Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
La starna

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulla caccia > Il ritrovo del cacciatore

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 10-05-16, 10:23 AM   #1
giulio pernarella2
Utente regolare
 
L'avatar di giulio pernarella2
 
Registrato dal: Nov 2009
ubicazione: Monte san Biagio lt
Messaggi: 112
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 1
Mi piace (Dati): 76
Mi piace (Ricevuti): 8
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 6 Post(s)
predefinito Pesticidi

L ISPRA lancia allarme pesticidi.

http://www.google.it/url?url=http://...3KTl0ZN5DVtVjw
__________________
“Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."
giulio pernarella2 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 11:07 AM   #2
arfo
Guru del forum
 
Registrato dal: Feb 2013
ubicazione: Provincia di Lodi
Messaggi: 1,284
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 67
Grazie (Ricevuti): 69
Mi piace (Dati): 949
Mi piace (Ricevuti): 439
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 2
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 65 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da giulio pernarella2 Visualizza il messaggio
Sono dati allarmanti, ma purtroppo non sorprendenti.

Un Paese che vive di bellezze paesaggistiche e di eccellenze enogastronomiche dovrebbe porre al centro del dibattito pubblico - fra le altre cose - una politica agricola e ambientale d'impatto. L'Italia in questo campo è senz'altro già all'avanguardia, ma credo si debba fare di più e meglio.
arfo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 11:23 AM   #3
Giannirm
Utente abituale
 
L'avatar di Giannirm
 
Registrato dal: Nov 2013
ubicazione: Castelli Romani LAZIO
Messaggi: 667
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 20
Mi piace (Dati): 12
Mi piace (Ricevuti): 125
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 85 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da arfo Visualizza il messaggio
Sono dati allarmanti, ma purtroppo non sorprendenti.

Un Paese che vive di bellezze paesaggistiche e di eccellenze enogastronomiche dovrebbe porre al centro del dibattito pubblico - fra le altre cose - una politica agricola e ambientale d'impatto. L'Italia in questo campo è senz'altro già all'avanguardia, ma credo si debba fare di più e meglio.
Già! Tutti dietro ai capri espiatori e non alle cause certe dei problemi ambientali e della forte diminuzione della biodiversità, ci sono sempre meno insetti dovuto ai pesticidi ed insetticidi agricoli e domestici, la stessa lotta alle zanzare è deleteria per ogni insetto, te ne accorgi quando in auto ne trovi pochi spiaccicati sul parabrezza dopo un lungo viaggio primaverile, la piccola avifauna è ai minimi termini anche per questo.
__________________
O a Napoli in carrozza o alla macchia a far carbone!

Ultima modifica di Giannirm; 10-05-16 a 11:53 AM
Giannirm non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace Prince Piace questo post
Vecchio 10-05-16, 11:32 AM   #4
walt46
Utente abituale
 
L'avatar di walt46
 
Registrato dal: Feb 2015
ubicazione: genova
Messaggi: 384
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 55
Grazie (Ricevuti): 25
Mi piace (Dati): 104
Mi piace (Ricevuti): 152
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 83 Post(s)
predefinito

Buongiorno, non piu tardi di un anno fa,Piemonte, le associazioni di categoria in accordo con le nostre..........sul tema danni........

.....Si è altresì rimarcato l’interesse a che i risarcimenti arrivino solleciti e sicuri, invitando il mondo venatorio a farsi parte attiva presso gli enti preposti affinché vengano trovate idonee soluzioni.........
...............Il territorio deve essere salvaguardato, valorizzato, con azioni di ripristino ambientale che avvantaggino il ritorno della piccola selvagginacreando un miglior equilibrio faunistico rispetto alla fauna ungulata...................E DAGLIE!!!!

......Questa dichiarazione viene dalla Lombardia nn piu tardi di due gg fa da parte di un associazione di categoria........

........"Quello dei selvatici -.????? - non è un problema solo per il mondo faunistico-venatorio, ma riguarda anche altri settori come quello ambientale e sanitario. E' importante e necessario, quindi, affrontarlo con un approccio interdisciplinare. Anche dal punto di vista finanziario si rende necessaria una compartecipazione e bisogna fare in modo che alle province sia garantito il ritorno delle risorse derivanti dalla tassa di concessione dei cacciatori".............E DAGLIE!!!

Ora ringraziandoti per aver sollevato il problema con quello che certifica ISPRA, a quanti piacera questa situazione (annunciata)dato che pare gli agricoltori, nei proggetti delle AAVV,dovrebbero essere la ns ancora di salvezza, quindi oltre che assassini,ecc ecc dovremo sopportare anche il fardello altrui da alleati ???No, grazie,prima da Cittadino poi da Cacciatore!!!

E QUESTI DANNI AMBIENTALI CHI LI RISARCIRA ALLA COMUNITA ???
__________________
Super aspidem et basiliscum ambulabis, et conculcabis leonem et draconem .
walt46 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 01:28 PM   #5
bucks
Utente abituale
 
Registrato dal: Jul 2012
ubicazione: piemonte
Messaggi: 455
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 2
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 9
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 0
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 33 Post(s)
predefinito

Quindi l'alternativa alla chimica quale sarebbe ????? perchè un alternativa ci deve pur essere se no che facciamo chiudiamo tutte le aziende e trasformiamo il territorio in una giungla salvo poi alimentarci con i prodotti impestati che ci arrivano da fuori , e non pensate che gli agricoltori si divertano ad usare prodotti chimici se non altro per il loro costo , prima di criminalizzare una categoria bisogna conoscere bene tutti gli aspetti ,comunque disposto ad accettare un alternativa che mi permetta pero' anche di soppravvivere
bucks non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 03:04 PM   #6
arfo
Guru del forum
 
Registrato dal: Feb 2013
ubicazione: Provincia di Lodi
Messaggi: 1,284
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 67
Grazie (Ricevuti): 69
Mi piace (Dati): 949
Mi piace (Ricevuti): 439
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 2
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 65 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da bucks Visualizza il messaggio
Quindi l'alternativa alla chimica quale sarebbe ????? perchè un alternativa ci deve pur essere se no che facciamo chiudiamo tutte le aziende e trasformiamo il territorio in una giungla salvo poi alimentarci con i prodotti impestati che ci arrivano da fuori , e non pensate che gli agricoltori si divertano ad usare prodotti chimici se non altro per il loro costo , prima di criminalizzare una categoria bisogna conoscere bene tutti gli aspetti ,comunque disposto ad accettare un alternativa che mi permetta pero' anche di soppravvivere
Da un estremo all'altro, Bucks...

C'è una chimica utile e praticamente indispensabile, come quella dei fertilizzanti. C'è poi una chimica apparentemente utile ma dannosa, non indispensabile ma semplicemente comoda: quella degli erbicidi a largo spettro, ad esempio. Ecco, ridurre l'uso di certi veleni non è fantascienza e non è una guerra alle streghe: è chiaro che la chimica è fondamentale così come il biologico, su larga scala, è insostenibile; ma il buon senso impone di rimediare a certi errori del passato e del presente.

Inviato dal mio ASUS_Z00ED utilizzando Tapatalk
arfo non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace pako Piace questo post
Vecchio 10-05-16, 03:57 PM   #7
pako
Guru del forum
 
L'avatar di pako
 
Registrato dal: Nov 2009
ubicazione: Tortona
Messaggi: 4,771
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 68
Grazie (Ricevuti): 38
Mi piace (Dati): 377
Mi piace (Ricevuti): 112
Non mi piace (Dati): 3
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 46 Post(s)
predefinito

Nessuno vuole criminalizzare gli agricoltori, ci mancherebbe, già patiscono le inefficaci politiche agricole italiane, ma devono capire cosa vogliono fare, e cosa vuole fare il consumatore, gli essiccatoi il grano sporco non lo vogliono, cosi noi ci mangiamo delle farine provenienti da grani che hanno "sucato" almeno 5 trattamenti, di cui l'ultimo su spiga...se và bene a noi và bene anche agli agricoltori...

---------- Messaggio inserito alle 02:57 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 02:56 PM ----------

Certo che se pensiamo che il glifosate lo usano come fosse deodorante...
__________________
... Che cos'è il Genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione.."amici miei atto II"
pako non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 04:09 PM   #8
Baitel
Utente abituale
 
L'avatar di Baitel
 
Registrato dal: Feb 2010
ubicazione: Val Trompia (BS)
Messaggi: 426
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 9
Grazie (Ricevuti): 9
Mi piace (Dati): 54
Mi piace (Ricevuti): 42
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 2
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 15 Post(s)
predefinito

Purtroppo nulla di nuovo sotto il sole, anzi mi permetto di aggiungere che il quadro è ben più serio di quanto fotografato (visto che per certe Regioni i controlli delle acque da parte degli Enti preposti sono ridotti al lumicino x non usare altri eufemismi)

Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
Baitel non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 04:19 PM   #9
pointer56
Guru del forum
 
Registrato dal: Sep 2013
ubicazione: Pordenone
Messaggi: 3,175
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 48
Grazie (Ricevuti): 186
Mi piace (Dati): 218
Mi piace (Ricevuti): 980
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 14
Menzionato: 4 Post(s)
Quotato: 1354 Post(s)
predefinito

Ci sono sementi OGM da cui nascono piante più resistenti a parassiti, funghi ecc., il che significa usare meno o nessun prodotto chimico come i pesticidi. Ora, posto che nessuno ha finora prodotto prove sulla dannosità degli OGM, direi che una coltura che non ha bisogno di pesticidi sia una cosa buona e giusta, no? Ma provate a sostenere una così ovvia tesi con i taleban-ambientalisti! Viviamo di luoghi comuni: gli OGM sono dannosi. Una cosa ripetuta 1000 volte diventa reale, anche se magari è una baggianata (non occorre motivare).
pointer56 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-05-16, 04:24 PM   #10
il beccaccino parlante
Guru del forum
 
L'avatar di il beccaccino parlante
 
Registrato dal: Sep 2009
ubicazione: Alessandria/Bologna
Messaggi: 2,238
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 7
Grazie (Ricevuti): 51
Mi piace (Dati): 28
Mi piace (Ricevuti): 191
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 143 Post(s)
predefinito

è un discorso complesso, dai mille risvolti, e che spesso vede incrimanata una categoria, quella degli agricoltori, che ha tante colpe e tante volte le sue ragioni...

posso dire, per esperienza diretta, che l'Italia ha il regime più restrittivo di tutta l'unione europea, e certi fitofarmaci ancora in uso in altre nazioni europee sono stati banditi in Italia già da una ventina d'anni...

posso solo fare una serie di considerazioni...

l'agricoltura italiana è allo sbando totale da almeno una cinquantina d'anni... non c'è mai stata come ministro dell'agricoltura una figura forte che garantisse ai sistemi ecocompatibili (sotto certi versi, non per altri) la sostenibilità... dalle politiche dell'ultimo mezzo secolo abbiamo visto la quasi totale distruzione del patrimonio zootecnico portando tanti allevatori a cambiare strada o facendogli smettere di allevare e coltivare la terra secondo determinati canoni... l'abbandono delle campagne è un altro sintomo di qualcosa che non va nel sistema....

è una continua, strangolante, rincorsa al profitto "di sopravvivenza" dove il prezzo del tuo prodotto viene definito da chi ti fornisce i mezzi per produrlo... se il costo per ettaro nella produzione del mais si attesta a 1500 euro all'ettaro, con una produzione media italiana sulle 9,5 tonnellate/ettaro, il prezzo del mais dovrebbe essere ben superiore ai 110 euro/tonnellata che il mercato offre... al povero agricoltore, oltre al guadagno minimo (grazie alle varie forme di incentivo come pac, 2078, ecc), resta solo il rischio della produzione... invece quei 1500 euro finiscono in tasca alle multinazionali che vendono le sementi, i fitofarmaci e diserbanti, il gasolio per i tuoi trattori...

e questo discorso si può farlo sulla vite, sulla frutta, sui cereali, su qualunque cosa di meccanizzato... noi cacciatori ci lamentiamo che le mediche vengono tagliate a velocità incredibili con barre falcianti che magari prendono 7/8 metri... sacrosanta lamentela, ma quello sul trattore più fa veloce, più il suo guadagno è commisurato al lavoro e alle spese che sta tenendo...

si salvano quelle aziende che producono ancora in una certa maniera, ma hanno sempre da scontrarsi con la grande distribuzione che fornisce un prodotto discreto ad un prezzo molto più accessibile...

così, dopo aver fatto la lotta con la siccità o la grandine, con l'invasione di parassiti vari, lavorando come un dannato, sgomiti sul mercato con un prodotto fatto in qualche paese dove la manodopera costa un decimo e usano schifezze che nemmeno si possono immaginare...

tornando al glifosate, nello specifico, la grande bolla è scoppiata circa 2 anni fa quando, guarda il caso, il brevetto per questo prodotto è scaduto e sul mercato hanno cominciato a girare cloni del prodotto a 1/3 del suo prezzo... leggendo l'articolo stesso, sembra che sul grano vengano fatti più trattamenti, addirittura per seccare la spiga e provvedere alla battitura... chiamate un qualunque consorzio agrario con un tecnico e vi dirà che l'unico trattamento a base di glifosate, se non l'unico in tutta la sua vita, viene fatto sulla stoppia... sulla pianta si fanno trattamenti, rarissimi, per la ruggine... È dato che il glifosate è un diserbante totale non lo troverete mai su nessun prodotto che mangerete!
__________________
Cosa sarebbe la Caccia senza gli Autori che hanno lasciato pagine indimenticabili sulla grande avventura cacciatoresca? Un mondo meraviglioso perduto.
Quadri di passione, inni alla Natura, agli animali e agli uccelli: un mondo libero nella palestra in cui si svolge l’attività venatoria, fatiche e riposi, delusioni e gioie, visioni irripetibili.

Ultima modifica di il beccaccino parlante; 10-05-16 a 09:09 PM
il beccaccino parlante non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace danguerriero, Angi30 Piace questo post
Rispondi

Tag
pesticidi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:53 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.