Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
Franchi

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulle Armi e Caricamenti > Armi & Polveri

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 04-06-19, 03:52 PM   #1
Peppe67
Utente regolare
 
L'avatar di Peppe67
 
Registrato dal: May 2019
ubicazione: Velletri ( RM )
Messaggi: 94
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 12
Mi piace (Dati): 28
Mi piace (Ricevuti): 72
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 44 Post(s)
predefinito Il cal 16- la doppietta del nonno


Parliamo un pochino di questo meraviglioso calibro. Riscopriamone le sue potenzialità
Peppe67 non è in linea   Rispondi quotando
Grazie claudio76, oreip, PIETROPIO Ha ringraziato per questo post
Mi piace claudio76, oreip, flou, Goya, PIETROPIO Piace questo post
Vecchio 04-06-19, 06:08 PM   #2
Peppe67
Utente regolare
 
L'avatar di Peppe67
 
Registrato dal: May 2019
ubicazione: Velletri ( RM )
Messaggi: 94
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 12
Mi piace (Dati): 28
Mi piace (Ricevuti): 72
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 44 Post(s)
predefinito

Personalmente lo reputo tra i migliori calibri da caccia oggi in circolazione, ma partiamo da lontano. Appena conseguito la licenza da caccia ormai ben 34 anni orsono, il mio primo fucile fu una Bernardelli S.Umberto FS in calibro 20. Fucile questo con cui ho cacciato dalla tenera età beep non si poteva e con cui ho stupendi ricordi di vera caccia cacciata. Ebbene conseguita la licenza di caccia come gran parte dei giovani ecco scattare la bramosia e da li a poco l’acquisto, contro il volere di mio padre, di un beretta A303 calibro 12. In famiglia, infatti, sempre molto contrari a quelle che definivano le “mitraglie” ovvero la rovina della caccia secondo mio nonno e mio padre. Ma io, cocciuto, come tutti i giovani dovevo sperimentare e quindi lo acquistai nuovo la mia bella “mitraglia” cal 12. Con quel fucile ci facevo praticamente ogni cosa, dalla caccia al tiro a volo, insomma una vera e propria macina di cartucce, di ogni tipo e grammatura. Ebbene quel fucile mi accompagno per diversi anni, dove i primi 5 anni fu davvero torturato dal sottoscritto con un impiego fuori da ogni logica tra caccia e tiro a volo. Un bel sabato al rientro serale a tordi mi lascia in braghe di tela con la rottura della biella otturatore e non potendo sostituirla la scelta obbligata fu quello di lasciarlo a casa il giorno successivo. La mattina successiva dovevamo andare a caccia con mio fratello gemello, classica mattinata di vento e pioggia, dove in molti restavano a letto, ma quando si è giovani..ebbene mi alzo e prendo il “doppiettone” del nonno, una stupenda doppietta Salvinelli calibro 16, prendo su la borsa in pelle del nonno con dentro diverse cartucce di cartone e non solo miste e mescolate tra loro di tutti i tipi. Una bella borsa arlecchino con cartucce che non esistono più se non nel ricordo. Dopo breve girovagare decidiamo di fare una puntatina in un uliveto, dove era solito traccheggiare i tordi. Ebbene quella mattina con un meteo cosi ostile fu un via vai tra Tordi e Storni, ricordi appunto, quella doppietta ovunque tiravi non esistevano feriti, tanto da lasciarmi di stucco in più di una occasione su tiri impossibili.
Quella esperienza mi fece avvicinare al calibro 16 a tal punto che dopo un paio di anni cacciavo esclusivamente con quella doppietta di fatti pensionando il calibro 12. Sono infatti 27 anni che il cal 12 riposa in fuciliera senza essere più utilizzato. Il 16 infatti con la sua grammatura di piombo standard di 27-29 g consente di cacciare gran parte della selvaggina nostrana. L’ho usato in quasi tutte le forme di caccia, da appostamento a Colombi e Acquatici alla caccia con il cane. Non fa feriti signori. Anche nel tiro al volo con la velocissima carica da 24g o la meno isterica ma equilibratissima 28 g non è secondo al fratello maggiore, cosi nelle grammature pesanti e toste di 32-33 g offre tiri davvero interessanti. Provati anche diversi caricamenti baby magnum da 35-36 g con polveri dedicate, ma secondo me l’ottimale carica pesante corazzata resta la 31-33g sia essa tutta plastica che tradizionale. Insomma un calibro e una munizione estremamente equilibrato nelle diverse grammature da caccia e da tiro.
Peppe67 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace flou, sparatore, tex67, oreip Piace questo post
Vecchio 04-06-19, 07:52 PM   #3
ronin977
Guru del forum
 
L'avatar di ronin977
 
Registrato dal: Jun 2012
ubicazione: palermo
Messaggi: 2,928
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 11
Grazie (Ricevuti): 78
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 218
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 12
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 290 Post(s)
predefinito

Io ho conosciuto questo calibro per puro caso, non stava infatti molto simpatico a mio padre che lo definiva un calibro imperfetto.
Un giorno mentre ero al lavoro, passò un amico di famiglia invitandomi a venire con lui a conigli dopo pranzo... non avevo armi dietro, e così me ne feci prestare una da lui.
Si trattava di una vecchia doppietta beretta cal 16 a cani esterni, così leggera e maneggevole che pur essendo un po malconcia mi piacque da subito... così anche se ci avevo sparato poco, gli chiesi quasi scherzando se era in vendita.
Dopo tre giorni me lo vidi spuntare in farmacia col fucile sotto il braccio, aveva già fatto il passaggio alla polizia e me lo regalò dicendomi trattamelo bene!
per cominciare l'ho spedito alla perugini e visini per un restauro completo, e quando mi è ritornato avevo una bella doppiettina come nuova!
I primi tempi me la portavo di frequente, purtroppo non sono riuscito a caricare buone cartucce, tranne qualche eccezione di due o tre assetti buoni, molte cartucce mi venivano estremamente incostanti... a questo si è aggiunto il fatto che non ero abituato a sparare con la doppietta, e perdevo molto tempo a prendere la mira.... insomma tra le difficoltà ad imbracciare, il pochissimo materiale di caricamento che trovavo, ho finito per usarla solo nelle caccerelle tipo quaglia e tordi, dove non mi interessava troppo il risultato.
Oggi ho due doppiette beretta entrambe datate ed in ottime condizioni, mi piace caricarle quasi esclusivamente con cartone e componenti d'epoca ed uscirle in poche occasioni l'anno quando esco per fare una passeggiata ecologica PIU CHE PER CACCE IMPEGNATIVE.
Un po' per colpa delle mie braccia che con le doppiette non vanno d'accordo, un po per le cartucce che ho usato fino ad ora, sia di mio caricamento che commerciali, che non mi entusiasmano particolarmente!
Credo sia calibro di nicchia per nostalgici o veri appassionati del calibro! che meriterebbe molta piu fortuna! Ma che forse nasconde il suo fascino proprio nel fatto che non si è evoluto, e si presta per chi ama rievocare le glorie del passato! Senza nessuna voglia DI innovazione.
Credo che se cominciassero a farlo in versione magnum, o in versioni moderne perderebbe tutta la sua unicità ed il suo fascino!
ronin977 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip Piace questo post
Vecchio 05-06-19, 12:32 AM   #4
claudio76
Moderatore
 
L'avatar di claudio76
 
Registrato dal: Jan 2010
ubicazione: Sant'Angelo in Vado
Messaggi: 3,262
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 323
Grazie (Ricevuti): 620
Mi piace (Dati): 880
Mi piace (Ricevuti): 1952
Non mi piace (Dati): 5
Non mi piace (Ricevuti): 8
Menzionato: 27 Post(s)
Quotato: 565 Post(s)
predefinito

Il mio amore viscerale per il 16 nasce da bambino, quando ero rapito da due cose: il vecchio Breda del babbo, da poco soppiantato da un fiammante Altair bianco a PG, ma intoccabile e venerato; e quelle stupende cartuccie in quel misterioso calibro che mio padre non usava più, ma di cui mi raccontava meraviglie mentre le tenevo in mano e le mangiavo con gli occhi, così perfette nella loro splendida proporzione.
Quelle poche cartucce, rigorosamente in cartone, il babbo le aveva usate sul monocanna della nonna, che fin da ragazzino usava nelle scorribande clandestine, e che ha utilizzato per anni fino alla maggiore età.
Il monocanna della nonna, custodito in rastrelliera come una sacra reliquia, è un basculante (...non un pieghevole) Liegi con estrattore automatico, risalente alla prima metà degli anni '20, canna 77 full, e camera 65.
Quelle cartucce, crescendo, le ho sempre portate nel cuore, tanto che quando riordinavo le splendide Winchester, Imperial e Gyttorp del babbo, alla fine, prima di chiudere il cassetto della fuciliera, un irrefrenabile impulso portava le mie mani a risevare una carezza per quei vecchi cimeli.
Il giorno che tornai dall'esame di abilitazione della licenza di caccia, per prima cosa passai dalla bottega di articoli sportivi, e comprai tre pacchi di cartucce, lo ricordo come ora: erano RC 16, 2 scatole in piombo 10 ed ina in piombo 8.
Arrivato a casa mio padre mi disse: "ora sei un cacciatore, che fucili vuoi???"
Risposi in ordine: "Il monocanna della nonna, il vecchio Breda, ed il sovrapposto Franchi", e mio padre senza battere ciglio disse: " domani andiamo a sistemare le denuncie".
I primi anni di caccia a dire il vero non utilizzai molto il 16, il fascinoso monocanna della nonna si prestava poco alle forme di caccia che praticavo, ma qualche uscita annuale non gliela facevo mancare mai... fino a che, un giorno, passando a casa di dei clienti ai quali avevo fatto un lavoro per riscuotere le mie competenze, si passò a parlare di caccia e di fucili, e mi dissero di avere 2 doppiette dello zio delle quali volevano liberarsi, ed una delle 2 era una favolosa FALC Lario acciaio FIAT in Calibro 16!!!
Naturalmente me ne tornai a casa senza in soldo riscosso ma con due doppiette nei foderi.
La Cokerill in 12 la regalai a mio padre per il suo compleanno, e la Lario diventò il fucile che si spartiva le mie uscite con il i Breda a Lungo Rinculo che da un po' avevano iniziato a moltiplicarsi in rastrelliera come i pani ed i pesci del vangelo.
Con quella doppietta, che ancora porto a caccia con soddisfazione, iniziai realmente a scoprire le potenzialità di questo calibro, ad approfondirne la storia, le peculiarità, l'armonia e l'esaltazione delle proporzioni dei fucili che vi sono dedicati.
Da allora la mia piccola collezione di 16 è piano piano cresciuta e si è diversificata.
Il 16 è un grande amore che ancora oggi coltivo, ed al quale ho dedicato sforzi immani affinchè potesse tornare ad accupare il posto che merita nel panorama armiero con tutte le iniziative che a me e ad un grupo di fraterni amici, conosciuti proprio per la travolgente passione che ci lega al Calibro 16, sono girate per la testa.
Ronin perdonami, ma sentirlo definire imperfetto ed incostante mi ha fatto veramente sorridere... non so per quale distorta visione si possano affermare queste due cose, quando da sempre, usandolo, si palesa, anche all'occhio scettico, l'esatto contrario!
Spero che questa discussione prosegua, ricca ed interessante, piena di spunti, che facciano guardare non solo indietro ma anche avanti, e che aiutino a costruire il futuro di questo glorioso e stupendo calibro.
Saluti
Claudio
claudio76 non è in linea   Rispondi quotando
Grazie Peppe67, PIETROPIO, oreip Ha ringraziato per questo post
Mi piace Peppe67, PIETROPIO, flou, vallarolo, Goya and 1 altri Piace questo post
Vecchio 05-06-19, 08:23 AM   #5
Peppe67
Utente regolare
 
L'avatar di Peppe67
 
Registrato dal: May 2019
ubicazione: Velletri ( RM )
Messaggi: 94
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 12
Mi piace (Dati): 28
Mi piace (Ricevuti): 72
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 44 Post(s)
predefinito

Eccola qui la mia compagna di caccia da ormai 27 anni. Insomma una vecchia nostalgica che fa ancora e bene il suo dovere. Canne e strozzature fisse particolari e davvero incredibili.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   DSC01454.jpg‎
Visite: 73
Dimensione:   56.4 KB
ID: 73287  
Peppe67 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace flou, sparatore, oreip Piace questo post
Vecchio 05-06-19, 09:21 AM   #6
ronin977
Guru del forum
 
L'avatar di ronin977
 
Registrato dal: Jun 2012
ubicazione: palermo
Messaggi: 2,928
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 11
Grazie (Ricevuti): 78
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 218
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 12
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 290 Post(s)
predefinito

Be questo del calibro imperfetto era un concetto abbastanza diffuso al mio paese e riguardava il cal 16 e 24...Non so da quale principio arrivasse ma lo sentivi dire a tutti i vecchi cacciatori.
Riguardo l'incostanza delle cartucce...Be e un particolare che a me è capitato sia con le commerciali che con le mie...n sicuramente coadiuvato dalla mia scarsa attitudine ad imbracciare le doppiette!
Mi piacciono tantissimo ma ahimè non riesco a sparare nemmeno ad 1/10 della velocità con cui imbraccio e colpisco con sovrapposto ed automatico, e come se fossi handicappato! Quel fucile mi balla in mano e il mirino non va mai sul bersaglio.
Lo scorso anno un giorno che me lo portai a beccacce ne ho padellate almeno 3 clamorose
Non dedicandomici appieno dato le difficoltà che ho ad usarlo, nemmeno le cartucce ho potuto perfezionare, ho preso qualche assetto dei vostri, ma non l'ho saputo adattare, bene... A parte un paio di cartucce le altre sono ballerine e poco affidabili! Le poche commerciali che trovo nelle nostre armerie( essendo poco richiesto si trova davvero poco) non sono nulla di che!
E la stessa rottweil, che nel 12 e molto costante ed affidabile, nella versione cal 16 mi ha molto deluso! Ogni volta che l'ho usata solo feriti pieni di sangue.
Forse proprio per questo mi sono convinto che non è facile fare funzionare cartucce del 16!
La rottweil rws e sempre stata cartuccia costante ed affidabile nel cal 12. Mi aspettavo lo stesso nel 16.. Ma così non è stato e mi sono detto con amarezza nemmeno loro riescono a far funzionare una cartuccia in questo calibro.
Poi mi sono capitate vecchie legia star E mi sono ricreduto.... ho cominciato a cercare per le armerie tutti i vecchi residui di questo calibro, e ho trovato tante buone Cartucce... (nc,Sipe,gevelot....)
Tanto che sono arrivato alla conclusione che in passato lo caricavano con più maestria.... Ma non si può andare sempre a cercare Vecchiumi.... ci vuole qualche novità...
E le attuali fiocchi, clever e rottweil non mi hanno convinto.
Cmq cercherò di fare qualcosa io....
ronin977 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip Piace questo post
Vecchio 05-06-19, 11:15 AM   #7
Massi
Guru del forum
 
Registrato dal: Dec 2011
ubicazione: Terni
Messaggi: 1,278
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 64
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 179
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 2 Post(s)
Quotato: 153 Post(s)
predefinito

L'incostanza delle cartucce su un fucile nel 90% dei casi dipende da un difetto di percussione (percussione debole o incostante)
Mettete un bossolo sparato sulla faccia della bascula tenuta in verticale, e tirate il grilletto, il bossolo deve essere lanciato a gran velocità e deve colpire il soffitto con violenza, con questa prova il fucile non avrà problemi con nessuna capsula e sarete a riparo da fuochi lunghi cilecche e incostanze.
Saluti
Massi non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 05-06-19, 01:56 PM   #8
angelo 1949
Utente regolare
 
Registrato dal: Feb 2017
ubicazione: mira ve
Messaggi: 179
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 2
Grazie (Ricevuti): 10
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 22
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 49 Post(s)
predefinito

calibro 16 in doppiettina al di sotto dei 3 kg, magnifica per chi cammina molto ne vidi una dell cz (ottime armi )anni fà in slovenia un vero gioellino .credo sia un acquisto per chi decidesse di farlo veramente positivo. la bignami di bolzano importa su ordinazione . w la caccia Angel
angelo 1949 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 05-06-19, 05:45 PM   #9
Gian Luca M
Utente regolare
 
L'avatar di Gian Luca M
 
Registrato dal: Oct 2013
ubicazione: Ravenna
Messaggi: 71
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 86
Grazie (Ricevuti): 27
Mi piace (Dati): 40
Mi piace (Ricevuti): 87
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 16 Post(s)
predefinito

Il ricordo di un tempo lontano: Lebeau Courally mod.5 del 1920 cal.16










---------- Messaggio inserito alle 05:45 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 05:40 PM ----------

Quando si camminava tanto e la leggerezza era assai gradita.......
Gian Luca M non è in linea   Rispondi quotando
Grazie oreip, claudio76, PIETROPIO Ha ringraziato per questo post
Vecchio 05-06-19, 06:22 PM   #10
claudio76
Moderatore
 
L'avatar di claudio76
 
Registrato dal: Jan 2010
ubicazione: Sant'Angelo in Vado
Messaggi: 3,262
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 323
Grazie (Ricevuti): 620
Mi piace (Dati): 880
Mi piace (Ricevuti): 1952
Non mi piace (Dati): 5
Non mi piace (Ricevuti): 8
Menzionato: 27 Post(s)
Quotato: 565 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Gian Luca M Visualizza il messaggio
Il ricordo di un tempo lontano: Lebeau Courally mod.5 del 1920 cal.16










---------- Messaggio inserito alle 05:45 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 05:40 PM ----------

Quando si camminava tanto e la leggerezza era assai gradita.......

Grande fucile Gianluca!!!
Un fioretto, che in Calibro 16 raggiunge la massima espressione del fucile nelle forme e nelle proporzioni... portarla a spasso è una vera goduria, e capisci realmente qual'è la differenza fra un fucile comune ed una fatto da mani sapienti come quelle che operavano in questa grandiosa bottega belga.
Spero gradirete qualche immagine del mio Lebeau Calibro 16, anno 1911, facente parte della limitata serie prodotta nel periodo di cooperazione fra la casa belga e la Webely & Scott, il cui marchio compare sulle canne...














La vedete fotografata in un contesto che sicuramente non merita e non le rende giustizia, ma al momento ho dietro solo questi pochi scatti... non me ne vogliate.
Saluti
Claudio
claudio76 non è in linea   Rispondi quotando
Grazie Gian Luca M, PIETROPIO Ha ringraziato per questo post
Mi piace Gian Luca M, PIETROPIO, Silver45 Piace questo post
Rispondi

Tag
cal, del, doppietta, nonno

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 07:49 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.