Discussione: Peste suina
Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 17-01-22, 08:22 AM  
maxpointerx73
Moderatore Addestramento
 
L'avatar di maxpointerx73
 
Registrato dal: Aug 2016
ubicazione: torino
Messaggi: 2,026
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 588 Post(s)
predefinito

Ciao Pato, nessun colpo di stato...
Ormai oggi la caccia è di interesse di pochissimi.

Forse c'è più gente che ci lavora intorno, rispetto a quelli che la praticano....

Basti pensare alle ditte di armi, abbigliamento, attrezzatura varia, cinofilia,allevamenti, ecc....ecc....
Pensa tra tutti in campo nazionale quanti posti di lavoro....

Sicuramente si sono incaricati di svolgere un lavoro che direttamente poteva sembrare al di sopra dei loro mezzi e capacità.

Ma vedi che a conti fatti, PERCHÉ LORO SI MUOVONO SEMPRE GUARDANDO AVANTI, a differenza dei nostri....

Anche questa volta sono riusciti a fermarci, inoltre "se" la cosa è reale, "se" i cinghiali moriranno....
Avranno per l'ennesima volta raggiunto un obbiettivo, dimostrando alle regioni che i cacciatori in svariati anni non sono stati capaci di abbassare il numero dei capi....

Invece loro in pochissimo tempo hanno risolto il problema.

Secondo te /voi, alle prossime proposte in regione conterà ciò che diranno loro, o ciò che diranno i nostri????

Questa per loro non è una vittoria, ma l'ennesimo tassello a loro favore.

La caccia NON verrà mai chiusa direttamente perché ci sono troppi soldi e posti di lavoro in ballo, e nessuno ne di loro o del governo si prenderà mai la responsabilità.

Loro questa cosa c'è l'hanno ben chiara!!!!

Ma con piccoli e continuativi divieti/restrizioni e contrasti ci porteranno ad abbandonare la caccia.
Una silenziosa legale/mediatica lenta fine.

Non posso parlare delle altre regioni, perché non conosco la reale situazione, ma in Piemonte per loro ormai la strada è ben spianata.

Hanno saputo portare dalla loro parte persone che lavorano nei punti strategici che a loro fanno comodo....
È vedendo come si sono mosse le regioni confinanti sembra che la cosa stia prendendo potere anche al difuori del Piemonte.

Cerco di essere fiducioso anche se mi viene difficile...
Ma per la prossima stagione NON la vedo tanto bene.

Vedremo se i nostri rappresentanti decideranno di svegliarsi, speriamo con i dovuti tempi tecnici/burocratici, in modo da non incappare nel solito RICORSO dell'ultimo minuto che ormai da anni sta diventando una moda.
Una moda che continua a costarci la perdita di specie cacciabili, giornate di caccia perse, divieti assurdi per allenamento/addestramento cani, ecc... ecc....
maxpointerx73 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip, pratalino Piace questo post