Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Il forum sulla caccia e sulla cinofilia (https://www.ilbraccoitaliano.net/forum/index.php)
-   Il ritrovo del cacciatore (https://www.ilbraccoitaliano.net/forum/forumdisplay.php?f=7)
-   -   Associazioni anticaccia (https://www.ilbraccoitaliano.net/forum/showthread.php?t=76282)

Alessandro il cacciatore 03-04-21 10:31 PM

Associazioni anticaccia
 
Vorrei aprire questa discussione per fare un quadro delle varie associazioni che o nel loro statuto o nelle loro reali azioni sono contro la caccia.
Chi sono, possibilmente quanti sono i soci, la loro presenza mediatica, gli appoggi politici che hanno, come svolgono la loro attività anticaccia, la loro presenza in organismi pubblici, come si sostengono finanziariamente, se hanno contributi pubblici, eventuali agevolazioni legalmente riconosciute a livello di procedimenti giudiziari, il comportamento delle loro guardie volontarie nei riguardi dei cacciatori e il perché secondo voi fanno la guardia volontaria.

Livia1968 03-04-21 10:40 PM

Di solito si nascondono dietro ideologie di più alto livello quali sostenibilità ambientale (ora va di moda dire così), protezione degli animali, l'avversione verso la caccia è cioè solo uno degli aspetti che li caratterizza, funzionale cioè al loro scopo dichiarato di proteggere il benessere del pianeta. solo in questo modo possono arrivare a farsi elargire fondi pubblici.
Come quando per ottenere un posto di lavoro si gonfia il CV .

SPRINGER TOSCANO 03-04-21 10:43 PM

Argomento vastissimo e veramente interessante.

Per battere il tuo nemico devi prima conoscerlo!! [okk]

Certo la legge mi obblighi a farmi controllare da chi vorrebbe che io appendessi il fucile al chiodo la dice lunga sull argomento tutela dei diritti del cittadino!!

Ho conoscenza solo sommaria della argomento per cui.... seguo con sommo interesse!

FilippoBonvi 04-04-21 09:03 AM

Ho avuto qualche controllo da parte di guardie “ecologiche” appartenenti a varie associazioni. Solo con un ignorante sono arrivato a minacciarlo di chiamare i carabinieri, dato che voleva aprire il baule della mia macchina.
In genere il tutto si risolve con il solo controllo del tesserino venatorio
Ammetto però di non conoscere i numeri degli iscritti delle varie associazioni e quanti contributi prendono. Almeno nella mia provincia sono portato a pensare che i numeri non siano alti, sono pochi gli articoli sui giornali, e le iniziative limitate.
Nel parco cittadino pochi anni fa si era intrufolato un cinghiale, a cui Wwf e simpatizzanti avevano addirittura dato un nome ( Agostino).... nonostante le proteste la provincia ha abilitato alcuni selecontrollori, che una mattina all’alba ne hanno fatto carne pronta per la polenta. Sono seguite proteste per qualche giorno, i giornali locali hanno titolato per qualche edizione.... poi tutto dimenticato. Insomma mi sembra di capire che le associazioni ambientaliste abbiano poca voce (almeno qui) e che non ci siano personaggi agguerriti come in altre regioni. Spero continui...

Tex Willer 04-04-21 10:17 AM

Quote:

Originariamente inviata da Alessandro il cacciatore (Messaggio 1429022)
Vorrei aprire questa discussione per fare un quadro delle varie associazioni che o nel loro statuto o nelle loro reali azioni sono contro la caccia.
Chi sono, possibilmente quanti sono i soci, la loro presenza mediatica, gli appoggi politici che hanno, come svolgono la loro attività anticaccia, la loro presenza in organismi pubblici, come si sostengono finanziariamente, se hanno contributi pubblici, eventuali agevolazioni legalmente riconosciute a livello di procedimenti giudiziari, il comportamento delle loro guardie volontarie nei riguardi dei cacciatori e il perché secondo voi fanno la guardia volontaria.

Hai l imbarazzo della scelta

https://www.cacciapassione.com/ambie...sempre-natale/

E pensare che qlc anno fa qualcuno sostenne che Legambiente foossero nsolo schegge impazzite.... e invece ultimamente, e non solonqualcuno dei nostri ha fatto pure un prorocollo di intesa...

Non so se aver più paura di loro o di noi....

Su come campano c'è un bel documento sul sito di ACR che esibisce conti alla mano cosa portano a casa tra 5 per mille, e contributi statali

al-per 04-04-21 11:06 AM

Questo l'accordo sottoscritto nel 2014 tra Federcaccia, Arci Caccia, ANUU migratoristi e Legambiente. Probabilmente mi sono distratto ma qualcuno di voi ha rilevato aspetti positivi nella pratica della caccia derivati da questo scritto?




https://www.italcacciatortrepontilat...collo-2015.jpg

Livia1968 04-04-21 12:14 PM

Per avere un'idea di cosa stiamo parlando. Realtà riconosciute dallo Stato. Questo è il presupposto per avere tutta una serie di privilegi di ordine fiscale e deroghe al diritto comune. Fatti non parole

https://www.minambiente.it/pagina/el...e-riconosciute

Sep 04-04-21 02:09 PM

L'idea che mi sono fatto di queste realtà è che siano forti solo per il fatto che urlano di più.
I militanti veri sono pochi e sono quelli di cui ogni tanto si vede qualche video mentre rompono le p...e all'appostamento di turno. Il problema è che siccome parlano quasi sempre senza contraddittorio catturano l'opinione dei tiepidi o per meglio dire degli indecisi. Bisognerebbe fare un enorme sforzo per comunicare la caccia per quello che è, perché in questa maniera si cattura più di qualche consenso.
Quanto al nomenclatore delle associazioni, oltre alle maggiori, su base territoriale ce ne sono miriadi, molte delle quali magari anche partendo da finalità condivisibili (dopotutto l'ambiente interessa anche e sopratutto a noi), virano sulla militanza antivenatoria con l'intento di far proselitismo onde far "massa critica" ed aggiudicarsi i progetti più disparati (leggasi danaro pubblico). Ce n'è una delle mie parti ad esempio che negli ultimi giorni sta agitando parecchio le acque sulla vicenda di una lupa che si è sostanzialmente urbanizzata. Era partita come associazione per la promozione del trekking in montagna, facendo anche belle iniziative, ma ho idea che sta per diventare una onlus anti caccia per cercare di farsi accreditare il Centro Recupero Animali Selvatici.
"A pensar male degli altri si commette peccato, ma molto spesso ci si indovina"

lollo 04-04-21 02:20 PM

Alcune associazioni sono nate, tanti anni fa, con l'intento vero di fare qualcosa per proteggere l'ambiente e la fauna dallo sfruttamento indiscriminato a beneficio di noi tutti, inteso come beneficio per tutta la popolazione mondiale, mi riferisco ovviamente a quelle associazioni a carattere internazionale. In Italia queste associazioni hanno sempre avuto un solo scopo, creare posti di lavoro privilegiati e tutelati dallo stato, stato che, con la sua politica garantista verso determinate associazioni, ha contribuito a far nascere qui una esagerata pletora di medie, piccole e piccolissime associazioni in grado di reperire fondi e garantire posti di lavoro, sfruttando l'onda emotiva del " viva la natura, proteggiamola " che è insita in tutti noi. Di fatto, e nonostante la reale e sana ideologia che sprona alcune persone che vi lavorano, queste associazioni si sono dovute sempre scontrare con la dura realtà e, comprendendo che contro i "grandi interessi" ben poco possono fare, riversano le loro battaglie verso i piccoli e "indifesi" cacciatori i quali, essendo pochi e male organizzati, subiscono. Purtroppo l'emotività del "povero animaletto" ha una facile presa sulla maggioranza della popolazione italiana, notoriamente piuttosto "ignorante" e ben poco propensa ad approfondire temi che , sebbene di grande importanza, di fatto suscitano scarso interesse, se a questo aggiungiamo un governo di parte, il gioco è fatto. Ecco perché, almeno in Italia, le varie associazioni possono fare solo una cosa, prendersela con la caccia e i cacciatori. D'altronde per perseguire dei veri, grandi e difficili obiettivi, ci vogliono qualità che non possono avere persone che fanno qualcosa solo per avere privilegi e posti di lavoro, bensì occorrerebbero qualità che vanno ben oltre l'ideologia politica di turno, cosa che questi "signori e signore" non hanno e mai avranno perché i principi fondatori si sono ormai persi nella notte dei tempi.

Babutz 05-04-21 09:53 AM

Buona Pasquetta a tutti!!! Ieri un cacciatore sul gruppo Facebook “cacciatori della provincia di Novara “ ha condiviso un video... Vi incoraggio a digitare sulla “ barra di ricerca” di Facebook: “ Rifugio Miletta “ e guardare il video di 26 minuti. In pratica questa associazione che “salva gli animali” situata ad Agrate Conturbia, ha trovato 6 presunti striati in decomposizione, morti per sparo, sul una piana dove agli estremi ci sono 2 altane per la selezione. Credo sia un atto di bracconaggio, comunque dicono che sporgeranno denuncia.
Mio padre ha sempre allevato conigli e macellato come lavoro quindi con diverse centinaia di capi alla settimana e con punte di qualche migliaio, bene non vi dico i “colleghi” allevatori che si sono trovati gli allevamenti distrutti dagli Ecoterroristi. L’ultima volta un caro amico in Lombardia con tanto di simbolo con bomboletta sul muro. C’era su Facebook questa Ecoterrorista che invitava a usare il simbolo dell’associazione quando ci si introduce negli allevamenti ecc... ah giusto naturalmente se volete sempre sulla pagina Rifugio Miletta dopo il video sui cinghialetti marci, c’è anche quello sul solito agnello salvato con Pesanti Frecciatine al mondo della Pastorizia Attività Millenaria dell’uomo. Inviterei magari anche l’utente Michele2 che forse conosce la zona, magari ha qualche notizia. Se non ci svegliamo, se non ci uniamo, se non iniziamo a comportarci in modo Impeccabile!!! Abbiamo già perso in partenza!!! SVEGLIA!!! I prossimi dopo di noi saranno gli allevatori!!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:48 AM.

Powered by vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd. Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile

User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.