Il forum sulla caccia e sulla cinofilia
La starna

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulla caccia > Legislazione venatoria ed ambientale

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 05-04-18, 09:54 AM   #51
phalacrocorax
Guru del forum
 
L'avatar di phalacrocorax
 
Registrato dal: Apr 2009
ubicazione: Veneto, Verona
Messaggi: 5,717
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 31
Grazie (Ricevuti): 92
Mi piace (Dati): 66
Mi piace (Ricevuti): 336
Non mi piace (Dati): 2
Non mi piace (Ricevuti): 1
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 236 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Giobica Visualizza il messaggio
Mi dispiace contraddirti ma purtroppo non e' cosi': ogni apparecchio elettrico o elettronico che sia' ha non solo un numero di matricola ma anche un'altro numero detto cod.articolo ...(vedi sotto 2 esempi di stesso cod. articolo e matricole diverse).
A cosa serve la matricola ??A identificare proprio 2 articoli uguali(stesso cod.articolo) ma venduti in periodi diversi o a persone diverse.In caso di
riparazione in garanzia e' proprio il numero di matricola che viene accompagnato alla stessa per stabilirne l'effettiva durata.
ex..Io acquisto un televisore mod. x oggi, 04/04/2018.Tu hai acquistato lo stesso televisore(stesso cod. articolo) 6 mesi fa'.La mia garanzia scadra' 6 mesi dopo della tua.Come fare ad identificare e a dare inizio alla decorrenza della garanzia? Proprio per mezzo del numero di matricola che e' sempre diverso per ogni pezzo dello stesso modello , accompagnato chiaramente
da documento fiscale di acquisto.
A parte questo lungo OT, di questo chiedo scusa ai piu', e' chiaro che dovrebbe bastare la trascrizione su apposito registro da parte dell'armiere ma "l'imbecille di turno" che "pretende di sapere" e' sempre in agguato e se per noi
non ha grande rilevanza avere una ricevuta di arma in riparazione, per lui che
ha voglia di scrivere...potrebbe averne molta !!!Tutto li'...
Mi pare evidente che tra un'arma ed un ferro da stiro ci sia una differenza abissale, mentre invece qui si vorrebbero parificare perdendo di vista il punto che conta: le matricole dell'arma servono a collegare quella precisa arma a quella precisa persona; le matricole del ferro da stiro, o i suoi numeri identificativi, non hanno lo stesso scopo.
Ferri da stiro ed armi non sono prodotti simili, e sono regolati da normative differenti.
Un conto è la garanzia di un prodotto, un conto è l'obbligo della sua riconducibilità ad un detentore preciso.
Se tu mi vendi il tuo ferro da stiro io non devo fare alcuna denuncia alle autorità di pubblica sicurezza, e se vado dal riparatore di ferri da stiro con un ferro da stiro che non ho acquistato io, il riparatore me lo prende in riparazione senza minimamente chiedersi se il ferro sia effettivamente mio e se io abbia titolo per portarglielo.
La ricevuta di consegna del ferro da stiro vale solo a stabilire a chi poi il riparatore deve restituire quel ferro da stiro (a chi esibisce la ricevuta), perché altrimenti quel ferro potrebbe essere consegnato benissimo a chiunque lo chieda.
Un'arma è un mondo totalmente diverso, mi pare dovrebbe essere perfino lapalissiana quest'affermazione. Ma se qualcuno ha dei dubbi, basta che provi a ritirare dall'armeria una qualsiasi arma in riparazione, sia che abbia o che non abbia la ricevuta di chi ce l'ha portata.
Quindi le matricole di un'arma non sono uguali ai numeri identificativi di un qualsiasi altro prodotto commerciale, sono numeri ai quali sono collegati effetti giuridici ben precisi e del tutto singolari.

Quindi questo paragone tra ferri stiro ed armi, oltre a non essere azzeccato a mio avviso, ha fatto perdere di vista un po' a tutti il dato di partenza del mio intervento che era questa affermazione: "Un controllo a casa senza un documento del riparatore sono cxxxxi Molto amari. Ti fottono te e l'armiere". Affermazione da cui, personalmente, continuo a dissentire.
Che uno, per sicurezza sua personale, si senta più tranquillo ad avere in mano una ricevuta di riparazione, è un conto. Che uno DEBBA avere una ricevuta di riparazione altrimenti "lo fottono", è un altro paio di maniche.
Quindi quello che io convintamente sostengo è che non esiste alcun obbligo di avere e di esibire ad un controllo una ricevuta di riparazione.
phalacrocorax non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace cero, Yed Piace questo post
Vecchio 05-04-18, 10:46 AM   #52
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 7,243
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 144
Grazie (Ricevuti): 98
Mi piace (Dati): 493
Mi piace (Ricevuti): 414
Non mi piace (Dati): 23
Non mi piace (Ricevuti): 53
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 577 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da selecon Visualizza il messaggio
L'armiere....dipende.
Se porto un'arma a Flavio Fare' (per dirne uno) so a chi la sto dando e so chi lavora da lui.
Con lui dormo sonni tranquilli.

Ora vi racconto un paio di cose personali

Mi è capitato di dare un acconto ad un armaiolo di Novara per una Colt Pyton e quando sono andato a ritirarla lui l'aveva venduta: gli ho detto di ridarmi i soldi (acconto del 50%) e mi ha detto che se volevo potevo comprare qualcosa.

Comportandosi così, ovviamente, è andato velocemente in difficoltà economiche ed è girata la diceria che "intestava" fittiziamente munizioni a clienti che non le avevano mai acquistate e c'erano problemi con la questura.

Che ne sappiamo noi di quello che accade in casa d'altri? chiedere una ricevuta costa nulla.

Vi faccio un altro esempio di vita vissuta.
In un TSN c'era un commissario di tiro che io consideravo - e considero umanamente- più o meno alla stregua di una nutria lebbrosa.

Gli presento una S&W con relativa denuncia, lui guarda e dice: la matricola non corrisponde.
Io gli rispondo: guardi correttamente e lui insiste.
La mia risposta è stata: può andare a denunciarmi nel frattempo vado a sparare.

Naturalmente la testa di vitello andò a denunciarmi e, 4 mesi dopo, arrivarono i CC a fare un controllo armi: in tre.

Arrivammo alla 38 incriminata e questi, abbagliati dal numero che leggevano e compariva in denuncia, sobbalzarono.
Iniziarono quindi con la tecnica di interrogatorio riservata al pirlone forse in buona fede.
Il più alto in grado iniziò a blandirmi:
"Mamma mia...ma quante storie con 'sti numeri...ora ci mettiamo qui e sistemiamo 'sti errori in denuncia una volta per tutte...ma senta un po'....non è che vi siete scambiati per errore la pistola al tiro?"

Sobbalzai letteralmente e capii che stavo rischiando un mare di guai e decisi che la cosa doveva finire subito.

Sorrisi e dissi:
"Ora vi faccio vedere una magia".
Presi dalla scatola il cacciavite originale, lo mostrai ai tre, tolsi le guancette e apparve il numero di matricola.
Mostrandolo proposi la mia tesi: non io avevo acquistato illecitamente la mia arma o l'avevo scambiata al TSN ma qualcuno in eccesso di furbizia aveva scambiato il numero di serie con quello di matricola.


Voglio continuare con una altra magia, dissi loro.

Presi in MIEI registri (partono dalle denunce del nonno, scritte a mano) dove tengo tutti i movimenti armi praticamente da sempre e fui in grado i tracciare la vita della S&W e delle altri armi comuni in mio possesso.

Detto ciò, chiesi loro se serviva altro.
Il più intelligente dei tre, un sardo di grande esperienza, disse testualmente: "No, grazie mille. Oggi con le figure di mexda noi saremmo a posto".


Conclusione MIA e PERSONALE.
Chi non ha nulla da nascondere, tenga sempre una carta in più.
Potrebbe essere quella che convince subito della tua innocenza e ti evita un rinvio a giudizio.
Costa così poco...
Mi sembra che dare un acconto dovrebbe essere diverso dal dare la caparra. Se l'affare fosse interessante è sempre meglio tutelarsi dando la caparra. Molto probabilmente l'armiere ha trovato più vantaggioso vendere l'arma ad un altro acquirente. In questo caso a guadagnarci è stato solo l'armiere, con la caparra avresti guadagnato pure tu. Non ho capito casa vuol dire "gli ho detto di ridarmi i soldi acconto del 50%" E' previsto dalla legge presentare la denuncia di detenzione al commissario di tiro? La denuncia di detenzione non dovrebbe stare dove sono le armi? Per sapere quali sono i compiti del commissario di tiro basterebbe leggere cosa dice il regolamento UITS. Per quello che ricordo il commissario di tiro deve registrare il documento di trasporto, la matricola dell'arma oltre al modello e il numero di tessera del TSN. Scusa, il commissario di tiro dove doveva guardare correttamente la matricola se questa era occultata dalle guancette? I carabinieri, la polizia, il commissario di tiro o qualsiasi organo preposto al controllo sono obbligati ad andare in giro con il cacciavite in tasca per controllare la matricola del tuo revolver? Sei sicuro le guancette del tuo revolver sono originali? La mia opinione è che la magia te la potrebbero far vedere in qualche caserma se non rendi immediatamente visibile la matricola dell'arma senza per questo dover usare attrezzi. Anche se dietro ti porti il cacciavite, l'arma per strada non te la fanno smontare.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 05-04-18, 12:05 PM   #53
selecon
Utente abituale
 
L'avatar di selecon
 
Registrato dal: Dec 2012
ubicazione: vercelli-milano
Messaggi: 358
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 8
Grazie (Ricevuti): 13
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 120
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 2 Post(s)
Quotato: 161 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da sly8489 Visualizza il messaggio
Mi sembra che dare un acconto dovrebbe essere diverso dal dare la caparra. Se l'affare fosse interessante è sempre meglio tutelarsi dando la caparra.

Dipende da cosa vuoi fare. Se il tuo obiettivo è avere proprio QUEL bene, per ottenere l'esecuzione in forma specifica devi dare un acconto; rammento che la caparra altro non è che una penale.


Molto probabilmente l'armiere ha trovato più vantaggioso vendere l'arma ad un altro acquirente. In questo caso a guadagnarci è stato solo l'armiere, con la caparra avresti guadagnato pure tu.

L'armiere non ha guadagnato, ha ottenuto un illecito provento. Non ha ottemperato ad un suo obbligo derivante da contratto (leggi il libro V, le obbligazioni) e io potevo fargli causa. Allora avevo priorità diverse nella vita che perseguire dei "barboni".


Non ho capito casa vuol dire "gli ho detto di ridarmi i soldi acconto del 50%"

E' evidente che non avendo più l'arma avrebbe dovuto almeno restituire i soldi avuti in anticipo pagamento, invece mi ha costretto a spendere i miei soldi in altri acquisti. Cosa c'è da capire?


E' previsto dalla legge presentare la denuncia di detenzione al commissario di tiro? La denuncia di detenzione non dovrebbe stare dove sono le armi?

E' legittimo -e prudente- quando ti sposti con le armi avere con te una copia della denuncia di detenzione.
Per una arma comune -divieto di comodato- dimostrare che sei il proprietario esibendo il documento principe è una cortesia che in taluni TSN diventa obbligo.


Per sapere quali sono i compiti del commissario di tiro basterebbe leggere cosa dice il regolamento UITS. Per quello che ricordo il commissario di tiro deve registrare il documento di trasporto, la matricola dell'arma oltre al modello e il numero di tessera del TSN. Scusa, il commissario di tiro dove doveva guardare correttamente la matricola se questa era occultata dalle guancette?

Vedi, nella vita capita di incocciare negli ignoranti e nei presuntuosi. Un commissario di tiro che non sa come sono fatte le S&W o è un idiota o uno che cerca grane per pavoneggiarsi abusando della sua fettina di micro-potere.


I carabinieri, la polizia, il commissario di tiro o qualsiasi organo preposto al controllo sono obbligati ad andare in giro con il cacciavite in tasca per controllare la matricola del tuo revolver?

I carabinieri nulla possono fare se non adattarsi ai controlli fisiologici che una arma regolarmente bancata richiede.
Capita anche con certe auto (mercedes classe A primo modello) che per vedere la matricola del motore occorreva andare in officina.


Sei sicuro le guancette del tuo revolver sono originali?

Sicuro come poche cose al mondo: doppie guancette, legno e plastica, scatola originale: sono piuttosto ossessivo per le mie cose.



La mia opinione è che la magia te la potrebbero far vedere in qualche caserma se non rendi immediatamente visibile la matricola dell'arma senza per questo dover usare attrezzi. Anche se dietro ti porti il cacciavite, l'arma per strada non te la fanno smontare.


La tua opinione, in quanto tale, va rispettata; denota purtroppo che tu non hai grande stima delle nostre forze di polizia.

Per scrivere quello che hai scritto, tu pensi che i nostri CC e poliziotti non conoscano le particolarità del marchio più famoso al mondo (con Colt) di revolver.
Peggio, mi lasci immaginare che secondo te un carabiniere messo CORTESEMENTE di fronte a documenti che gli semplificano il lavoro ed alla propria impreparazione si metta a vessare un cittadino portandolo in caserma per dispetto.

Non nego che i presuntuosi, gli ignoranti e gli inetti esistano dappertutto, quindi anche tra le forze dell'ordine.

La mia opinione, diametralmente opposta alla tua, è basata sul rispetto nato delle collaborazioni avute, dall'amicizia personale con tanti alti ufficiali e con tanti semplici graduati.

La possibilità di trovare un agente tanto ignorante in termini di armi e tanto presuntuoso da arrivare a fare quello che tu dici è prossima allo zero.
Gente come quella di cui parli tu non dura nei posti in cui può fare danno: vengono destinati a quei servizi, pur necessari, per i quali non si può dar discredito alla propria Arma.


Tornando al mio fatto personale, sono certo che quando il M.llo arrivò era certo che si trattasse di un scambio di armi in poligono e quando vide la serie rimase abbagliato ma ci misero una manciata secondi a capire la situazione che avevano davanti.
Io sono ancora in compagnia delle mie armi, il M.llo è ancora il comandante (stimato) della sua stazione....e qui mi fermo.
__________________
Nessun vento è favorevole al marinaio che non conosce la sua meta.

Ultima modifica di selecon; 05-04-18 a 12:22 PM
selecon non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 05-04-18, 03:58 PM   #54
Mattone
Utente abituale
 
L'avatar di Mattone
 
Registrato dal: Jul 2014
ubicazione: Ungheria
Messaggi: 652
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 2
Grazie (Ricevuti): 75
Mi piace (Dati): 2
Mi piace (Ricevuti): 120
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 248 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da selecon Visualizza il messaggio
.....
La possibilità di trovare un agente tanto ignorante in termini di armi e tanto presuntuoso da arrivare a fare quello che tu dici è prossima allo zero.
....
spero tu stia scherzando.....basta che ti dai una lettura in questo forum e ne trovi a decine di testimonianze simili.
Mattone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 05-04-18, 08:59 PM   #55
louison
Guru del forum
 
Registrato dal: Jul 2012
ubicazione: LUGO DI VICENZA
Messaggi: 1,385
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 85
Mi piace (Dati): 0
Mi piace (Ricevuti): 169
Non mi piace (Dati): 0
Non mi piace (Ricevuti): 4
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 225 Post(s)
predefinito

[QUOTE=selecon;1296458]Vi faccio un altro esempio di vita vissuta.
In un TSN c'era un commissario di tiro che io consideravo - e considero umanamente- più o meno alla stregua di una nutria lebbrosa.

Gli presento una S&W con relativa denuncia, lui guarda e dice: la matricola non corrisponde.
Io gli rispondo: guardi correttamente e lui insiste.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Ho sparato in poligoni sia del TSN che privati, e non sono stato mai obbligato ad esibire la denuncia delle armi .
louison non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-04-18, 09:58 AM   #56
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 7,243
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 144
Grazie (Ricevuti): 98
Mi piace (Dati): 493
Mi piace (Ricevuti): 414
Non mi piace (Dati): 23
Non mi piace (Ricevuti): 53
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 577 Post(s)
predefinito

[quote][QUOTE][QUOTE]
Quote:
Originariamente inviata da selecon Visualizza il messaggio
La tua opinione, in quanto tale, va rispettata; denota purtroppo che tu non hai grande stima delle nostre forze di polizia.
Il mio sentimento nei riguardi delle forze dell'ordine è di grande rispetto, proprio per questo a prescindere da qualsiasi mia valutazione, ho sempre agevolato il lavoro di chi è preposto a qualsiasi tipo di controllo. Ti ho risposto per dirti di non dire cose che io non ho neanche lontanamente pensato.
Quote:
Per scrivere quello che hai scritto, tu pensi che i nostri CC e poliziotti non conoscano le particolarità del marchio più famoso al mondo (con Colt) di revolver.
Io penso che non è né tragico né comico se un carabiniere o un poliziotto non conosce il modello del tuo revolver.
Quote:
Peggio, mi lasci immaginare che secondo te un carabiniere messo CORTESEMENTE di fronte a documenti che gli semplificano il lavoro ed alla propria impreparazione si metta a vessare un cittadino portandolo in caserma per dispetto.
Controllare non è quello che pensi tu. Il carabiniere vuole capire, se il lavoro gli venisse semplificato non credo che per questo si offenderebbe.
Quote:
Non nego che i presuntuosi, gli ignoranti e gli inetti esistano dappertutto, quindi anche tra le forze dell'ordine.
Sono d'accordo, in giro ci sono un sacco di persone che si divertono a rompere le scatole a chi lavora.
Quote:
Quote:
La mia opinione, diametralmente opposta alla tua, è basata sul rispetto nato delle collaborazioni avute, dall'amicizia personale con tanti alti ufficiali e con tanti semplici graduati.
Da quello che ho letto non si direbbe.
Quote:
La possibilità di trovare un agente tanto ignorante in termini di armi e tanto presuntuoso da arrivare a fare quello che tu dici è prossima allo zero.
Gente come quella di cui parli tu non dura nei posti in cui può fare danno: vengono destinati a quei servizi, pur necessari, per i quali non si può dar discredito alla propria Arma.
Da discredito perché non riesce a leggere la matricola del tuo revolver SW perché è occultata dalle guancette avvitate?

Quote:
Tornando al mio fatto personale, sono certo che quando il M.llo arrivò era certo che si trattasse di un scambio di armi in poligono e quando vide la serie rimase abbagliato ma ci misero una manciata secondi a capire la situazione che avevano davanti.
La situazione che aveva davanti è stata creata da te, il maresciallo è stato fin troppo buono ed educato. Io sono ancora in compagnia delle mie armi, il M.llo è ancora il comandante (stimato) della sua stazione....e qui mi fermo.
Pensavi che poteva essere trasferito perché non trovava la matricola occultata del tuo revolver? Da quello che ho letto non hai agevolato né il commissario di tiro né i carabinieri, li hai messi in difficolta, al maresciallo non gli dovevi dare nessuna possibilità di fare ipotesi, dovevi spiegare e mentre lo facevi dovevi smontare le guancette del revolver. Secondo me il tuo comportamento non è stato rispettoso nei confronti dei carabinieri e neanche nei confronti del commissario di tiro. Io non sono commissario di tiro ma se lo fossi, tu il revolver me lo devi presentare con le guancette smontate, per registrare devo vedere la matricola dell'arma non la devo copiare dalla denuncia. La legge dice che la targa dell'auto deve essere ben visibile, non dice che deve essere ben visibile il numero del telaio, deduco che la matricola dell'arma in Italia dovrebbe essere paragonata alla targa e non al numero del telaio, quindi dovrebbe essere ben visibile o almeno resa visibile senza uso di chiavi o cacciaviti. Selecon, le risate e tutto il resto nei confronti dei carabinieri sono scaturite da quello che hai scritto tu e non da quello che ho scritto io. Adesso lascio giudicare a chi legge chi è quello che non ha avuto rispetto delle nostre forze dell'ordine.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 11-04-18, 04:13 PM   #57
selecon
Utente abituale
 
L'avatar di selecon
 
Registrato dal: Dec 2012
ubicazione: vercelli-milano
Messaggi: 358
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 8
Grazie (Ricevuti): 13
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 120
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 2 Post(s)
Quotato: 161 Post(s)
predefinito

Parlavo di quello del tsn, non dell'ottimo m.llo ma hai ragione: non sei m.llo, non sei cc, non sei commissario di tiro, pertanto non conosci cose che gli addetti ai lavori (diversamente da te) devono conoscere.

La tua preparazione sulle armi corte, sull'interpretazione di quello che leggi, sulla conoscenza dell'Arma e sulle interpretazioni legali per analogia sono assolutamente coerenti: insomma, a mio parere godi di una architettura culturale molto equilibrata e da ogni giudizio, su qualunque argomento, si delinea il quadro generale.
Le decine di secoli della nostra Cultura plaudono in ciascuna della tue massime, incatenate come in una collana di perle.
Rivive incontenibile Virgilio: ab uno disce omnis!

Parli in libertà, per come ti può suggerire il buon senso: ci sta, siamo in libertà di parola e la tua opinione deve essere difesa seppure quando equipari per analogia targhe e numeri matricole, numeri di serie e chissà cosa altro.

Tutto ciò merita quanto ho scritto come giusto tributo per l'impegno che hai passato a rispondermi ed il coraggio di scrivere, ammettendo la propria incompetenza e nel contempo dettando protocolli comportamentali.
Ci vuol fegato: Absit iniuria verbis.
__________________
Nessun vento è favorevole al marinaio che non conosce la sua meta.

Ultima modifica di selecon; 11-04-18 a 04:43 PM
selecon non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-04-18, 06:48 PM   #58
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 7,243
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 144
Grazie (Ricevuti): 98
Mi piace (Dati): 493
Mi piace (Ricevuti): 414
Non mi piace (Dati): 23
Non mi piace (Ricevuti): 53
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 577 Post(s)
predefinito

Quote:
Quote:
Originariamente inviata da selecon Visualizza il messaggio
Parlavo di quello del tsn, non dell'ottimo m.llo ma hai ragione: non sei m.llo, non sei cc, non sei commissario di tiro, pertanto non conosci cose che gli addetti ai lavori (diversamente da te) devono conoscere.
Ho capito, "l'ottimo maresciallo" era quello da te definito il più intelligente dei tre. Ho detto che non sono commissario di tiro, però ho anche detto che non è difficile conoscere quali sono i compiti dei commissari di tiro e del direttore di tiro.
Quote:
La tua preparazione sulle armi corte, sull'interpretazione di quello che leggi, sulla conoscenza dell'Arma e sulle interpretazioni legali per analogia sono assolutamente coerenti: insomma, a mio parere godi di una architettura culturale molto equilibrata e da ogni giudizio, su qualunque argomento, si delinea il quadro generale.
Ti ringrazio del giudizio, però secondo me potevi risparmiare tempo e rispondere a quello che ho scritto, senza arrampicamenti strani su gli specchi.
Quote:
Le decine di secoli della nostra Cultura plaudono in ciascuna della tue massime, incatenate come in una collana di perle.
Rivive incontenibile Virgilio: ab uno disce omnis!
Non scomodare Virgilio, non ho capito di quale "massime" stai parlando, le mie sono opinioni ricavata da quello che hai scritto, se non sei d'accordo non posso farci niente.
Quote:
Parli in libertà, per come ti può suggerire il buon senso: ci sta, siamo in libertà di parola e la tua opinione deve essere difesa seppure quando equipari per analogia targhe e numeri matricole, numeri di serie e chissà cosa altro.
Appunto, il mio buon senso mi ha suggerito di equiparare come esempio la targa dell'auto a quella della matricola dell'arma. Il mio buon senso è molto semplice, le cose semplici sono le più facili. Il buon senso di una persona troppo colta è sicuramente più complesso, per questo hai equiparato il numero identificativo del motore a quello della matricola dell'arma. Per identificare il numero del motore bisogna portare l'auto in officina, deduco che allo stesso modo bisogna portare la tua arma per essere smontata ed identificata.
Quote:
Tutto ciò merita quanto ho scritto come giusto tributo per l'impegno che hai passato a rispondermi ed il coraggio di scrivere, ammettendo la propria incompetenza e nel contempo dettando protocolli comportamentali.
Ci vuol fegato: Absit iniuria verbis.
Il coraggio lo hai tu, per scrivere quello che io ho scritto, era meglio che non rispondevi. Rileggi tutto quello che ho scritto, rifletti e dopo mi dici chi è incompetente.
Tu hai scambiato il TSN per il luna park. In un Tiro a Segno Nazionale che si rispetti, prima di andare sulla linea di tiro bisogna compilare una scheda o un buono linea, dove il tiratore scrive tutto quello che serve al commissario di tiro per la compilazione del registro, deve dichiarare anche marca calibro e numero di cartucce che deve sparare sulla linea di tiro. Il compito del commissario è quello di controllare se quello scritto dal tiratore corrisponde al vero. Il commissario di tiro ti doveva chiedere "mi faccia vedere la matricola dell'arma" a questo punto gli dovevi smontare le guancette. Non ricordo bene se a termine allenamento il registro veniva firmato anche dal tiratore. Se il commissario di tiro non assegna una linea di tiro, il tiratore non va da nessuna parte. Il tuo "lei mi denunci io intanto vado a sparare" lascia .......... Selecon, parli di interpretazioni legali e della mia architettura culturale, quando non sai gestirti neanche i tuoi interessi. A me l'anticipo dato per l'acquisto di un'arma o di qualche altro oggetto ancora non me l'ha "pizzicato" nessuno. Tornando alle armi, la mia cultura in fatto di armi corte è sicuramente inferiore alla tua, comunque riesco ancora a ricordarmi di qualche modello di revolver SW. Ricordo di aver visto stampata la matricola sul dorso dell'impugnatura, ed era ben visibile con le guancette originali, messe quelle anatomiche la matricola scompariva. Per farla ricomparire bisogna fare la magia, e non a tutti è gradita questo tipo di magia. Virgilio: "scherza con i fanti e lascia stare i santi"

Ultima modifica di sly8489; 12-04-18 a 06:55 PM
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-04-18, 07:47 PM   #59
selecon
Utente abituale
 
L'avatar di selecon
 
Registrato dal: Dec 2012
ubicazione: vercelli-milano
Messaggi: 358
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 8
Grazie (Ricevuti): 13
Mi piace (Dati): 15
Mi piace (Ricevuti): 120
Non mi piace (Dati): 1
Non mi piace (Ricevuti): 3
Menzionato: 2 Post(s)
Quotato: 161 Post(s)
predefinito

Credo di aver capito dov'è il problema: effetto Dunning-Kruger

In buona sostanza, porta a sottovalutare le competenze necessarie a fare le cose e, conseguentemente, a quelle acquisite dagli altri in decenni di lavoro.
La convinzione di poter interpretare qualunque argomento od impresa con la propria testa è tanto più dominante quanto più seria è la distorsione: incapacità metacognitiva, da parte di chi non è esperto in una materia, di riconoscere i propri limiti ed errori.

Mi sembra che tante cose irritanti ora abbiano preso un senso.

Non v'è commissario di tiro o CC che non conosca l'argomento trattato ma poiché tu ignori completamente la questione, nella tua testa pensi che nessun altro sia tenuto a sapere ciò che tu non sai.
Messo di fronte ad una barriera culturale insormontabile reagisci come se semplicemente non ci fosse e basterebbe questo passaggio per chiudere il discorso.



Io ti scrivo:
"La tua preparazione sulle armi corte, sull'interpretazione di quello che leggi, sulla conoscenza dell'Arma e sulle interpretazioni legali per analogia sono assolutamente coerenti: insomma, a mio parere godi di una architettura culturale molto equilibrata e da ogni giudizio, su qualunque argomento, si delinea il quadro generale."
Tu mi rispondi:

Ti ringrazio del giudizio, però secondo me potevi risparmiare tempo e rispondere a quello che ho scritto, senza arrampicamenti strani su gli specchi.


Effettivamente, non è vero che basterebbe.
Basta, c'è tutto e avanza.
Ti concedo volentieri anche l'ultima parola e ti auguro con tutto il cuore in bocca al lupo per il futuro.
__________________
Nessun vento è favorevole al marinaio che non conosce la sua meta.

Ultima modifica di selecon; 12-04-18 a 07:55 PM
selecon non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 13-04-18, 10:44 AM   #60
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 7,243
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 144
Grazie (Ricevuti): 98
Mi piace (Dati): 493
Mi piace (Ricevuti): 414
Non mi piace (Dati): 23
Non mi piace (Ricevuti): 53
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 577 Post(s)
predefinito

Secondo me tu non hai capito. Il problema non è mio, è tuo. Io non ho mai avuto problemi con nessun commissario di tiro, con nessun proprietario di armeria e non ho mai ricevuto visite di cortesia da parte dei carabinieri per l'identificazione di una mia arma. Invece di pensare ai miei problemi pensa ai tuoi, che da quello che ho letto sono più grossi dei miei. Io il tuo problema l'ho capito da quando hai considerato un essere umano alla stessa stregua di una "nutria lebbrosa". Hai contribuito ad alimentare dicerie sul conto dell'armiere e lo definisci un barbone solo perché ti brucia il sederino. " Detto ciò, chiesi loro se serviva altro.
Il più intelligente dei tre, un sardo di grande esperienza, disse testualmente: "No, grazie mille. Oggi con le figure di mexda noi saremmo a posto"." Questo secondo te è avere rispetto dei carabinieri?
Sto pensando di spiegarti con parole più semplici, partendo dall'anticipo che il proprietario dell'armeria non ti ha voluto restituire.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
armi, riparazione

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 07:29 PM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.3.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.