un buon basculante di noblli natali....

---------- Messaggio inserito alle 10:11 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:05 PM ----------

provala a caccia ad es. con il cane da ferma e poi vedrai i risultati.....il bel mirino di colore verde , il mio preferito, conviene "girarlo" con la parte piccola verso l'occhio del tiratore....

---------- Messaggio inserito alle 10:17 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:11 PM ----------

monomatricola gli A300 non lo sono mai neanche nelle rarissime versioni Superlusso .....solo i primi esemplari ma non fanno testo......

---------- Messaggio inserito alle 10:25 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:17 PM ----------

codesto peso si può raggiunger solo proprio nelle ultime produzioni del 300 terzo tipo e nelle primissime del 301, periodo in cui venivano prodotti calci ed astine molto leggeri forse perchè un pò stanchi di portare sulle braccia il primo ed il secondo tipo....grandi fucili da piccione ma massacra spalle nella caccia vagante che allora si praticava con assiduità.....


nel 302-303 si assiste ad un nuovo appesantimento dei legni per la magnumania nata in quel periodo....nel 302 giocando sui legni si può arrivare sui 3,000 kg mentre nel successivo 303 bisogna sostituire tappo ed astina per cui ecco arrivare la modo dei canotti traforati con fresa con il divisore,,,,


ma avere un fucile tutto originale , bilanciatissimo ed in cal. 12 è un'altra cosa!
Grazie infinite, gentilissimo Oliviero, per la dettagliata e competente risposta.

Ti faccio presente che, dalle foto che allego, dovrebbe trattarsi del modello A300 SF e non del modello A301 SF, pur avendo il pulsante sgancio otturatore tipico di quest'ultimo modello. Eravamo forse nella fase transitoria tra i due modelli ?

Ancora grazie ed un saluto a Edo che mi ha ricordato.


enrico toldo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 26-06-18, 10:18 AM   #4728
oliviero
Guru del forum
 
L'avatar di oliviero
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: torino
Messaggi: 2,611
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 71
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 176
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 50 Post(s)
predefinito

per Edo cercherò di spiegare la realizzazione con i due metodi anche se occorrerebbero molte pagine per disquisire bene sulla questione che è quantomai complessa....


La lavorazione di una canna inizia con la scelta di una barra di acciaio bonificatocon certe caratteristiche metallurgiche che variano molto da una casa costruttrice ad un'altra....

---------- Messaggio inserito alle 10:07 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:00 AM ----------

La barra viene controllata chimicamente ed elettronicamente per accertare la qualità del materiale e la struttura molecolare.Viene poi tagliata in spezzoni di giusta lunghezza che passano alla foratura iniziale , praticata con foratrici orizzontali....ne vidi in azione personalmente alla Cosmi e se mi ricordo bene alla Piotti , Bentivoglio ne usava una molto valida ma di tipo verticale......le foratrici usano una PUNTA A CANNONE lubrificata con olio ad alta pressione per raffreddare la punta oltre a spingere i trucioli entro il foro , facendoli retrocedere verso la base

---------- Messaggio inserito alle 10:12 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:07 AM ----------

Gli spezzoni trasformati in tubi grezzi vengono sottoposti ad una prima serie di alesature interne , con con alesatrici orizzontali multiple, per avvicinare il foro al calibro definitivo della canna...
Esternamente i tubi sono torniti e rettificati per poi passare a successivi controlli dimensionali e di spessore. La camera di cartuccia viene creata con speciali fresatrici.Rettificatrici di precisione danno all'anima di canna le dimensioni desiderate e la strozzatura di bocca.
Seguono il taglio e la finitura della volata, la lappatura interna ed altri controlli dimensionali

---------- Messaggio inserito alle 10:18 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 10:12 AM ----------

Negli impianti più moderni ed attuali , il tubo assume la sua forma quasi definitiva con una MARTELLATURA A FREDDO , speciale procedimento che rende ancor più compatto l'acciaio. Sempre tramite martellatura , cioè per compattazione del tubo su spina negativa, è effettuata con massima precisione la strozzatura.
in Beretta cortissimi spezzoni di barra ricevono una roto-forgiatura su spina negativa , praticata con enormi martellatrici che compattano ed allungano il tubo.
oliviero non è in linea   Rispondi quotando
Grazie oreip, enrico toldo, zio65, edo49 Ha ringraziato per questo post
Mi piace enrico toldo, edo49, Repirani, flou, Nsiro Piace questo post
Vecchio 28-06-18, 01:15 PM   #4729
edo49
Collaboratori
 
L'avatar di edo49
 
Registrato dal: Jan 2009
ubicazione: Cavarzere
Messaggi: 2,279
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 84
Mi piace (Dati): 8
Mi piace (Ricevuti): 230
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 54 Post(s)
predefinito

[QUOTE=oliviero;1306103]per Edo cercherò di spiegare la realizzazione con i due metodi anche se occorrerebbero molte pagine per disquisire bene sulla questione che è quantomai complessa....

La lavorazione di una canna inizia con la scelta di una barra di acciaio bonificatocon certe caratteristiche metallurgiche che variano molto da una casa costruttrice ad un'altra....

La barra viene controllata chimicamente ed elettronicamente per accertare la qualità del materiale e la struttura molecolare.Viene poi tagliata in spezzoni di giusta lunghezza che passano alla foratura iniziale , praticata con foratrici orizzontali....ne vidi in azione personalmente alla Cosmi e se mi ricordo bene alla Piotti , Bentivoglio ne usava una molto valida ma di tipo verticale......le foratrici usano una PUNTA A CANNONE lubrificata con olio ad alta pressione per raffreddare la punta oltre a spingere i trucioli entro il foro , facendoli retrocedere verso la base

Gli spezzoni trasformati in tubi grezzi vengono sottoposti ad una prima serie di alesature interne , con con alesatrici orizzontali multiple, per avvicinare il foro al calibro definitivo della canna...
Esternamente i tubi sono torniti e rettificati per poi passare a successivi controlli dimensionali e di spessore. La camera di cartuccia viene creata con speciali fresatrici.Rettificatrici di precisione danno all'anima di canna le dimensioni desiderate e la strozzatura di bocca.
Seguono il taglio e la finitura della volata, la lappatura interna ed altri controlli dimensionali[COLOR="Silver"]

Negli impianti più moderni ed attuali , il tubo assume la sua forma quasi definitiva con una MARTELLATURA A FREDDO , speciale procedimento che rende ancor più compatto l'acciaio. Sempre tramite martellatura , cioè per compattazione del tubo su spina negativa, è effettuata con massima precisione la strozzatura.
in Beretta cortissimi spezzoni di barra ricevono una roto-forgiatura su spina negativa , praticata con enormi martellatrici che compattano ed allungano il tubo.

Grazie, Oliviero, per la cortese risposta, ma volevo approfittarne per approfondire cosa succede dopo la forgiatura plastica su spina per portare la finitura interna a specchio... Sarò sfacciato, ma ritengo prezioso il registrare sul Forum un Patrimonio di Conoscenze di questo settore. Un cordiale saluto. Edo.
edo49 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip Piace questo post
Vecchio 28-06-18, 04:58 PM   #4730
enrico toldo
Guru del forum
 
Registrato dal: Apr 2012
ubicazione: parma
Messaggi: 1,176
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 17
Grazie (Ricevuti): 120
Mi piace (Dati): 80
Mi piace (Ricevuti): 398
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 116 Post(s)
predefinito Beretta A300 SF

A richiesta di Giobica, che trova insolita la foratura di 18,5 nelle canne dei Beretta A300, posto la foto inerente il particolare in cui si evidenzia tale valore, punzonato sulla canna del mio A300 SF, strozzata ***.

Ciao Giovanni.
enrico toldo non è in linea   Rispondi quotando
Grazie Giobica, oreip Ha ringraziato per questo post
Mi piace Giobica Piace questo post
Rispondi

Tag
beretta, canna, composizione chimica, skeet, variazioni

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 07:07 PM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.