Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Shothunt


Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulla caccia > Armi & Polveri
>Segna i forum come letti
Registrazione Album foto FAQ Lista utenti Calendario Downloads Cerca Messaggi odierni Segna i forum come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 28-04-10, 05:29 PM   #21
calibrosedici
Guru del forum
 
Registrato dal: Oct 2008
ubicazione: Firenze
Messaggi: 1,803
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da G.G. Visualizza il messaggio
Qui si parla di caricamenti commerciali, non di cartucce a caricamento domestico realizzate in cantina, senza controllo dei valori pressori e velocitari, ho visto cartucce a palla caricate in casa che a detta del loro produttore erano micidiali, ma che in realtà sviluppavano 380 m/s e l'energia di un calibro 20!
Altre che sviluppavano 1300 bar e 550 m/s di energia, però con conseguenze non proprio "bellissime" in un paio di casi.

Nulla da ridire sulla praticità ed efficacia delle Foster di tipo Swaged americane, (più complesso il discorso sulle simil Foster fuse nel mould Lyman), piacciono moltissimo anche a me, ma sul mercato le palle da cinghiale più vendute da oltre 20 anni sono la Gualandi e la Brenneke, dato certo e verificabile.
L'opinione non di una sola ma di tante squadre, conferma questa preferenza e le prove supportano e danno ragione ai fatti.
Le tendenze, anche astruse, sono frequenti tra le squadre cinghialai, ce ne sono state che hanno usato per anni il calibro 20, certe della miglior micidialità di questo calibro, tesi sostenuta con motivazioni pittoresche e irripetibili...!
Una di queste squadre ho avuto la ventura di conoscerla benissimo, e le critiche sensate a nulla valevano, il tempo però è galantuomo ed i risultati mediocri e le tante delusioni, in poco tempo hanno fatto gradualmente cambiare parere a tutti, oggi nessuno usa più il calibro 20.


Cordialità
G.G.
No gianluca qui non mi trovi daccordo!
E' vero che nonostante le più di 4000 cartucce a palla che ho caricato negli ultimi anni non ne ho mai bancata neanche una visto che sono sempre andate benissimo e se ci avessi pensato ieri lo avrei fatto visto che ero al banco comunque nei prossimi mesi mi toglierò anche questo dubbio!
Non carico dosi strane ma con della normalissima mb x 36 in dose 616-cx2000 2,15-2,20 (a seconda del lotto mi consiglia l' armiere) palla e chiusura con una vecchia bobina in acciaio di una armeria della zona!
Dalle mie parti ormai come migratoria si spara poco ma cinghiali, caprioli e daini ne abbiamo a volontà (non sono rare le battute da 20-30-50 capi) per cui su questa caccia nonostante ci sia sempre da imparare credo di avere le idee abbastanza chiare avendo la possibilità di chiaccherare con centinaia di cinghialai x cui ti posso garantire e altri su questo forum lo possono confermare che le gualandi pur essendo ottime palle (sennò non avrebbero avuto tanto mercato) spesso non fermano gli animali mentre le foster il più delle volte lo stendano sul posto (certo se lo prendi in un prosciutto va via sia che gli tiri con la foster che con un 460wby)
Io ti parlo di tiri entro i 20 metri massimo 30 e più probabilmente 10, poi si sà che la gualandi sula distanza è più precisa!
Uno dei motivi del successi della gualandi secondo me è la grande facilità di caricamento è la facilità con cui è reperibile alle armerie che la possano vendere a un prezzo più conveniente delle foster che invece viene caricata solo da federal, regminton e poche altre!
Io non sò cosa succede nel resto del mondo ma se te mi dici che la gualandi stà prendendo sempre più mercato io ti dico che nelle squadre che frequento non la tira quasi più nessuno se non quando vengono messi di posta nel pulito ed il tiro più lungo non è improbabile!
Anche la quistione del 20 te la posso tranquillamente smentire in queste squadre quelli che vengono col 20 non voglio dire che sono in aumento ma certo non in diminuzione e qui come già detto in precedenza la differenza è ancora più marcata con la foster che rimane sopra la gualandi diverse spanne!
Altro fatto abbastanza assurdo che ho costatato è che chi ha abbandonato l' anima liscia non lo fà xkè con questa si trovava male o x motivi di sicurezza ma x poter avere a disposizione 10 colpi nel serbatoio!
Tanti saluti Matteo

---------- Messaggio inserito alle 04:29 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 04:19 PM ----------

Nulla da ridire sulla praticità ed efficacia delle Foster di tipo Swaged americane, (più complesso il discorso sulle simil Foster fuse nel mould Lyman), piacciono moltissimo anche a me, ma sul mercato le palle da cinghiale più vendute da oltre 20 anni sono la Gualandi e la Brenneke, dato certo e verificabile.



Ho telefonato a una armeria della zona propio x sapere come mai non caricano palle foster e la risposta è stata che x loro non è assolutamente conveniente impazziere x reperire le palle e sprecare coppette e borre di feltro in quanto ormai la gualandi il suo nome se lo è fatto e non hanno intenzione di variare il loro munizionameto, chi vuole le foster prende le federal!
calibrosedici non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 06:41 PM   #22
Ernestina
Utente abituale
 
L'avatar di Ernestina
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Bologna
Messaggi: 417
predefinito

Il discorso sta passando dai dati certi e matematici e dalla realtà dei fatti alle preferenze e vicende personali che non interessano altri che chi le espone.
Un'ultima disanima "tecnica" e non fantasiosa sulle cartucce a palla, poi ognuno si terrà giudizi e convinzioni personali giuste o errate che siano.
Sul fatto che le migliori marche italiane ed ora anche europee di cartucce abbiano adottato la palla Gualandi, non ci sono dubbi, i fatti sono alla luce del giorno e Gualandi non cessa di sfornare centinaia di migliaia di Borreproiettile che sono acquistate regolarmente tenendogli vuoto il magazzino.
Queste case munizioneristiche non creano prodotti " in base a fantasia" ma su riscontri tecnici, commerciali e prove realizzate in modo scientifico, se RWS che dal 1930 produce la Brenneke gli ha oggi affiancato la Palla Gualandi, a mio avviso lo ha fatto non certo per motivi futili o di facilità di caricamento...!
Non ci sono neppure minimi dubbi sul fatto che una palla del 20 che ha solo 220/240 chilogrammetri di energia denoti una voragine di svantaggio balistico rispetto ad una palla cal. 12 che con una superficie frontale maggiore del 33% e con una massa più elevata del 30% sviluppa circa il 70% di energia cinetica in più e la può cedere in modo più rapido e diretto.
Non i singoli casi, troppe volte occasionali, ma l'andamento effettivo dell'uso dei due calibri ha da anni relegato il calibro cadetto ad una scelta di chi non possiede l'opzione più vantaggiosa, oppure allo "sfizio del 20" che però cessa sempre dopo le prime delusioni sul campo, che vengono presto ed immancabilmente.

Il colpo a fermo, ben piazzato su animale in pastura, a prescindere dal calibro non è indicativo, perchè la preda non è allertata, quindi non è protetta da adrenalina e cortisolo.
Può in questo caso essere immediatamente letale anche un calibro minore del 20, ma non è un esempio calzante, perchè la nostra discussione verte su animali di mole media, lanciati in corsa e seguiti dai cani in braccata o girata, col sangue abbondantemente arricchito di adrenalina e corticosteroidi che sono la miglior barriera biochimica antishok dell'organismo.
Già in passato dissi che l'animale fermo sul quale si possa esplodere un colpo da pochi metri è sempre morto, ... sempre.
Lo è a prescindere dalla cartuccia usata, qui anche un 28 farebbe bella figura, perchè una piccola palla da 14 mm. piazzata nella zona della testa, tra gli occhi o dietro all'orecchio, spegnerà la luce, ... ogni volta.

Palle dure o tenere?
Quanto dure e quanto tenere?
La Foster ampia e stampata dal piombo dolce è una buona scelta per la sua forma e deformabilità ma se mi si aggiunge la Sauvestre, il discorso non torna più, perchè siamo all'opposto.
La palla francese sul piano dinamico è solo mediocre, mancando la sua promessa velocitaria di tanti m/s che sul computo dinamico influiscono al quadrato.
Questa poi nei test si rivela anche una palla estremamente dura e penetrante per la sua forma e superficie frontale ridotta, in 20 anni non ho mai sentito qualcuno osannarla, mentre da parte mia non ne ho mai scoperto doti esaltanti, in 3-4 occasioni di analisi.
Esistono tuttavia i geni incompresi!
Posso solo dire che una carica originale di fabbrica in 12/76, caricata con g. 3,02 di A0, al banco mi ha dato 1470 Bar, ... chissà, magari si cercava di ottenere una miglior vuzero... dovrei avere ancora campioni e certificato.
La Gualandi essendo realizzata in lega ternaria (nei primi tipi il vecchio Elio Gualandi mi disse quaternaria perchè comprensiva anche di rame in tracce) è una palla di media durezza, ma non mancano esempi di vistosi funghi nell'impatto sulla struttura osteoscheletrica portante di animali grossi.
Chiaramente mancando l'effetto delle ipervelocità, sui tessuti soffici, non può andare oltre una modestissima deformazione, essa però può contare in compenso su una superficie frontale già enorme all'origine.
Dalla sua, la Borraproiettile, ha il vantaggio della forte penetrazione che non di rado produce tramiti passanti con due notevoli buchi.
Il risultato è un vistoso sanguinamento ed una facile veicolazione dell'energia sugli organi più interni con anche sfavorevoli angoli di impatto, questo risultato è quanto compete ad un'ottima palla da caccia; ... abbiate pazienza, ma il resto è solo fantasia, e non lo dico io, ma i più grandi produttori di proiettili da caccia attivi oggi nel mondo, ai quali se non vi dispiace credo con massima fiducia e sicurezza di non sbagliare.

Cordialità
G.G.
__________________
Pullus gallinaceus escam in sterquilinio quaerebat, sed margaritam repperit.
Ernestina non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 06:57 PM   #23
toperone
Utente regolare
 
Registrato dal: May 2009
ubicazione: domodossola
Messaggi: 134
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ernestina Visualizza il messaggio
Il discorso sta passando dai dati certi e matematici e dalla realtà dei fatti alle preferenze e vicende personali che non interessano altri che chi le espone.
Un'ultima disanima "tecnica" e non fantasiosa sulle cartucce a palla, poi ognuno si terrà giudizi e convinzioni personali giuste o errate che siano.
Sul fatto che le migliori marche italiane ed ora anche europee di cartucce abbiano adottato la palla Gualandi, non ci sono dubbi, i fatti sono alla luce del giorno e Gualandi non cessa di sfornare centinaia di migliaia di Borreproiettile che sono acquistate regolarmente tenendogli vuoto il magazzino.
Queste case munizioneristiche non creano prodotti " in base a fantasia" ma su riscontri tecnici, commerciali e prove realizzate in modo scientifico, se RWS che dal 1930 produce la Brenneke gli ha oggi affiancato la Palla Gualandi, a mio avviso lo ha fatto non certo per motivi futili o di facilità di caricamento...!
Non ci sono neppure minimi dubbi sul fatto che una palla del 20 che ha solo 220/240 chilogrammetri di energia denoti una voragine di svantaggio balistico rispetto ad una palla cal. 12 che con una superficie frontale maggiore del 33% e con una massa più elevata del 30% sviluppa circa il 70% di energia cinetica in più e la può cedere in modo più rapido e diretto.
Non i singoli casi, troppe volte occasionali, ma l'andamento effettivo dell'uso dei due calibri ha da anni relegato il calibro cadetto ad una scelta di chi non possiede l'opzione più vantaggiosa, oppure allo "sfizio del 20" che però cessa sempre dopo le prime delusioni sul campo, che vengono presto ed immancabilmente.

Il colpo a fermo, ben piazzato su animale in pastura, a prescindere dal calibro non è indicativo, perchè la preda non è allertata, quindi non è protetta da adrenalina e cortisolo.
Può in questo caso essere immediatamente letale anche un calibro minore del 20, ma non è un esempio calzante, perchè la nostra discussione verte su animali di mole media, lanciati in corsa e seguiti dai cani in braccata o girata, col sangue abbondantemente arricchito di adrenalina e corticosteroidi che sono la miglior barriera biochimica antishok dell'organismo.
Già in passato dissi che l'animale fermo sul quale si possa esplodere un colpo da pochi metri è sempre morto, ... sempre.
Lo è a prescindere dalla cartuccia usata, qui anche un 28 farebbe bella figura, perchè una piccola palla da 14 mm. piazzata nella zona della testa, tra gli occhi o dietro all'orecchio, spegnerà la luce, ... ogni volta.

Palle dure o tenere?
Quanto dure e quanto tenere?
La Foster ampia e stampata dal piombo dolce è una buona scelta per la sua forma e deformabilità ma se mi si aggiunge la Sauvestre, il discorso non torna più, perchè siamo all'opposto.
La palla francese sul piano dinamico è solo mediocre, mancando la sua promessa velocitaria di tanti m/s che sul computo dinamico influiscono al quadrato.
Questa poi nei test si rivela anche una palla estremamente dura e penetrante per la sua forma e superficie frontale ridotta, in 20 anni non ho mai sentito qualcuno osannarla, mentre da parte mia non ne ho mai scoperto doti esaltanti, in 3-4 occasioni di analisi.
Esistono tuttavia i geni incompresi!
Posso solo dire che una carica originale di fabbrica in 12/76, caricata con g. 3,02 di A0, al banco mi ha dato 1470 Bar, ... chissà, magari si cercava di ottenere una miglior vuzero... dovrei avere ancora campioni e certificato.
La Gualandi essendo realizzata in lega ternaria (nei primi tipi il vecchio Elio Gualandi mi disse quaternaria perchè comprensiva anche di rame in tracce) è una palla di media durezza, ma non mancano esempi di vistosi funghi nell'impatto sulla struttura osteoscheletrica portante di animali grossi.
Chiaramente mancando l'effetto delle ipervelocità, sui tessuti soffici, non può andare oltre una modestissima deformazione, essa però può contare in compenso su una superficie frontale già enorme all'origine.
Dalla sua, la Borraproiettile, ha il vantaggio della forte penetrazione che non di rado produce tramiti passanti con due notevoli buchi.
Il risultato è un vistoso sanguinamento ed una facile veicolazione dell'energia sugli organi più interni con anche sfavorevoli angoli di impatto, questo risultato è quanto compete ad un'ottima palla da caccia; ... abbiate pazienza, ma il resto è solo fantasia, e non lo dico io, ma i più grandi produttori di proiettili da caccia attivi oggi nel mondo, ai quali se non vi dispiace credo con massima fiducia e sicurezza di non sbagliare.

Cordialità
G.G.
caro GG, de gustibus non est disputandum (o a piacimento: non disputandum est)
ad ognuno i suoi personali convincementi e la liberta' di esporli serenamente nel rispetto delle altrui opinioni e, soprattutto, in assenza della presunzione di essere depositari di verita' assolute supportate da enunciazioni inconfutabili o presunte tali
Liberi, quindi, di continuare a scegliere di acquistare cio' che piu' ci piace e ci convince per la nostra stratificata esperienza personale e ci lascia, poi, tranquilli a caccia. Un piccolo aneddoto: una volta (tanti anni fa...) chiesi ad un Ispettore Forestale rumeno perche' sparasse a orsi e grossi verri con il calibro 6,5x57R, a mio avviso assolutamente inadeguato. La sua risposta fu, nel contempo, divertente e disarmante: gli animali non sapevano che il calibro fosse inadatto e continuavano a crollare sereni. Un ultimo appunto, nell'esposizione della mia personale esperienza ho annotato che sotto i colpi dell'inadeguato calibro 20 gli animali sono caduti sia in posta che in battuta quando colpiti in maniera adeguata.
un caro saluto,
paolo
toperone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 07:00 PM   #24
flagg
Banned
 
Registrato dal: Jun 2009
ubicazione: Inghilterra
Messaggi: 2,196
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ernestina Visualizza il messaggio
La palla francese sul piano dinamico è solo mediocre, mancando la sua promessa velocitaria di tanti m/s che sul computo dinamico influiscono al quadrato.
Questa poi nei test si rivela anche una palla estremamente dura e penetrante per la sua forma e superficie frontale ridotta, in 20 anni non ho mai sentito qualcuno osannarla, mentre da parte mia non ne ho mai scoperto doti esaltanti, in 3-4 occasioni di analisi.
Esistono tuttavia i geni incompresi!
Intanto nessuno usa di norma la Sauvestre, con quello che costa.
E fosse anche che va piu' lenta di quello che dichiarano e' precisa e penetra, basta fare un po' di tuning come con le carabine. Infatti non e' assolutamente vero che la strozzatura cilindrica e' migliore a priori e spesso passare da cilindrica a 3* puo' cambiare il risultato come dal giorno alla notte. Questo vale con tutte le slug. Chi si ricarica le cartucce ha un grado di liberta' in piu'.....
flagg non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 07:08 PM   #25
calibrosedici
Guru del forum
 
Registrato dal: Oct 2008
ubicazione: Firenze
Messaggi: 1,803
predefinito

abbiate pazienza, ma il resto è solo fantasia, e non lo dico io, ma i più grandi produttori di proiettili da caccia attivi oggi nel mondo, ai quali se non vi dispiace credo con massima fiducia e sicurezza di non sbagliare.


Mi spiace ma qui pecchi un pò di presunzione....io non ti riporto le mie impressioni ne quelle delle case produttrici ma quelle di più di 300 cacciatori di cinghiali che conosco di persona oltre a quello di PARECCHI utenti del forum sia di questo che di migratoria che di cartucce a palla ne sparano diverse migliaia all' anno, possibile che siano tutte fantasie???? Penso che il loro parere sia più importante di quello delle case produttrici, siano esse fiocchi RWS B&P o chi ti pare, dei tiri su carta o qualunque altra cosa....

Vabbè Gianluca comunque mi sà che su questo argomento abbiamo opinioni differenti ognuno con le propie ragioni....

Ultima modifica di calibrosedici; 28-04-10 a 09:28 PM
calibrosedici non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 09:56 PM   #26
Cassadori
Guru del forum
 
Registrato dal: Feb 2010
ubicazione: SARDEGNA
Messaggi: 1,325
predefinito

Allora ragazzi qui in sardegna è ben risaputo che non ci sono gl'ipopotami che vi sono da voi in continente, qui almeno nella zona dove caccio io si para a brevissima distanza, io ho scritto 30 mt MASSIMO ma solitamente vanno dai 5 ai 10 mt a cinghiali che puliti e per puliti intendo senza le setole che vengono bruciate col cannello e senza interiore e senza testa quando pesano 26 kg sono dei bei pezzi grossi. IO uso il cal 20 perchè più leggero e più equilibrato per me perchè noi camminiamo dalle 7:30 del mattino sino alle 15 nella macchia fitta non nelle classiche stradelle che vedo nei filmati di signor lugari. Io uso palle Brenneke da 24gr che hanno fermato cinghiali che qualcuno nella mia zona neanche si sogna, poi qui se spari un colpo è tanto il secondo colpo non lo vedi più il selvatico, col cal 20 riesco quando posso tirargli il secondo colpo grazie al cal 20 adoppiarlo benissimo, e non venite a parlarmi di 12 extralleggeri che danno calci peggio dei muli perchè ne ho provato a bizzeffe (di amici conoscenti) e non mi vanno bene forse perchè sono magrolino e non amo il rinculo esagerato e tanto meno i fucili nel calibro maggiore superleggeri, io il cal 28 lo volevo prendere per migratoria e stanziale, poi qualche volta magari in battuta al cinghiale, ma non pensavo certo che con questo calibro dovevo abattere bisonti o sparare a chissa quanti metri. Poi ripeto qui in sardegna NIENTE CARABINA quindi solo canna liscia.
Cassadori non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 10:32 PM   #27
pinnici
Utente abituale
 
L'avatar di pinnici
 
Registrato dal: Feb 2010
ubicazione: Riposto
Messaggi: 615
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Cassadori Visualizza il messaggio
Allora ragazzi qui in sardegna è ben risaputo che non ci sono gl'ipopotami che vi sono da voi in continente, qui almeno nella zona dove caccio io si para a brevissima distanza, io ho scritto 30 mt MASSIMO ma solitamente vanno dai 5 ai 10 mt a cinghiali che puliti e per puliti intendo senza le setole che vengono bruciate col cannello e senza interiore e senza testa quando pesano 26 kg sono dei bei pezzi grossi. IO uso il cal 20 perchè più leggero e più equilibrato per me perchè noi camminiamo dalle 7:30 del mattino sino alle 15 nella macchia fitta non nelle classiche stradelle che vedo nei filmati di signor lugari. Io uso palle Brenneke da 24gr che hanno fermato cinghiali che qualcuno nella mia zona neanche si sogna, poi qui se spari un colpo è tanto il secondo colpo non lo vedi più il selvatico, col cal 20 riesco quando posso tirargli il secondo colpo grazie al cal 20 adoppiarlo benissimo, e non venite a parlarmi di 12 extralleggeri che danno calci peggio dei muli perchè ne ho provato a bizzeffe (di amici conoscenti) e non mi vanno bene forse perchè sono magrolino e non amo il rinculo esagerato e tanto meno i fucili nel calibro maggiore superleggeri, io il cal 28 lo volevo prendere per migratoria e stanziale, poi qualche volta magari in battuta al cinghiale, ma non pensavo certo che con questo calibro dovevo abattere bisonti o sparare a chissa quanti metri. Poi ripeto qui in sardegna NIENTE CARABINA quindi solo canna liscia.
ti quoto in pieno , mi era venuto il dubbio , infatti volevo dei chiarimenti se il tuo post iniziale era riferto ai suini o alla caccia in genere. comunque secondo me sei sulla strada giusta , col 20 ti puoi fare i cinghialotti sardi e col 28 la caccia col cane e alla migratoria .
pinnici non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 10:35 PM   #28
G.G.
Moderatore Armi e Polveri
 
L'avatar di G.G.
 
Registrato dal: Jun 2006
ubicazione: BOLOGNA, Bologna, Emilia Romagna.
Messaggi: 9,081
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da toperone Visualizza il messaggio
caro GG, de gustibus non est disputandum (o a piacimento: non disputandum est)
ad ognuno i suoi personali convincementi e la liberta' di esporli serenamente nel rispetto delle altrui opinioni e, soprattutto, in assenza della presunzione di essere depositari di verita' assolute supportate da enunciazioni inconfutabili o presunte tali
Nella costruzione perifrastica passiva, il verbo essere, mi piace messo a fine frase, spesso è addirittura sottinteso; è però accettabile anche posto nell'altro modo, solo è meno classico.
La verità assoluta solitamente non è affatto un valore presunto ma al contrario dimostrato e sempre dimostrabile, ciò che non corrisponde sempre necessariamente a verità è quello che personalmente si "vede" e si crede o si vuole credere.
La libertà di credere e convincersi di ciò che più ci piace è certamente sacra ed inviolabile, ... ma può non essere la verità assoluta.
Nelle cariche a palla il 20 rispetto al 12 denuncia una flessione dinamica enorme, questa è una verità assoluta, che ho dimostrato con numeri.
Da qui ogni considerazione personale sulla validità del 20 è legittima, ma deve fare i conti con la verità.


Quote:
Originariamente inviata da toperone Visualizza il messaggio
Liberi, quindi, di continuare a scegliere di acquistare cio' che piu' ci piace e ci convince per la nostra stratificata esperienza personale e ci lascia, poi, tranquilli a caccia.
Certo, su questo non ci piove, chi volesse può usare un 410 a palla e giurare di aver fulminato con questo solenghi enormi, magari perchè un paio sono stati effettivamente attinti tra gli occhi, mentre mangiavano ghiande.
Il latore di questa inconfutabile verità ... o presunta tale, non avrebbe affatto mentito, ma il 410 rimarrebbe in ogni caso ugualmente poco adatto per cacciare solenghi!

Quote:
Originariamente inviata da toperone Visualizza il messaggio
Un piccolo aneddoto: una volta (tanti anni fa...) chiesi ad un Ispettore Forestale rumeno perche' sparasse a orsi e grossi verri con il calibro 6,5x57R, a mio avviso assolutamente inadeguato. La sua risposta fu, nel contempo, divertente e disarmante: gli animali non sapevano che il calibro fosse inadatto e continuavano a crollare sereni.
La risposta più che disarmante fu molto spiritosa.
L'ispettore ti avrebbe potuto rispondere che aveva solo quello, e quella sarebbe stata probabilmente la verità.
Un amico rumeno, ha ucciso grossi cinghiali ed orsi col 222 Remington (è accaduto davvero), sparando loro dall'altana e sul carnaio e tirando con precisione e freddezza all'orecchio con cartucce Norma con palla FMJ da 50 grani, la palla transitando per il condotto auditivo, arrivava al cervello che era poi ridotto in poltiglia, l'animale in questo modo è palese che muore subito, è chiaro, ... ma il 222 Remington non è ugualmente un calibro per orsi e grossi cinghiali!
Sul 6,5 però ci sono considerazioni di ordine balistico diverse e molto interessanti da fare.
Come saprai questa palla se pesante ed a profilo arrotondato, per la sua notevole densità sezionale, dispone di una penetrazione e di una linearità di traiettoria nei tramiti intracorporei semplicemente eccezionali, qualcuno ci ha ucciso elefanti per circa una trentina d'anni, ed usava un assai più mite 6,5x54 Mannlicher Shoenauer, ... quel signore si chiamava Karamojo Bell!
Lo stesso parcheggiato il 6,5x54, quando non trovò più munizioni per questo, iniziò ad usare il 275 Rigby alias 7x57 ... e gli elefanti continuarono a cadere a centinaia!
I rumeni, gli ungheresi, i serbi, i croati, sono avanti decenni rispetto a noi, nella caccia ai grossi animali e il mitico Salgari, quando fa dire al fedele Kammamuri che: ... - "Non è l'arma che conta , ... ma l'uomo." - non stava affatto scherzando!


Quote:
Originariamente inviata da toperone Visualizza il messaggio
Un ultimo appunto, nell'esposizione della mia personale esperienza ho annotato che sotto i colpi dell'inadeguato calibro 20 gli animali sono caduti sia in posta che in battuta quando colpiti in maniera adeguata.
un caro saluto,
paolo
Un 20 a palla, soprattutto se sparato a distanze medie non è inoffensivo, io non ho detto questo.
La piccola palla dispone di una precisione e penetrazione notevoli, io ho solo detto che potendo farlo è preferibile e più sicuro usare un calibro 12 e questo è semplicemente innegabile; ma non ho obbligato nessuno a smettere di usare il 20.
Ricambio il tuo con un caloroso saluto.

Cordialità
G.G.
__________________
Some people hear their own inner voices with great
clearness and they live by what they hear.
Such people become crazy, or they become legends.
G.G. non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-04-10, 11:54 PM   #29
Antonio Mitelli
Utente abituale
 
L'avatar di Antonio Mitelli
 
Registrato dal: Jan 2010
ubicazione: Bomba (CH)
Messaggi: 458
predefinito

Come ho già postato tempo fa, un amico uccise un cinghiale con il .410 che aveva in macchina tornando a casa dopo una giornata a tordi, con grande cxxx la palla sparata da circa 10 metri gli spaccò un rene e si fermò sottopelle dalla parte opposta, nonostante ciò l'animale percorse circa 100 metri prima di cadere.... Comunque il colpo fortuito non fa testo. I cinghiali nostrani sparati a canna liscia muoiono in calibro 12 Gualandi o Brenneke.... E..... Sopratutto a pallettoni, il resto è musica. Perchè con ottime carabine molti usano il 12 ??? Semplice, per tirare anche e sopratutto a pallettoni, tutto quì, per buona pace di tutti. La realtà della caccia odierna al cinghiale è questa.

Saluti a tutti A.M.
Antonio Mitelli non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-04-10, 12:57 AM   #30
calibrosedici
Guru del forum
 
Registrato dal: Oct 2008
ubicazione: Firenze
Messaggi: 1,803
predefinito

Ti dirò onestamente che non in tutte le zone è così...io parlo della mia zona e ti posso assicurare che in battuta assolutamente nessuno li usa mentre conosco una squadra nel senese che li usa regolarmente!
Da quello che ho potuto riscontrare dipende molto dalla squadra e da chi ci partecipa ed in Italia si hanno i due opposti!
calibrosedici non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
calibro

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11:11 PM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©: 2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Amministratore : Massimiliano Di Lorenzo
Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile