Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 18-01-22, 05:35 PM   #7
Arha
Utente abituale
 
L'avatar di Arha
 
Registrato dal: Dec 2014
ubicazione: Lumezzane
Messaggi: 913
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati):
Grazie (Ricevuti):
Mi piace (Dati):
Mi piace (Ricevuti):
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 122 Post(s)
predefinito

Buonasera amici del forum,
non sono un biochimico o nutrizionista ne tanto meno medico, quindi non so dire con dati se consumare carne faccia bene o no.
Io da un paio di anni da carnivoro convinto ho ridotto il consumo di carne da quasi quotidiano a 1 ( o max 2) volte a settimana (ma a vole anche 0); sinceramente la sensazione ( ci tengo a sottolineare sensazione) è di un benessere maggiore; adoro la carne ( specie rossa, pollo ai ferri e costine di maiale) ma una volta che mi sono informato sui consumi energetici legati all'allevamento intensivo ho ridimensionato i miei consumi, inoltre certe tipologie di allevamento intensivo mi disgustano sia come etica che come qualità della carne (pensare di mangiare animali allevati in certi modi mi fa venire una certa nausea).
Siamo quasi 8 miliardi di persone sul pianeta e sono convinto che nutrire tutti limitando i danni al pianeta e consumi energetici sarà una grande sfida ma necessaria.
Io ho scelto di selezionare il mio consumo di carne guardando alla filiera (consumo energetico) e alla qualità dell'alimento, non è semplice ma con un po' di impegno è possibile.
Aristotele scrisse che la virtù è sempre nel mezzo, mai agli estremi; ricordandosi questo si può guardare un documentario intitolato "The Game Changers" un documentario di parte ( dalla parte dei vegani) ma che mostra come alcuni sportivi di successo seguendo diete vegane abbiano comunque ottenuto risultati importanti; essendo di parte è ovvio che alcune cose le sparano grosse, ma ci posso essere buoni spunti di riflessione.

D'altro canto nel nostro mondo ( la caccia) vedo e sento spesso opinioni che (passatemi il termine) sono un po'ottuse e poco aperte, questo perchè credo che percepiamo questa corrente di pensiero come una minaccia alla nostra passione, ma io non la vedo così...anzi quando con coetanei si affronta questo argomento propongo sempre il consumo di selvaggina, carne magra, sana e con un basso ( ma meglio nullo) impatto ambientale.
La paura ( come potrebbe essere subire limitazioni alla nostra passione) condiziona come poche altre cose, ma se devo essere sincero la mia più grande paura è pensare ai danni che stiamo procurando alla Terra ( ma poi per cosa...per le crocchette AIA...che schifo signur...(naturalmente non solo per questo...ma questo lo trovo superfluo oltre che dannoso per la salute))
E se fossimo noi a proporre innovazioni su questo fronte?
__________________
Edo

Ultima modifica di Arha; 18-01-22 a 05:43 PM
Arha non è in linea   Rispondi quotando
Grazie Sep Ha ringraziato per questo post
Mi piace elsa, Sep Piace questo post