Il Setter Italiano il libro di Nencini

Comprimi

Riguardo all'autore

Comprimi

mesodcaburei Scopri di più su mesodcaburei
X
 
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • l'inglese
    Moderatore Setter & Pointer
    • Mar 2008
    • 4158
    • Arzignano, Vicenza

    #46
    Originariamente inviato da Piano del Conte
    Mi sono preso la briga di fare la conta dei vincitori per razza.

    I vincitori individuali della classifica della Coppa Europa (ma ricordiamoci che la Coppa Europa si assegna alle squadre e non al singolo soggetto come invece succede per i campionati di razza) sono stati:

    26 Pointer e 19 Setter

    questo dall'inizio fino al 2000. Non ho trovato i dati degli ultimi 23 anni.


    Non scordiamo che nel dopo guerra e per un bel po', i Pointer erano molto diffusi, credo anche più dei Setter Inglesi. Inoltre, il Pointer è stato plasmato per il mondo delle Prove e gli Allevatori attuali, selezionano perlopiù Soggetti per l' Agonismo, che non per la Caccia!

    Agonismo è un termine che viene, giustamente, molto criticato in Cinofilia, ma è quello che calza meglio...

    Ho un Amico che studia sistematicamente tutte le statistiche ed a lui ho chiesto quale sia stata la razza dominante nelle RECENTI Coppe Europa.

    A freddo così mi ha detto che non sa rispondermi con precisione, ma che dovrebbe esserci una certa equità.

    Interessante ricordare che, qualche lustro fa, la Coppa Europa veniva vinta dalla Bravura e non dall' essere al massimo dello Stile e della Massima Nota, ovvero la Grande Cerca!

    Se un soggetto, anche modesto come, Ritmo, Aperure e, Attinenza alla Razza, faceva tre Punti e gli altri uno, vinceva lui!

    Non a caso, partecipavano le varie Nazioni del Nord con i LORO Cani!
    Cani che, magari, non avevano sbalordito nelle Prove!

    Poi, la Grande Cerca e lo Stile, sono arrivati ad imporsi!

    Anche se non credo ufficialmente....
    Roberto

    Con affetto e simpatia [:-golf]

    un saluto

    l' inglese

    Commenta

    • maxpointer73
      Guru del forum
      • Aug 2016
      • 3088
      • torino
      • pointer inglese

      #47
      Ciao Roberto..
      Le ultime cose da te elencate tutte corrette e veritiere, sono solo "il preparare il terreno" per la selezione del futuro e i cani del futuro.
      Ennesima trasformazione dei soggetti....
      Cosa che se ci pensiamo bene, c'è sempre stata, c'è tutt'oggi e ci sarà sempre......
      Basta guardarsi in dietro e vedere a distanza di 20 _ 40 _60 _ anni come sono cambiati i cani un po' su tutto..... (nel bene e nel male).
      Sta alla bravura di chi fa selezione continuare ad intravedere oggi!!! la giusta via di domani...
      Sono e saranno quelli che avranno in mano il mercato...
      Il dressaur (serio!!!! ) che ormai è diventato uno stretto collaboratore di chi fa selezione, sarà in futuro sempre più fondamentale sia in campo cinofilo che venatorio, perché può dare per vari motivi che tutti conosciamo, immediate risposte e scemature su cui continuare a lavorare.
      Per i "piccoli" quelli che lavorano "dietro le quinte", soprattutto per colpa di leggi e di penuria di selvatici non sarà facile....
      Ma come sempre la passione, i sacrifici e tanto lavoro... faranno comunque emergere dei buoni soggetti.

      Commenta

      • mesodcaburei
        Guru del forum
        • Jan 2015
        • 8793
        • Donceto, Valtrebbia(pc)
        • 2 Spinoni 2 Setter Inglesi 1 Pointer

        #48
        Il Pointer si è ammalato per lungo tempo di "cinofilia" cosa che lo ha quasi fatto scomparire dai trasportini dei cacciatori, adesso va molto meglio ma la malattia della cinofilia ha portato un po anche a questo....qualche supercampione, affine allo standard e supersottacolare e tanti cani inutilizzabili, meno male che la rotta si è invertita e le cose sono un po cambiate.
        Ricordiamoci sempre, che fino agli anni 50 in Italia il Pointer superava il setter come cuccioli.

        Commenta

        • Fink22
          Utente regolare
          • Sep 2012
          • 184
          • Campania

          #49
          Io quoto tutto quello che ha detto Nencini . Un miglioramento della razza dagli anni 60 si è avuto , ma nell’ultimi periodo , credo una decina di anni si è passata ad una produzione incontrollata di Setter . Quello che ho potuto vedere nella mia poca esperienza con tale razza , di cui sono amante e possessore , setter che corrono in prove con battute dell’anteriore ai livelli di un Pointer , velocità e rigidità, è proprio quello non deve avere un setter . Ho potuto vedere in secundis , maschi con fenotipo femminile. Mi trovo d’accordo con Nencini quando dice di adottare il modello francese per la certificazione e rilascio del pedigree , la cosiddetta Confirmation.

          Commenta


          • Max54
            Max54 commenta
            Modifica di un commento
            Ho i miei dubbi che enci prenda in considerazione la cosa ,ci vorrebbe per tutte le razze,
        Attendere..