Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 10-06-21, 10:27 PM  
claudio 58
Guru del forum
 
L'avatar di claudio 58
 
Registrato dal: Jun 2009
ubicazione: lecce
Messaggi: 1,296
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 108 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da d.dee86 Visualizza il messaggio
Buongiorno a tutti,
negli ultimi anni ho dovuto stoppare la mia attività venatoria per motivi lavorativi e in questo periodo ho pure perso un pò di peso (circa 22-23 kg).
Nella storia ho sparato sempre con fucili con piega, quando presente, da 55.

Acquistando un nuovo fucile da pochi giorni e provandolo mi sono reso conto invece che ora mi trovo meglio (almeno facendo le solite prove allo specchio e imbracciando ad occhi chiusi) con la 60 o comunque con fucili che "storicamente" ho trovato sempre troppo piegati.

Ma visto la perdita di peso e quindi la conseguente diminuzione della "massa" della guancia mi sarei aspettato di dover sparare più dritto e quindi con una 50. Sbaglio io?
In teoria non sbagli.... in teoria.

Se quando eri, per così dire, più in carne sparavi con la piega al nasello di 55 - che già è una piega esasperata per il tiro a caccia- adesso che sei dimagrito dovresti passare ad una piega ancora più diritta.

Amenochè non assomigli ad un mio amico che pesa all'incirca 100 kg. ma ha le guance asciutte come uno che ne pesa 65.

Se sei dimagrito solo nel corpo è sicuramente cambiato il valore di piega al tallone e in punta, pertanto avrai bisogno di altre prove, oltre a quella dello specchio, per valutare quali accorgimenti adottare.

Uno di questi, un pò empirico ma utile, potrebbe essere quello di fare un paio di serie al tav valutando se i piattelli diritti li salti, gli spari sotto o li rompi.
__________________
Claudio
claudio 58 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace old hunter Piace questo post