Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I forum sulla cinofilia > L' addestramento

Avvisi

Visualizza i risultati del sondaggio: Siete favorevoli all'uso del collare elettrico?
Contrari 323 48.87%
Favorevoli 338 51.13%
Chi ha votato: 661. Non puoi votare questo sondaggio

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 09-01-22, 06:48 PM   #1301
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 9,923
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 493
Grazie (Ricevuti): 306
Mi piace (Dati): 1164
Mi piace (Ricevuti): 1265
Menzionato: 6 Post(s)
Quotato: 2089 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Luca1990 Visualizza il messaggio
Quote:
Direi a questo punto che sia il caso di fare una distinzione.. cani da caccia in box e cani da caccia cresciuti in casa .. ovvio che non tutti possono permettersi di avere un cane da caccia sotto la tavola però a livello di addestramento i secondi hanno un vantaggio non da poco..
Io invece penso che quasi tutti possono permettersi di avere un cane in casa, però non a tutti piace avere il cane in casa. Si può socializzare e addestrare anche il cane tenuto nel box, anzi per certi versi è meglio tenere il cane distante dal padrone. Il cane meno valuta il padrone meno possibilità ha di prenderlo per il c.lo. L'importante è non dimenticarsi il cane nel box, le uscite le deve fare, ugualmente come se fosse in casa. Il cane non soffre di essere chiuso, soffre la mancanza di rispetto che gli spetta di diritto. Un cane fortemente dominante non accetta di restare in box, mentre il suo padrone va a caccia. Per questo, quando gli viene aperta la porta del box ha bisogno di sfogarsi, deve scaricare tutto il suo scontento prima di rientrare nella normalità. Per alcuni minuti è refrattario a qualsiasi ordine, non vuole interagire con il padrone, è un cane dominate che decide. sottoporre nel primo anno di vita un cane a diverse forme di stimoli esterni lo fa diventare più intelligente anche venatoriamente.. questa è la mia modesta opinione
Un cane tenuto sempre nel box e portato solo a caccia, potrebbe aver paura di tutto, ma quando viene messo sul terreno di caccia gli scompare qualsiasi forma di paura. I vecchi cacciatori dicevano che il cane da caccia deve andare solo a caccia, i nuovi cacciatori dicono che il cane da caccia deve essere portato al ristorante, al cinema, al bar, ecc.ecc. La resa venatoria, e l'intelligenza che il cane dimostra a caccia non dipende ne dal box ne dalla casa. Opinione personale.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 09-01-22, 06:59 PM   #1302
Luca1990
Utente abituale
 
L'avatar di Luca1990
 
Registrato dal: Mar 2020
ubicazione: Provincia di Venezia
Messaggi: 309
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 6
Grazie (Ricevuti): 28
Mi piace (Dati): 101
Mi piace (Ricevuti): 186
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 209 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da sly8489 Visualizza il messaggio
Un cane tenuto sempre nel box e portato solo a caccia, potrebbe aver paura di tutto, ma quando viene messo sul terreno di caccia gli scompare qualsiasi forma di paura. I vecchi cacciatori dicevano che il cane da caccia deve andare solo a caccia, i nuovi cacciatori dicono che il cane da caccia deve essere portato al ristorante, al cinema, al bar, ecc.ecc. La resa venatoria, e l'intelligenza che il cane dimostra a caccia non dipende ne dal box ne dalla casa. Opinione personale.
Nella mia casistica personale (unita a quella di mio padre ben più corposa della mia) abbiamo notato che l’unico cane da caccia non tenuto in box, ovvero il mio che uso attualmente, si discosta molto da tutti quelli avuti fin ora.. non so se sia L razza, il soggetto o il fatto che a sei mesi già veniva a caccia con me, sta di fatto che d’ora in poi se devo avere un cane da caccia lascio che cresca in casa. Meglio un buon cane che 3 mediocri
Luca1990 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace Goya, Max54 Piace questo post
Vecchio 09-01-22, 07:15 PM   #1303
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 9,923
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 493
Grazie (Ricevuti): 306
Mi piace (Dati): 1164
Mi piace (Ricevuti): 1265
Menzionato: 6 Post(s)
Quotato: 2089 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da bosco64 Visualizza il messaggio

Bene la scarica che danno quei recinti fa molto ma molto più male di quella di un collare. Eppure nessuno grida allo scandalo.
I pastori elettrici fanno risparmiare tempo e sondi, allo stesso modo dei collari elettrici. In teoria è la stessa cosa, in pratica è un poco diverso. Sul pastore elettrico è la bestia che decide di prendere o non prendere la scossa, con collare non decide la bestia, decide chi per lui. Forse per questo motivo il pastore elettrico non è considerato maltrattamento.

---------- Messaggio inserito alle 07:15 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 07:04 PM ----------

Quote:
Quote:
Originariamente inviata da Luca1990 Visualizza il messaggio
Nella mia casistica personale (unita a quella di mio padre ben più corposa della mia) abbiamo notato che l’unico cane da caccia non tenuto in box, ovvero il mio che uso attualmente, si discosta molto da tutti quelli avuti fin ora.. non so se sia L razza, il soggetto o il fatto che a sei mesi già veniva a caccia con me, sta di fatto che d’ora in poi se devo avere un cane da caccia lascio che cresca in casa. Meglio un buon cane che 3 mediocri
E' un poco di tutto quello che hai detto. Non sono d'accordo che il cane tenuto in casa è più intelligente e a caccia rende di più del cane tenuto in box. Sono d'accordo di crescere il cane in casa, ma non sono convito che quelli cresciuti in box sono cani mediocri solo per questo.Luca, l'ubbidienza e la resa del cane a caccia non dipende dal box o dalla casa.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 09-01-22, 07:40 PM   #1304
Luca1990
Utente abituale
 
L'avatar di Luca1990
 
Registrato dal: Mar 2020
ubicazione: Provincia di Venezia
Messaggi: 309
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 6
Grazie (Ricevuti): 28
Mi piace (Dati): 101
Mi piace (Ricevuti): 186
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 209 Post(s)
predefinito

Forse mi sono espresso male.. anche in casa nostra abbiamo avuto cani buoni cresciuti in box la differenza che noto è che il cane cresciuto in famiglia è più “umano”. Rispetto ai cani avuti in passato mi accorgo che caccio in modo completamente diverso..

La cosa che invece penso convintamente è che molti cacciatori (anche amici) compensano la mancanza di qualità con il numero.. non di rado mi capita di vedere gruppo di 2/3 cacciatori a caccia con 3/4 cani.. spesso ciò che ne esce è una certa confusione con cani che più che cacciare scacciano..
Luca1990 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace old hunter Piace questo post
Vecchio 10-01-22, 12:21 AM   #1305
old hunter
Guru del forum
 
L'avatar di old hunter
 
Registrato dal: Feb 2013
ubicazione: ROMA
Messaggi: 2,286
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 121
Grazie (Ricevuti): 184
Mi piace (Dati): 739
Mi piace (Ricevuti): 769
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 553 Post(s)
Post

Quote:
Originariamente inviata da Livia1968 Visualizza il messaggio
Non tutti i cani hanno la fortuna di vivere in una famiglia, non tutti i cani hanno la fortuna di avere un padrone che abbia anche solo le basi di una corretta socializzazione, e per quanto riguarda i figli, non mi pare il caso di fare dei paragoni, altrimenti potrei dire che non tutti i genitori sono all altezza della responsabilità di educarli. Basta genereralizzazioni e fare del proprio caso emblema ed esempio di virtù. Qui si parla di realtà. Svegliatevi voi. Il mondo non è il vostro piccolo orticello curato.

La schicchera col CE no perché è crudeltà, ma una pedata o il lancio del guinzaglio mentre si sta ingozzando di cacca di cinghiale e non ascolta il NO imperioso mandando a monte 30 euro di sverminazione appena fatta, si può dare o si rischia di finire nel tabellone dei cattivi?
Chiedo per un amico.

Inviato dal mio HMA-L29 utilizzando Tapatalk
CI sei andata vicino,cara celestina,molto vicino non è un piccolo orticello NO' esso è per chi lo vuole,lo cerca,lo agogna,solo un "PICCOLO MONDO ANTICO". Old hunter" PS,ci sei quasi.
old hunter non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-01-22, 12:27 AM   #1306
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 9,923
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 493
Grazie (Ricevuti): 306
Mi piace (Dati): 1164
Mi piace (Ricevuti): 1265
Menzionato: 6 Post(s)
Quotato: 2089 Post(s)
predefinito

Quote:
Quote:
Originariamente inviata da Luca1990 Visualizza il messaggio
Forse mi sono espresso male.. anche in casa nostra abbiamo avuto cani buoni cresciuti in box la differenza che noto è che il cane cresciuto in famiglia è più “umano”. Rispetto ai cani avuti in passato mi accorgo che caccio in modo completamente diverso..
Giusto, quindi la casa e il box non centrano, centra il rapporto che si è saputo instaurare con il cane. Credimi un buon rapporto fatto di "dominanza sottomissione leadership" perchè questa e la base per avere un buon rapporto con il cane, lo si può instaurare anche con un cane che ha la cuccia nel box.

Quote:
La cosa che invece penso convintamente è che molti cacciatori (anche amici) compensano la mancanza di qualità con il numero.. non di rado mi capita di vedere gruppo di 2/3 cacciatori a caccia con 3/4 cani.. spesso ciò che ne esce è una certa confusione con cani che più che cacciare scacciano..
Io porterei a caccia il migliore, però bisogna sapere valutare quello che è il migliore. Alcuni cacciatori hanno cani appena sufficienti e credono di avere dei campioni solo perchè corrono dalla mattina alla sera, altri hanno eccellenti cani da caccia e credono di avere delle schiappe. "I cani bravi stanno sempre in mano a cacciatori bravi" Solo in parte è vero.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-01-22, 07:25 AM   #1307
bosco64
Guru del forum
 
L'avatar di bosco64
 
Registrato dal: Nov 2011
ubicazione: Langhe
Messaggi: 3,958
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 42
Grazie (Ricevuti): 153
Mi piace (Dati): 170
Mi piace (Ricevuti): 987
Menzionato: 5 Post(s)
Quotato: 1152 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Francesco984 Visualizza il messaggio
Nel mio piccolo, son d'accordo a metà.

In Abruzzo dove vado a caccia di caprioli è pieno, non vengono regolati.
Ci son cani che inseguono i caprioli come non ci fosse un domani e cani che invece li ignorano. Dalle mie parti i primi vengono venduti e i secondi coccolati come non mai.
E' per quello che esiste il pedigree e tutte le menate sulla discendenza: un cane con buon sangue nasce già dritto.

Ci sono cose che si fanno ad oggi col CE che prima si facevano con una frasca. Onestamente, se "frascheggiare" un cane, terrorrizzandolo, tenendo in mano la volpe che ha erroneamente scovato sia più etico del CE non lo so, ma causava meno polemiche: alla fine lo scopo era spaventare non portar dolore.
La stessa frasca tornava utile anche per "insegnare" a non raccogliere la carne da terra e in generale a mangiare solo dalla ciotola, perchè alcuni cacciatori son degli infami.

Alle volte "il problema" è ammettere che quel cane è buono per tante per cose, ma non per la caccia o, quanto meno, per quella che si vuol fare.

Evidentemente se non vengono regolati è perchè non c'è ne sono abbastanza. Quando si ha un piano di abbattimento di 2400 caprioli anno, provate ad immaginare quanti ne potete ritrovare ad uscita.
E altra cosa, è vero che ci sono cani che li trascurano, ma è anche vero che molte volte quei cani li trascurano perchè non li trovano nemmeno , semplicemente per ll motivo che in certi posti non ci vanno.
E da noi quei cani sono definiti mezzecalzette. Sa quanti hanno in mano dei mezzecalzette e sono convinti di avere il campione.
Poi è ovvio che a quattro , cinque anni , avranno imparato a trattenersi da soli, ma a quella età devono avere la fortuna di arrivarci e non finire sotto una macchina, che sicuramente gli causerà più dolore di una leggera scossetta.

---------- Messaggio inserito alle 07:17 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 07:05 AM ----------

Quote:
Originariamente inviata da Livia1968 Visualizza il messaggio
Non tutti i cani hanno la fortuna di vivere in una famiglia, non tutti i cani hanno la fortuna di avere un padrone che abbia anche solo le basi di una corretta socializzazione, e per quanto riguarda i figli, non mi pare il caso di fare dei paragoni, altrimenti potrei dire che non tutti i genitori sono all altezza della responsabilità di educarli. Basta genereralizzazioni e fare del proprio caso emblema ed esempio di virtù. Qui si parla di realtà. Svegliatevi voi. Il mondo non è il vostro piccolo orticello curato.

La schicchera col CE no perché è crudeltà, ma una pedata o il lancio del guinzaglio mentre si sta ingozzando di cacca di cinghiale e non ascolta il NO imperioso mandando a monte 30 euro di sverminazione appena fatta, si può dare o si rischia di finire nel tabellone dei cattivi?
Chiedo per un amico.

Inviato dal mio HMA-L29 utilizzando Tapatalk

Lascia perdere. Non c'è sordo più di uno che lo vuol essere.

Le mie nel box ci dormono e basta, le ho sempre attorno, le posso portare da tutte le parti e non dicono beh. In macchina non le senti. Eppure quando sono sul terreno più gli animali sono grandi e più li rincorrono. Impareranno certo, ma sai quante volte hanno rischiato la vita.. E per ora mi è sempre andata bene, visto che non le puoi fermare quando sbagliano.

---------- Messaggio inserito alle 07:25 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 07:17 AM ----------

Quote:
Originariamente inviata da sly8489 Visualizza il messaggio
I pastori elettrici fanno risparmiare tempo e sondi, allo stesso modo dei collari elettrici. In teoria è la stessa cosa, in pratica è un poco diverso. Sul pastore elettrico è la bestia che decide di prendere o non prendere la scossa, con collare non decide la bestia, decide chi per lui. Forse per questo motivo il pastore elettrico non è considerato maltrattamento.

Ti facevo più intelligente, ma visto che non ci sei arrivato, ti spiego che a prendere la scossa dei pastori elettrici sono i cani , dei bovini non me ne frega nulla. E quando ci finiscono sopra due o tre volte senza vederli,poi siccome non sono scemi,capita che qualunque cordino tirato di traveso, li blocchi , tanto da doverli andare a prendere, perchè da li loro non ci passano più.

E questa non è tortura secondo gli intelligentoni di turno.
bosco64 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace Livia1968, fabryboc Piace questo post
Vecchio 10-01-22, 10:45 AM   #1308
maxpointerx73
Moderatore Addestramento
 
L'avatar di maxpointerx73
 
Registrato dal: Aug 2016
ubicazione: torino
Messaggi: 1,990
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 189
Grazie (Ricevuti): 287
Mi piace (Dati): 728
Mi piace (Ricevuti): 1090
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 574 Post(s)
predefinito

Tra box e casa a mio modesto parere, fondamentalmente cambiano 2 cose.....
In realtà sono molte altre, ma fondamentali sono 2.

_1 : vuoi o no il tempo fisico passato insieme al cane che, può essere un'arma a doppio taglio.....
Nel senso che.....
Se siamo in grado di gestire il cane ci viene a nostro vantaggio... (accelera e perfeziona).
Se invece per x motivi, è lui a prendere il gradino superiore, diventa un vero problema.

_2 : la mente del cane tenuto Anche in casa, e ovunque lo si porti, dal ristorante al supermercato al bosco, al mare.....ecc.. ecc...
Avrà una elasticità mentale maggiore a ragionare e reagire agli stimoli che lo circondano.

Il classico cane tenuto solo esclusivamente in box, potrà si essere un buon cane da caccia, e anche ben dressato....
Ma alla prima situazione fuori dai suoi schemi abitudinari è obbligato( senza alcuna colpa), a trovarsi in una situazione di "panico" nel senso....
E adesso cosa faccio???...
Cosa che, nella stessa condizione, un cane con cervello molto più "aperto/elastico" riuscirà a gestire molto meglio (solo perché è più abituato a gestire nuovi stimoli).

Ogni cane di qualsiasi razza sia,
è un mondo a se,....

Poi ci sono razze più o meno predisposte a recepire e svolgere determinati compiti e lavori...

Certo è che se si ha una buona esperienza cinofila, avere la possibilità di avere un cane in casa che vive per e con noi...
può essere un discreto aiuto per raggiungere degli obiettivi.

Ma alla fine, ricordiamoci una cosa....

Cani veramente ciucci sono veramente pochi...
Il più delle volte gli obbiettivi non raggiunti per 1000 motivi, volontari o no... sono da attribuire al proprietario.

Poi attenzione a un'altra cosa molto importante.
Le leggi attuali, e la penuria di selvaggina in molti terreni....
Sicuramente non aiuta ne i proprietari a gestire il soggetto, e tanto meno il cane a sbocciare.


Dopo anni di cani e su base di multiple esperienze vissute, posso confermare che :
Esclusivamente sotto il profilo venatorio,
non è il box o la casa a fare la differenza.....
un po' come il discorso tra maschio o femmina...

Ma ciò che posso confermare è che con i soggetti tenuti in casa, i tempi di raggiungimento obbiettivi sono sicuramente più brevi e il rapporto di gestione a caccia è di molto più semplice.

SEMPRE CHE A MONTE SI SIA LAVORATO A DOVERE!!!!..

buon lavoro a tutti,...
Si!!!! buon lavoro, perché qualsiasi sia la vostra idea, solo con lavoro e costanza si raggiungono gli obiettivi.
maxpointerx73 non è in linea   Rispondi quotando
Grazie Luca1990 Ha ringraziato per questo post
Mi piace Luca1990 Piace questo post
Vecchio 10-01-22, 11:56 AM   #1309
sly8489
Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 9,923
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 493
Grazie (Ricevuti): 306
Mi piace (Dati): 1164
Mi piace (Ricevuti): 1265
Menzionato: 6 Post(s)
Quotato: 2089 Post(s)
predefinito

[quote=bosco64;1456677]
Quote:
Evidentemente se non vengono regolati è perchè non c'è ne sono abbastanza. Quando si ha un piano di abbattimento di 2400 caprioli anno, provate ad immaginare quanti ne potete ritrovare ad uscita.
Secondo me invece di preoccuparti dei caprioli che trovi ad ogni uscita, ti devi preoccupare di quanti incontri riesce a fare il cane sulla selvaggina adatta al cane da ferma.
Quote:
E altra cosa, è vero che ci sono cani che li trascurano, ma è anche vero che molte volte quei cani li trascurano perchè non li trovano nemmeno , semplicemente per ll motivo che in certi posti non ci vanno.
Li trascurano perchè cercano la selvaggina per la quale sono stati selezionati, oltre alla selezione c'è da dire che nel periodo giusto sono stati imprintati nel modo giusto.
Quote:
E da noi quei cani sono definiti mezzecalzette.
Le mezze calzette sono i cani da ferma che seguitano dietro la selvaggina da pelo, rovinando terreno buono e trascurando la selvaggina da penna. La colpa non lo so di chi è, meglio darla tutta al cane.
Quote:
Sa quanti hanno in mano dei mezzecalzette e sono convinti di avere il campione.
Sono d'accordo, però prima bisognerebbe stabilire se le mezze calzette sono quelli che ignorano i caprioli e si concentrano sul selvatico idoneo al cane da ferma o sono quelli che li trascurano e si dedicano di più al capriolo.
Quote:
Poi è ovvio che a quattro , cinque anni , avranno imparato a trattenersi da soli, ma a quella età devono avere la fortuna di arrivarci e non finire sotto una macchina, che sicuramente gli causerà più dolore di una leggera scossetta.
Ci sono cani da ferma che fermano sia il capriolo che il cinghiale, fanno il lavoro del cane da ferma, dopo lo schizzo, inseguono per una cinquantina di metri, forse anche meno, e rientrano. Ma questo particolare potrebbe dipendere dal collegamento. In un terreno invaso dai caprioli, se si dovesse sbagliare a dare la scossa, "sono uccelli senza zucchero" perchè il cane ogni volta che avverte l'emanazione del capriolo spegne il naso e smette di cacciare.




Quote:
Lascia perdere. Non c'è sordo più di uno che lo vuol essere.
Hai ragione.
Quote:
Quote:
Le mie nel box ci dormono e basta, le ho sempre attorno, le posso portare da tutte le parti e non dicono beh. In macchina non le senti. Eppure quando sono sul terreno più gli animali sono grandi e più li rincorrono. Impareranno certo, ma sai quante volte hanno rischiato la vita.. E per ora mi è sempre andata bene, visto che non le puoi fermare quando sbagliano.
Il problema è proprio questo, i cani non sbagliano, vengono condizionati male su terreni e selvatici non adatti ai cani da ferma.



Quote:
Ti facevo più intelligente,
Il troppo stroppia, mi basta quella poca che ho.
Quote:
ma visto che non ci sei arrivato, ti spiego che a prendere la scossa dei pastori elettrici sono i cani , dei bovini non me ne frega nulla.
La stessa cosa pensa chi ha messo i pastori elettrici, cioè dei tuoi cani non gliene frega niente.
Quote:
E quando ci finiscono sopra due o tre volte senza vederli,poi siccome non sono scemi,capita che qualunque cordino tirato di traveso, li blocchi , tanto da doverli andare a prendere, perchè da li loro non ci passano più.
Mi sembra che ci deve essere qualche normativa che regola l'utilizzo dei pastori elettrici. Dove ci sono pastori elettrici dentro ci deve essere il bestiame, quindi sono zone non cacciabili. Secondo me è più intelligente chi tiene i cani lontani dai pastori elettrici. Da queste parti, quando il bestiame viene spostato, il pastore viene tolto, al massimo gli viene concesso di disattivarlo e di appoggiarlo per terra.

Quote:
E questa non è tortura secondo gli intelligentoni di turno.
Su questo ti ho già risposto, però visto che siamo in democrazia do la mia opinione da persona poco intelligente, che è quella di stare lontani dai pastori elettrici per evitare ai cani di prendere la scossa.

---------- Messaggio inserito alle 11:56 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 11:32 AM ----------

In termini di resa venatoria non cambia niente fra il cane tenuto in casa e quello tenuto nel box. Si riesce bene a socializzare e addestrare anche il cane tenuto nel box. E' ovvio che se quello tenuto nel box non venisse mai portato in città si troverà a disagio, ma questo non centra con la resa venatoria. Come ho già detto, i cani non hanno il sentimento della gratitudine, non bisogna pensare che dormendo insieme al cane si avrà il cane collegato che interagisce alla perfezione con il padrone, anzi sono proprio quelli più coccolati che in casa o in giardino sono dei bravi soldatiti, gli stessi slegati sul terreno di caccia fanno una bella pernacchia al padrone e fanno quello che più gli piace.

Ultima modifica di sly8489; 10-01-22 a 11:38 AM
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-01-22, 12:25 PM   #1310
bosco64
Guru del forum
 
L'avatar di bosco64
 
Registrato dal: Nov 2011
ubicazione: Langhe
Messaggi: 3,958
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 42
Grazie (Ricevuti): 153
Mi piace (Dati): 170
Mi piace (Ricevuti): 987
Menzionato: 5 Post(s)
Quotato: 1152 Post(s)
predefinito

[quote=sly8489;1456703]
Quote:
Originariamente inviata da bosco64 Visualizza il messaggio
Secondo me invece di preoccuparti dei caprioli che trovi ad ogni uscita, ti devi preoccupare di quanti incontri riesce a fare il cane sulla selvaggina adatta al cane da ferma.
Li trascurano perchè cercano la selvaggina per la quale sono stati selezionati, oltre alla selezione c'è da dire che nel periodo giusto sono stati imprintati nel modo giusto.
Le mezze calzette sono i cani da ferma che seguitano dietro la selvaggina da pelo, rovinando terreno buono e trascurando la selvaggina da penna. La colpa non lo so di chi è, meglio darla tutta al cane. Sono d'accordo, però prima bisognerebbe stabilire se le mezze calzette sono quelli che ignorano i caprioli e si concentrano sul selvatico idoneo al cane da ferma o sono quelli che li trascurano e si dedicano di più al capriolo.
Ci sono cani da ferma che fermano sia il capriolo che il cinghiale, fanno il lavoro del cane da ferma, dopo lo schizzo, inseguono per una cinquantina di metri, forse anche meno, e rientrano. Ma questo particolare potrebbe dipendere dal collegamento. In un terreno invaso dai caprioli, se si dovesse sbagliare a dare la scossa, "sono uccelli senza zucchero" perchè il cane ogni volta che avverte l'emanazione del capriolo spegne il naso e smette di cacciare.




Hai ragione.
Su questo ti ho già risposto, però visto che siamo in democrazia do la mia opinione da persona poco intelligente, che è quella di stare lontani dai pastori elettrici per evitare ai cani di prendere la scossa.

---------- Messaggio inserito alle 11:56 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 11:32 AM ----------

In termini di resa venatoria non cambia niente fra il cane tenuto in casa e quello tenuto nel box. Si riesce bene a socializzare e addestrare anche il cane tenuto nel box. E' ovvio che se quello tenuto nel box non venisse mai portato in città si troverà a disagio, ma questo non centra con la resa venatoria. Come ho già detto, i cani non hanno il sentimento della gratitudine, non bisogna pensare che dormendo insieme al cane si avrà il cane collegato che interagisce alla perfezione con il padrone, anzi sono proprio quelli più coccolati che in casa o in giardino sono dei bravi soldatiti, gli stessi slegati sul terreno di caccia fanno una bella pernacchia al padrone e fanno quello che più gli piace.

Purtroppo a caccia uno ci va dove può. E se qui hanno deciso di recintare con i pastori elettrici anche gli orticelli, e se devi stare lontano, ma i cani vanno anche a 300 metri e non sono in grado di leggere i cartelli, a caccia non ci va più nessuno.



Per il resto mi faccio una risatone e amen.
bosco64 non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
collare, del, elettrico, uso

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11:21 PM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd. Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.6.3 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.