Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
La starna

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > Altri argomenti > Chiacchierando

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 26-10-17, 09:51 PM   #11
antonio franco
Banned
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: scandicci FI
Messaggi: 1,427
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 11
Grazie (Ricevuti): 43
Mi piace (Dati): 73
Mi piace (Ricevuti): 167
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 8
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 530 Post(s)
predefinito

Ale.... di Chianine al pascolo... mi dispiace dirti, ce ne sono ben poche. In certi stati del sud degli USA, le trovi veramente al pascolo ( non le chianine, le loro razze). Tutto per un motivo di costo. Allo stato brado in certi posti, con grandi estensioni, ti costano molto meno allevarle che nei capannoni. In Italia, è forse l'opposto. Farle in stalla costa di meno, inoltre non abbiamo abbastanza territorio per il pascolo brado, se non sull'appennino. Dove andavo a caccia io di codebianche, a Hancock county, GA, ricordo che le tenevano all'aperto, solo delle tettorie per quando pioveva. Ci andavano un paio di volte la settimana a portare acqua e fieno, e a fare un controllo generale. Ci sono questi posti in Italia?
antonio franco non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 26-10-17, 10:25 PM   #12
Ale T.
Guest
 
Messaggi: n/a
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Non mi piace (Dati):
Non mi piace (Ricevuti):
Menzionato: Post(s)
Quotato: Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da antonio franco Visualizza il messaggio
Ale.... di Chianine al pascolo... mi dispiace dirti, ce ne sono ben poche. In certi stati del sud degli USA, le trovi veramente al pascolo ( non le chianine, le loro razze). Tutto per un motivo di costo. Allo stato brado in certi posti, con grandi estensioni, ti costano molto meno allevarle che nei capannoni. In Italia, è forse l'opposto. Farle in stalla costa di meno, inoltre non abbiamo abbastanza territorio per il pascolo brado, se non sull'appennino. Dove andavo a caccia io di codebianche, a Hancock county, GA, ricordo che le tenevano all'aperto, solo delle tettorie per quando pioveva. Ci andavano un paio di volte la settimana a portare acqua e fieno, e a fare un controllo generale. Ci sono questi posti in Italia?
Buonasera Antonio, il mio era solo un esempio per diversificare la qualità tra carne e carne... qui in UK nei grandi pascoli del Galles e della Scozia i capi di bestiame (Black Angus, Hereford ecc.) passano il loro intero ciclo vitale nei pascoli sempre rigogliosi che caratterizzano queste terre. Ovviamente ci sono eccellenze in qualsiasi paese con ovvie differenze di prezzi. Le carni di provenienza USA sono comunque famose per l'utilizzo massiccio di steroidi (che in Italia comunque credo siano proibiti) per velocizzare e aumentare la produzione

Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
  Rispondi quotando
Vecchio 27-10-17, 01:32 AM   #13
l'inglese
Guru del forum
 
L'avatar di l'inglese
 
Registrato dal: Mar 2008
ubicazione: Arzignano, Vicenza
Messaggi: 3,227
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 64
Grazie (Ricevuti): 84
Mi piace (Dati): 313
Mi piace (Ricevuti): 468
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 206 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ale T. Visualizza il messaggio
Sulla carne rossa però non sono d'accordo: mi sono informato molto su questo argomento e bisogna fare un distinguo tra carne rossa e carne rossa; bisogna tener conto di due fattori: il metodo di allevamento (somministrazione di grassi idrogenati, situazioni igienico - sanitarie precarie ecc.) e il metodo di cottura. Per esempio la bistecca di un manzo statunitense cresciuto a steroidi e grassi idrogenati e cotto all'americana (CARBONIZZATA fuori e cruda dentro) allora si che sarà cancerogena e piena di colesterolo; ma se invece prendiamo una bistecca di un bel manzo di chianina che ha vissuto al pascolo per tutto il suo ciclo vitale, senza la somministrazione di steroidi o grassi idrogenati e cotta "il giusto" sulla brace o sulla piastra sarà uno degli alimenti più salutari a nostra disposizione.
Vorrei ringraziare tutti quanti per i preziosi spunti e vi invito a commentare ogniqualvolta vi venga qualcosa in mente, tutto è più che bene accetto!
Un saluto
Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
Se certe Costate , che gusto al massimo della libidine solo verso Firenze , fossero anche loro dannose alla salute , cosa che non credo , ne varrebbe ugualmente la pena ...
__________________
Roberto

Con affetto e simpatia

un saluto

l' inglese
l'inglese non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip, N/A Piace questo post
Vecchio 27-10-17, 09:59 PM   #14
vecchioA300
Guru del forum
 
L'avatar di vecchioA300
 
Registrato dal: Oct 2008
ubicazione: Firenze
Messaggi: 4,177
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 5
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 31
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 42 Post(s)
predefinito

In tempi non sospetti (primi anni '80....sigh!) quando iniziavano a muoversi i primi vegetariani (di vegani ancora non se ne parlava) assistei ad una lezione di un professore antropologo che cercò di farci ragionare prendendo spunti dalla realta. Il discorso partì (tristemente attuale....) da un articolo di giornale sul bambino di una coppia di vegetariani svezzato con alimentazione vegetariana, che a 3 anni pesava la metà della media ed aveva anche problemi di sviluppo intellettuale.
Portò l'esempio dei passerotti, che sono granivori, ma quando allevano i piccoli nel nido ricorrono anche ad una alimentazione animale (insetti e larve). Il bambino umano, infatti, sviluppa per primi i dentini incisivi e canini, solo dopo i molari, e questo significa, ci spiegò, che anche fra gli umani soprattutto ai bambini non bisogna certo far mancare le proteine animali, ma vallo a spiegare ai vegani.
Per quanto riguarda i problemi socio-economici del pianeta, secondo me andrebbe fatta la "proiezione" su larga scala del sistema dei miei nonni: c'era un orto ben fornito, qualche albero da frutto per ogni stagione, l'immancabile pollaio ed il porcile, che assorbiva anche gran parte degli scarti dell'orto.
I nonni forse non lo sapevano, ma portavano avanti un "modello" di sviluppo sostenibile per il pianeta?
__________________
MB,Tecna,Sipe,JK6, mah, le uniche che mi funzionano sono quelle caricate con la "CENTRITE"!
vecchioA300 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace N/A Piace questo post
Vecchio 28-10-17, 09:37 AM   #15
duedentoni
Utente abituale
 
L'avatar di duedentoni
 
Registrato dal: Aug 2013
ubicazione: Firenze
Messaggi: 891
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 33
Mi piace (Dati): 33
Mi piace (Ricevuti): 111
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 5
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 104 Post(s)
predefinito

Oggi è tornata la moda della chianina, anche 35 euro un hamburgh di chianina ho sentito pagare... il problema è che in italia ci sono pochissimi allevamenti...quindi tutta questa chianina da dove viene? Dall'estero....
__________________
Non provo rabbia, nemmeno delusione, ho solo quel senso di schifo e disprezzo per aver dato importanza a gente inutile.
duedentoni non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-10-17, 12:26 PM   #16
pointer56
Guru del forum
 
Registrato dal: Sep 2013
ubicazione: Cordenons (PN)
Messaggi: 2,747
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 35
Grazie (Ricevuti): 149
Mi piace (Dati): 180
Mi piace (Ricevuti): 818
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 5
Menzionato: 4 Post(s)
Quotato: 1121 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ale T. Visualizza il messaggio
Buonasera a tutti,
in giugno discuterò la mia tesi di laurea...
.....

3)Perché la teoria vegana è sbagliata (la produzione di massa di prodotti vegani ha lo stesso impatto ambientale, se non superiore, alla produzione di massa di prodotti per una dieta "onnivora"

.....
Ale, se fossi il tuo professore ti direi che sei molto poco scientifico ed obiettivo nel tuo approccio al tema: tu, sforzandoti di essere obiettivo, devi indagare SE la teoria vegana è sbagliata, il che significa anche averla ben studiata e compresa nelle sue espressioni migliori, più seriamente argomentate e scientifiche (SE ce ne sono! Anche questo deve essere oggetto di indagine...), dopodichè devi considerare tali ragioni e sottoporle a una seria verifica scientifica. Non credi? Ma non per finta, eh.
pointer56 non è in linea   Rispondi quotando
Grazie N/A Ha ringraziato per questo post
Mi piace N/A Piace questo post
Vecchio 30-11-17, 12:00 AM   #17
Oizirbaf
Moderatore Buona Forchetta
 
L'avatar di Oizirbaf
 
Registrato dal: Nov 2014
ubicazione: Milano
Messaggi: 326
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 85
Mi piace (Dati): 1
Mi piace (Ricevuti): 167
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 155 Post(s)
predefinito

Ale. In termini molto crudi, spogli nonchè pezzenti.
La dieta vegana è una pura e semplice moda che trae spunto da una bozza filosofica valida, come tale, unicamente per ricchi annoiati con possibilità di scegliere cosa mangiare e disquisire in modo a volte isterico ed insofferente delle preferenze (e convinzioni ) altrui.
L'atteggiamento salottiero e "progressista" (a parole) non vede, o non vuol vedere che il problema più grande, insormontabile e mortale per l'ambiente e per il pianeta sarà la "bomba demografica" che, se non frenata con metodi biologici, naturali, artificiali e scientifici (contraccezione e coercizione con correzione coatta degli usi e costumi: il padre della Kienge ha 30 figli!!!) ci condannerà tutti, carnivori e vegani.
La filosofia Vegan non avrà il minimo futuro se non "microcosmico" davanti ad uno sciame di "cavallette" affamate e distruttive di tutto ciò che è commestibile.
Ultimamente, da medico, rimango esterefatto davanti ad affermazioni disinvolte sulla biochimica alimentare, su certe affermazioni prese qua e là per sentito dire ed accolte nell'empireo delle verità scientifiche con il preciso intento di elevare esse stesse a verità, ammannite proprio come tali e come esche per i tanti polli impreparati e scientificamente semianalfabeti ma numerosi sul piano dell'opinione pubblica.

Oizirbaf
__________________
Rem tene, verba sequentur.
Oizirbaf non è in linea   Rispondi quotando
Grazie N/A Ha ringraziato per questo post
Mi piace alessandro canella, oreip, N/A, teufel.35 Piace questo post
Vecchio 15-12-17, 10:14 AM   #18
Ale T.
Guest
 
Messaggi: n/a
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Non mi piace (Dati):
Non mi piace (Ricevuti):
Menzionato: Post(s)
Quotato: Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Oizirbaf Visualizza il messaggio
Ale. In termini molto crudi, spogli nonchè pezzenti.
La dieta vegana è una pura e semplice moda che trae spunto da una bozza filosofica valida, come tale, unicamente per ricchi annoiati con possibilità di scegliere cosa mangiare e disquisire in modo a volte isterico ed insofferente delle preferenze (e convinzioni ) altrui.
L'atteggiamento salottiero e "progressista" (a parole) non vede, o non vuol vedere che il problema più grande, insormontabile e mortale per l'ambiente e per il pianeta sarà la "bomba demografica" che, se non frenata con metodi biologici, naturali, artificiali e scientifici (contraccezione e coercizione con correzione coatta degli usi e costumi: il padre della Kienge ha 30 figli!!!) ci condannerà tutti, carnivori e vegani.
La filosofia Vegan non avrà il minimo futuro se non "microcosmico" davanti ad uno sciame di "cavallette" affamate e distruttive di tutto ciò che è commestibile.
Ultimamente, da medico, rimango esterefatto davanti ad affermazioni disinvolte sulla biochimica alimentare, su certe affermazioni prese qua e là per sentito dire ed accolte nell'empireo delle verità scientifiche con il preciso intento di elevare esse stesse a verità, ammannite proprio come tali e come esche per i tanti polli impreparati e scientificamente semianalfabeti ma numerosi sul piano dell'opinione pubblica.

Oizirbaf
Buongiorno Sig. Fabrizio,
Essendo Lei un medico volevo chiederle una sua opinione riguardo al presunto pericolo cancro che può portare la carne rossa.
Un saluto
  Rispondi quotando
Vecchio 15-12-17, 12:42 PM   #19
Yed
Guru del forum
 
Registrato dal: Sep 2012
ubicazione: Pordenone
Messaggi: 1,238
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 57
Mi piace (Dati): 384
Mi piace (Ricevuti): 174
Non mi piace (Dati): 10
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 2 Post(s)
Quotato: 527 Post(s)
predefinito

Par mi , che no son dotor, bisogna magnar un fià de tut, poch ma bon;
possibilmente allevato e coltivato alla vecchia maniera!
mandi
Yed non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace cioni iliano, teufel.35 Piace questo post
Vecchio 20-12-17, 11:19 AM   #20
Oizirbaf
Moderatore Buona Forchetta
 
L'avatar di Oizirbaf
 
Registrato dal: Nov 2014
ubicazione: Milano
Messaggi: 326
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 85
Mi piace (Dati): 1
Mi piace (Ricevuti): 167
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 155 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ale T. Visualizza il messaggio
Buongiorno Sig. Fabrizio,
Essendo Lei un medico volevo chiederle una sua opinione riguardo al presunto pericolo cancro che può portare la carne rossa.
Un saluto
Eh Ale! Bella domanda! Qualsiasi fosse la mia risposta sarebbe solo ed unicamente un'opinione! Così come, per ora, opinioni sono quelle degli studi scientifici che asseriscono una simile correlazione: statistiche numeriche con rilevazioni metanalitiche che in altri argomenti hanno riservato cocenti delusioni. Nessuno si sente di dare come certi, "carved in the stone", i risultati che pubblicano. Io riterrei opportuna, come sempre, la prudenza: non eccedere in nulla è buona norma! Paracelso diceva: "è la dose che fa il veleno".
Oizirbaf
__________________
Rem tene, verba sequentur.
Oizirbaf non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
laurea, tesi

Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 09:47 PM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.