Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
Franchi

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I forum sulla cinofilia > Il bracco italiano

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 02-03-18, 01:31 PM   #21
bosco64
Guru del forum
 
L'avatar di bosco64
 
Registrato dal: Nov 2011
ubicazione: Langhe
Messaggi: 3,081
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 4
Grazie (Ricevuti): 65
Mi piace (Dati): 62
Mi piace (Ricevuti): 493
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 659 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Lucio Marzano Visualizza il messaggio
abbiamo una razza che da quasi un secolo ne comprende due di modo che non ne é definito il tipo . Abbiamo mitizzato il cane lento e trescante a pochi metri dal conduttore,il famigerato filosofo e pensatore, abbiamo mitizzato un'andatura frutto di scarse capacità atletiche facendone l'andatura UNICA della razza ,abbiamo lodato e PREMIATO i particolari morfologici NON funzionali ESAGERATI. Ancora oggi abbiamo una forte corrente che difende pervicacemente delle FALSE tradizioni alla quale si sono aggiunti troppi amanti del braccone da compagnia e ci meravigliamo che i cacciatori abbiano quasi abbandonato la razza ?
Tutto corretto, ma oggi se vuoi vedere dei bracchi che vanno, nel vero senso dlla parola, si può fare, ed è solo una questione di volontà. La scusa che erano tutti cosi' o cosà, che ci sono due forme non regge più. Se non ci fossero quelli validi, OK. Ma ci sono, basta cercarli e andare a vederli.
bosco64 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 02:22 PM   #22
maxmurelli
Guru del forum
 
L'avatar di maxmurelli
 
Registrato dal: Jan 2009
ubicazione: PODENZANO (PC)
Messaggi: 9,172
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 223
Grazie (Ricevuti): 230
Mi piace (Dati): 873
Mi piace (Ricevuti): 972
Non mi piace (Dati): 55
Non mi piace (Ricevuti): 31
Menzionato: 5 Post(s)
Quotato: 683 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da bosco64 Visualizza il messaggio
Tutto corretto, ma oggi se vuoi vedere dei bracchi che vanno, nel vero senso dlla parola, si può fare, ed è solo una questione di volontà. La scusa che erano tutti cosi' o cosà, che ci sono due forme non regge più. Se non ci fossero quelli validi, OK. Ma ci sono, basta cercarli e andare a vederli.
Certo che ci sono quelli validi, come ci sono quelli mediocri e quelli scarsi... come in tutte le razze d'altronde!
Parli di "scusa", ma a mio avviso non si può definire tale, come neanche può essere definito "preconcetto".
Secondo me non è poi così facile far cambiare idea al cacciatore "medio" per dei semplici motivi: innanzitutto se uno si trova bene con una razza, è abituato a cacciare con quella e lo fa da molti anni, credo che difficilmente voglia fare il cosiddetto "salto nel vuoto", solo perché è incuriosito. C'è poi chi l'ha fatto, per carità, e ne è rimasto entusiasta, ma c'è anche chi è ritornato subito indietro sui suoi passi...
Un altro motivo è che il cacciatore "medio" generalmente ha poca voglia di girare per andare a vedere e cercare una razza nuova, magari anche lontano da casa, quando vicino a dove vive ha una vasta scelta di soggetti in mano magari a compagni di caccia, ad amici, ad amici di amici ecc ecc con la possibilità di conoscerli bene o per lo meno di poterli vedere più e più volte in differenti occasioni e situazioni.

Senza poi contare che se si vuole cercare di allargare il giro agli appassionati di altre razze, allora lì è praticamente una battaglia già persa in partenza. Questo perché se uno è appassionato di Kurzhaar (per fare un esempio della razza da te citata), se gli piacciono le sue caratteristiche di lavoro e quelle morfologiche, sicuramente rimarrà colpito nel vedere un bravo continentale italiano sul terreno, ma da dire che deciderà di cambiare razza... beh, ce ne passa!
__________________
Saluti
M.

"E' riduttivo definire ausiliare chi recita in verità il ruolo di protagonista!"
maxmurelli non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 02:51 PM   #23
bosco64
Guru del forum
 
L'avatar di bosco64
 
Registrato dal: Nov 2011
ubicazione: Langhe
Messaggi: 3,081
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 4
Grazie (Ricevuti): 65
Mi piace (Dati): 62
Mi piace (Ricevuti): 493
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 659 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da maxmurelli Visualizza il messaggio
Certo che ci sono quelli validi, come ci sono quelli mediocri e quelli scarsi... come in tutte le razze d'altronde!
Parli di "scusa", ma a mio avviso non si può definire tale, come neanche può essere definito "preconcetto".
Secondo me non è poi così facile far cambiare idea al cacciatore "medio" per dei semplici motivi: innanzitutto se uno si trova bene con una razza, è abituato a cacciare con quella e lo fa da molti anni, credo che difficilmente voglia fare il cosiddetto "salto nel vuoto", solo perché è incuriosito. C'è poi chi l'ha fatto, per carità, e ne è rimasto entusiasta, ma c'è anche chi è ritornato subito indietro sui suoi passi...
Un altro motivo è che il cacciatore "medio" generalmente ha poca voglia di girare per andare a vedere e cercare una razza nuova, magari anche lontano da casa, quando vicino a dove vive ha una vasta scelta di soggetti in mano magari a compagni di caccia, ad amici, ad amici di amici ecc ecc con la possibilità di conoscerli bene o per lo meno di poterli vedere più e più volte in differenti occasioni e situazioni.

Senza poi contare che se si vuole cercare di allargare il giro agli appassionati di altre razze, allora lì è praticamente una battaglia già persa in partenza. Questo perché se uno è appassionato di Kurzhaar (per fare un esempio della razza da te citata), se gli piacciono le sue caratteristiche di lavoro e quelle morfologiche, sicuramente rimarrà colpito nel vedere un bravo continentale italiano sul terreno, ma da dire che deciderà di cambiare razza... beh, ce ne passa!
Se è cosi' come dici tu, ed in parte concordo, è una battaglia persa e bisogna accontentarsi di quello che c'è ora, sperando che non peggiori tanto, e sto parlando di numero di iscrizioni.
Se manca la volontà di cercare , manca anche la volontà di cambiare, ma allora non si dovrebbe più dire che rischi di fare il salto nel vuoto o tutto il resto che si sente in giro. Si farebbe prima a dire che non si ha nessun interesse a cambiare xchè va bene cosi'. Poi però quando tu trovi le beccacce e gli altri i cinghiali , non ti vengano a dire che sei solo fortunato, perchè senza cani non trovi ne uno ne l'altro.
bosco64 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 03:04 PM   #24
Lucio Marzano
Lo zio
 
L'avatar di Lucio Marzano
 
Registrato dal: Mar 2005
ubicazione: chiasso svizzera
Messaggi: 29,907
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 169
Mi piace (Dati): 190
Mi piace (Ricevuti): 1182
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 17
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 360 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da bosco64 Visualizza il messaggio
Tutto corretto, ma oggi se vuoi vedere dei bracchi che vanno, nel vero senso dlla parola, si può fare, ed è solo una questione di volontà. La scusa che erano tutti cosi' o cosà, che ci sono due forme non regge più. Se non ci fossero quelli validi, OK. Ma ci sono, basta cercarli e andare a vederli.
Ecco il punto "se vuoi vedere bracchi che vanno" ma non si devono vedere i bracchi che NON VANNO , i bracchi che vanno devono essere la regola NON L'ECCEZIONE e NON E' VERO che erano tutti cosi' , hanno scartato quelli che andavano per mitizzare i bufali lenti , linfatici , pesanti pieni di pelle e con ossature pesanti , prima della prima guerra mondiale i bracchi agili , veloci e dinamici erano la regola in collina e montagna , i Guareschi, i ranza , i piacentini, i bagnasco , gli aschieri , i sesiae, i tregolo per citarne solo alcuni erano soggetti , un secolo fa, che reggevano benissimo il confronto con altre razze straniere. La guerra porto' i bracchi vicini all'estinzione e spinse alla sciagurata unione fra due razze DIVERSE per struttura, utilizzo e tradizione . Ancora oggi ci barcameniamo senza prendere decisioni e nel frattempo i cacciatori hanno fatto le scelte che la logica venatoria indica e ancora devo leggere che essendoci dei bracchi validi basta cercarli mentre la SS continua o a non dare indicazioni o a darene di sbagliate ? Abbiamo perso 100 anni di selezione , credo che sia giunto il momento di chiederci dove si voglia andare anche perché i NUMERI sono sempre piu' impietosi !!!!
__________________
lucio
Lucio Marzano non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 03:26 PM   #25
bosco64
Guru del forum
 
L'avatar di bosco64
 
Registrato dal: Nov 2011
ubicazione: Langhe
Messaggi: 3,081
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 4
Grazie (Ricevuti): 65
Mi piace (Dati): 62
Mi piace (Ricevuti): 493
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 659 Post(s)
predefinito

Non si può tornare indietro, e quello che è stato fatto in passato non si può modificare.
Ma se chi alleva prendesse una strada ben precisa, anche se lo standard è ondivago, i fatti direbbero altro. Evidentemente a molti sta bene cosi'.
Non è una critica , ma solo la constatazione delle cose come le vedo io.
bosco64 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 03:50 PM   #26
silvio roncallo
Guru del forum
 
Registrato dal: Dec 2006
ubicazione: genova, Genova, Liguria.
Messaggi: 5,430
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 29
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 247
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 12
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 250 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da maxmurelli Visualizza il messaggio
.....Un altro motivo è che il cacciatore "medio" generalmente ha poca voglia di girare per andare a vedere e cercare una razza nuova, ...... quando vicino ...... ha una vasta scelta di soggetti ..... con la possibilità di conoscerli bene o per lo meno di poterli vedere più e più volte in differenti occasioni e situazioni.
asolutamente vero.

Del resto basta leggere qualche annuncio di "ricerca razza migliore per ...." per farsi un'idea.
la domanda ricorrente è: "dove posso comprare un cane per cacciare ...?"
seguita da: "qual'è la razza migliore per ..."
Naturalmente senza muovere un passo da casa, tanto c'è internet.

Solo chi si è veramente appassionato agli Italiani li và a cercare.

Poi, ovvio, a volte (o spesso) rimane deluso perchè "molti sono i pubblicizzati ma pochi i vero eletti".
Del resto la situazione è questa, con un miscuglio di sangue da esposizione e da lavoro e, dato che i numeri NON sono a nostro favore, chi è indeciso passa ad altro.

Voglio dire, nel setter inglese avrai anche il miscuglio di sangue da caccia e sangue da prove, ma MAI con quello da esposizione ammenochè non te lo vai a cercare.
Si preferisce avere un "indomabile" piuttosto che un mollaccione tra i piedi.

Poi un'altra cosa: la situazione venatoria in Italia è quella che è e la conosciamo tutti, non ci sono molte possibilità di "fare" un cane per cui, se non è precoce/issimo già parti ad handicap.
Non solo, come accennava Lucio, più volte in realtà, la "tempra" degli Italiani non consente un approccio a sistemi educativi "trasandati" o peggio "autoritari": quello che può andar bene per un continentale o un inglese non và bene per un Italiano.

E non tutti sanno come fare. (E anche qui, basta leggere le pagine sul Forum di quanti chiedono lumi per addestrare setter/breton/kurz/ecc.)

E poi ancora .....
__________________
silvio
silvio roncallo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 04:58 PM   #27
Lucio Marzano
Lo zio
 
L'avatar di Lucio Marzano
 
Registrato dal: Mar 2005
ubicazione: chiasso svizzera
Messaggi: 29,907
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 169
Mi piace (Dati): 190
Mi piace (Ricevuti): 1182
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 17
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 360 Post(s)
predefinito

Esiste una società specializzata che ha il compito istituzionale di tutelare e promuovere la razza dando indicazioni agli allevatori , redigendo standard di morfologia e lavoro funzionali , come posso accettare che le indicazioni siano tanto approssimative da indicare due razze diverse e che i due standard si contraddicano fra loro ??
__________________
lucio
Lucio Marzano non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 05:04 PM   #28
maxmurelli
Guru del forum
 
L'avatar di maxmurelli
 
Registrato dal: Jan 2009
ubicazione: PODENZANO (PC)
Messaggi: 9,172
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 223
Grazie (Ricevuti): 230
Mi piace (Dati): 873
Mi piace (Ricevuti): 972
Non mi piace (Dati): 55
Non mi piace (Ricevuti): 31
Menzionato: 5 Post(s)
Quotato: 683 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da bosco64 Visualizza il messaggio
Se è cosi' come dici tu, ed in parte concordo, è una battaglia persa e bisogna accontentarsi di quello che c'è ora, sperando che non peggiori tanto, e sto parlando di numero di iscrizioni.
Se manca la volontà di cercare , manca anche la volontà di cambiare, ma allora non si dovrebbe più dire che rischi di fare il salto nel vuoto o tutto il resto che si sente in giro. Si farebbe prima a dire che non si ha nessun interesse a cambiare xchè va bene cosi'. Poi però quando tu trovi le beccacce e gli altri i cinghiali , non ti vengano a dire che sei solo fortunato, perchè senza cani non trovi ne uno ne l'altro.
Capisco il tuo ragionamento, ma se uno è contento dei propri cani e si trova bene con quella razza, come credo lo sia tu, perché "trova le beccacce e non solo i cinghiali"... ma ONESTAMENTE chi glielo fa fare di cambiare completamente? Scusa ma te, quando avrai i tuoi bracchi anziani che farai? Te ne vai a cercare un altro o cambi completamente razza e vai a prenderti che ne so... un Vizsla o un Munsterlander (tanto per citare due razze poco diffuse nel nostro paese) senza magari sapere come e se sono i cani adatti a te e al tuo modo di cacciare?


Quote:
Originariamente inviata da silvio roncallo Visualizza il messaggio
asolutamente vero.

Del resto basta leggere qualche annuncio di "ricerca razza migliore per ...." per farsi un'idea.
la domanda ricorrente è: "dove posso comprare un cane per cacciare ...?"
seguita da: "qual'è la razza migliore per ..."
Naturalmente senza muovere un passo da casa, tanto c'è internet.

Solo chi si è veramente appassionato agli Italiani li và a cercare.

Poi, ovvio, a volte (o spesso) rimane deluso perchè "molti sono i pubblicizzati ma pochi i vero eletti".
Del resto la situazione è questa, con un miscuglio di sangue da esposizione e da lavoro e, dato che i numeri NON sono a nostro favore, chi è indeciso passa ad altro.

Voglio dire, nel setter inglese avrai anche il miscuglio di sangue da caccia e sangue da prove, ma MAI con quello da esposizione ammenochè non te lo vai a cercare.
Si preferisce avere un "indomabile" piuttosto che un mollaccione tra i piedi.

Poi un'altra cosa: la situazione venatoria in Italia è quella che è e la conosciamo tutti, non ci sono molte possibilità di "fare" un cane per cui, se non è precoce/issimo già parti ad handicap.
Non solo, come accennava Lucio, più volte in realtà, la "tempra" degli Italiani non consente un approccio a sistemi educativi "trasandati" o peggio "autoritari": quello che può andar bene per un continentale o un inglese non và bene per un Italiano.

E non tutti sanno come fare. (E anche qui, basta leggere le pagine sul Forum di quanti chiedono lumi per addestrare setter/breton/kurz/ecc.)

E poi ancora .....
Concordo Silvio
__________________
Saluti
M.

"E' riduttivo definire ausiliare chi recita in verità il ruolo di protagonista!"
maxmurelli non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 05:13 PM   #29
bosco64
Guru del forum
 
L'avatar di bosco64
 
Registrato dal: Nov 2011
ubicazione: Langhe
Messaggi: 3,081
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 4
Grazie (Ricevuti): 65
Mi piace (Dati): 62
Mi piace (Ricevuti): 493
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 659 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da maxmurelli Visualizza il messaggio
Scusa ma te, quando avrai i tuoi bracchi anziani che farai? Te ne vai a cercare un altro o cambi completamente razza e vai a prenderti che ne so... un Vizsla o un Munsterlander (tanto per citare due razze poco diffuse nel nostro paese) senza magari sapere come e se sono i cani adatti a te e al tuo modo di cacciare?
Prima di avere i miei vecchi cercherò di averne già un altro giovane di rincalzo. Io non ho intenzione di cambiare xchè se non cambio genere di caccia vado ottimamente bene cosi'. Ma non vado a lamentarmi con gli altri come fanno loro con me.
bosco64 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 02-03-18, 05:29 PM   #30
maxmurelli
Guru del forum
 
L'avatar di maxmurelli
 
Registrato dal: Jan 2009
ubicazione: PODENZANO (PC)
Messaggi: 9,172
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 223
Grazie (Ricevuti): 230
Mi piace (Dati): 873
Mi piace (Ricevuti): 972
Non mi piace (Dati): 55
Non mi piace (Ricevuti): 31
Menzionato: 5 Post(s)
Quotato: 683 Post(s)
predefinito

Scusa Bosco ma gli altri chi?
__________________
Saluti
M.

"E' riduttivo definire ausiliare chi recita in verità il ruolo di protagonista!"
maxmurelli non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
genealogico, iscrizioni, libro

Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11:41 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.