Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulla caccia > Caccia di selezione

Avvisi

Grazie Grazie:  0
Mi piace Mi piace:  5
Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 20-09-22, 05:14 PM   #1
Mattone
Guru del forum
 
L'avatar di Mattone
 
Registrato dal: Jul 2014
ubicazione: Ungheria
Messaggi: 1,530
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 33
Grazie (Ricevuti): 197
Mi piace (Dati): 125
Mi piace (Ricevuti): 352
Menzionato: 4 Post(s)
Quotato: 647 Post(s)
predefinito Daini:BANDO per abbatterli e vendere la carne va deserto

Lo metto qui anche se non si parla propriamente di selezione.

Ovviamente siamo alla solita farsa, manco le specie aliene (alloctone) non riusciamo ad eradicare.
A proposito, ricordo che i Daini anche da sterilizzati danneggiano lo stesso le culture.


https://corrieredibologna.corriere.i...4731b064.shtml

''Daini del Delta del Po, il bando per abbatterli e vendere la carne va deserto: nessuno vuole ucciderli
L’ente di gestione del Parco del Delta del Po aveva pubblicato la gara per eliminare 1500 daini accusati di danneggiare la pineta e altre specie vegetali: gli animalisti si sono mobilitati contestando la decisione. Adesso l’ipotesi delle sterilizzazioni

Almeno per il momento i 1500 daini che vivono nelle pinete di Classe e di Volano nel Ferrarese e nel Ravennate sono salvi. L’ente di gestione del Parco del Delta del Po aveva pubblicato un bando – scaduto il 15 settembre - per individuare ditte e aziende specializzate nella cattura e nella delocalizzazione degli ungulati con l’obiettivo di spostarli in allevamenti per la carne che però è andato deserto. «Ora la vicenda torna alle istituzioni, in particolare Regione: ci dicano come dobbiamo procedere ora», fanno sapere dall’Ente Parco. Il Prefetto Castrese De Rosa convocherà a breve con tutti i soggetti competenti a deliberare in materia in particolare i comitati degli agricoltori e la Regione. «La soluzione non arriverà certo per iniziativa del Prefetto» ribadisce lo stesso De Rosa. La situazione di emergenza, al di là della decisione presa dal parco, era stata segnalata agli enti (Regione ed ente di gestione) proprio dalla Prefettura dopo le lamentele degli agricoltori delle zone circostanti alle pinete. A loro detta i daini pascolando nei campi soggetti a semina, danneggiavano l’economia agricola locale. Dal Comune, al momento, nessuno vuole commentare la vicenda.

La Regione è intervenuta con le sterilizzazioni

Sulla vicenda gli animalisti sono decisi a dare battaglia, basta ricordare che la Lav la lega antivivisezione che ha minacciato di ricorrere alle vie legali. Per quel che riguarda i daini la Regione ha già deciso di spostare o sterilizzare gli esemplari che vivono nelle aree di sua competenza (non quelli delle pinete di Classe e Volano) per evitare che si riproducano. Una sponda per parte - almeno – del mondo ambientalista che ha chiesto a gran voce all’ente del parco del Po di seguire il modus operandi intrapreso dalla Regione.

Il Parco del Delta del Po: «Daini non autoctoni, danneggiano la pineta»

Per il presidente dell’ente di gestione del parco del Po Massimiliano Costa «i daini sono una specie – ha sottolineato più volta – invasiva che non è autoctona. Sono in Italia da secoli ma sono arrivati dalla zona dell’antica Mesopotamia. In Italia formano grossi branchi che alterano gli ecosistemi naturali. La pineta rischia di essere seriamente danneggiata con il loro continuo brucare e alcune specie vegetali – come il pungitopo – stanno già sparendo. I lupi, che stanno tornando, sono un nostro alleato per contenerli ma sono arrivati troppo tardi. Non bastano per fermare i daini». Dal bando pubblicato dall’ente emergeva che sono 1500 i daini da mandare agli allevamenti per la carne. Il valore economico dell’operazione emerge a chiare lettere, anzi a chiari numeri (ed è il discriminante che ha fatto infuriare gli ambientalisti).

La carne di daino e il bando per abbattere gli animali

«Il valore della carne di daino, in Italia, varia tra quattro euro al chilo per i maschi e poco più di quattro euro al chilo per le femmine e i giovani. Il peso medio utile degli esemplari, tolte la pelle, la testa e la parte bassa delle zampe, è di circa 25 chili per i maschi e 20 chili per le femmine e i giovani dell’anno, il valore complessivo dei capi presenti, quindi, è di poco superiore ai 100mila euro. Non sarà possibile catturare più di 300 esemplari all’anno nei tre anni di concessione, per complessivi 900 capi ed un valore, quindi, di circa 83mila euro, ossia quasi 28mila euro all’anno euro. Infatti, altra precisazione, i daini saranno «delocalizzati» in tre anni e non di certo nel giro di pochi giorni.''
__________________
Hatz und Gejaid ist edel Freud
Mattone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-22, 05:45 PM   #2
Luca1990
Utente abituale
 
L'avatar di Luca1990
 
Registrato dal: Mar 2020
ubicazione: Provincia di Venezia
Messaggi: 748
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 13
Grazie (Ricevuti): 50
Mi piace (Dati): 228
Mi piace (Ricevuti): 381
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 523 Post(s)
predefinito

cavolo sapevo cosi mi candidavo io!
Luca1990 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-22, 07:32 PM   #3
mountain
Utente regolare
 
L'avatar di mountain
 
Registrato dal: Apr 2017
ubicazione: Trentino
Messaggi: 80
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 3
Grazie (Ricevuti): 8
Mi piace (Dati): 3
Mi piace (Ricevuti): 53
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 45 Post(s)
predefinito

Proverò a mandare il mio curriculum, per quello che riguarda i daini sono sicuramente imbattibile... Temo i soliti raccomandati, si sa come vanno le cose in Italia…. al limite entrerò con un subappalto .

Qualcuno sa se ci sono delle tabelle per il calcolo dell’usura della canna tipo tabelle ACI per il costo chilometrico? Già una volta con i daini mi sono mangiato una stupenda canna in 6X62 in pochi giorni
mountain non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-09-22, 07:03 AM   #4
Sereremo
Guru del forum
 
Registrato dal: Dec 2011
ubicazione: Valcavallina
Messaggi: 2,450
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 124
Grazie (Ricevuti): 190
Mi piace (Dati): 416
Mi piace (Ricevuti): 571
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 709 Post(s)
predefinito

Te la crei facendo 4 foto al boroscopio…
Ad ogni modo anche questo thread mette in evidenza la totale assenza di gestione della fauna in Italia.
Sereremo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-09-22, 11:00 AM   #5
Yed
Guru del forum
 
Registrato dal: Sep 2012
ubicazione: Pordenone
Messaggi: 4,965
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 376
Grazie (Ricevuti): 323
Mi piace (Dati): 3105
Mi piace (Ricevuti): 1153
Menzionato: 10 Post(s)
Quotato: 2369 Post(s)
predefinito

1500 Daini assegnati a cacciatori con tassa di abbattimento, accompagnatore, carne a peso/o forfait e trofeo a punti; facciamo un po' di calcoli ...
Yed non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace DFS Piace questo post
Vecchio 21-09-22, 11:26 AM   #6
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 18,983
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 59
Grazie (Ricevuti): 418
Mi piace (Dati): 329
Mi piace (Ricevuti): 2799
Menzionato: 14 Post(s)
Quotato: 3995 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Yed Visualizza il messaggio
1500 Daini assegnati a cacciatori con tassa di abbattimento, accompagnatore, carne a peso/o forfait e trofeo a punti; facciamo un po' di calcoli ...
Se siamo co.....ni, c'e' poco da fare.

Così, tanto per dare un'occhiata ai prezzi di mercato:

https://www.diana-jagdreisen.de/reis...esult-products

---------- Messaggio inserito alle 11:26 AM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 11:09 AM ----------

Quote:
Originariamente inviata da Mattone Visualizza il messaggio
Lo metto qui anche se non si parla propriamente di selezione.

Ovviamente siamo alla solita farsa, manco le specie aliene (alloctone) non riusciamo ad eradicare.
A proposito, ricordo che i Daini anche da sterilizzati danneggiano lo stesso le culture.

1) Questa storia che i daini sono alloctoni comincia a diventare pesante, sono qui da 2.000 anni. Anche le patate sono alloctone e ci sono solo da circa 500 anni, che si fa? Si estirpano? Meno male che oggidì si parla di integrazione.
2) I daini sono una risorsa e non un problema. Basta saperla gestire.
3) La scusa che sono alloctoni per cacciarli, dimostra che l'unico modo per intervenire efficacemente è la caccia, come riconosciuto da chi ha fatto il bando.
4) La sterilizzazione è una presa per i fondelli, irrealizzabile in modo efficace, serve solo a chi è responsabile per dimostrare che si è dato comunque da fare.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace DFS, antonio franco Piace questo post
Vecchio 21-09-22, 01:01 PM   #7
Mattone
Guru del forum
 
L'avatar di Mattone
 
Registrato dal: Jul 2014
ubicazione: Ungheria
Messaggi: 1,530
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 33
Grazie (Ricevuti): 197
Mi piace (Dati): 125
Mi piace (Ricevuti): 352
Menzionato: 4 Post(s)
Quotato: 647 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Alessandro il cacciatore Visualizza il messaggio
S...

1) Questa storia che i daini sono alloctoni comincia a diventare pesante, sono qui da 2.000 anni. Anche le patate sono alloctone e ci sono solo da circa 500 anni, che si fa? Si estirpano? Meno male che oggidì si parla di integrazione.
...
Certo, si eradicano. Da noi questi discorsi fanno fatica ad attecchire, come quello che é successo per l'eradicazione del ratto dall'isola di Montecristo.

Le patate infatti non sono considerate per il ''rimboschimento'', ma per essere coltivate in un campo controllato.
Similmente i daini ci stanno benissimo in uno zoo o in un parco recintato 2000 anni fa come oggi.

2000 anni fa c'erano pure i leoni al colosseo, pappagalli e altre specie esotiche.
Esotiche appunto.

Un ambiente già fai fatica a gestirlo considerando l'antropizzazione e le specie endemiche, figurarsi se metti nell'equazioni pure quelle aliene.
__________________
Hatz und Gejaid ist edel Freud
Mattone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-09-22, 01:14 PM   #8
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 18,983
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 59
Grazie (Ricevuti): 418
Mi piace (Dati): 329
Mi piace (Ricevuti): 2799
Menzionato: 14 Post(s)
Quotato: 3995 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Mattone Visualizza il messaggio
Certo, si eradicano. Da noi questi discorsi fanno fatica ad attecchire, come quello che é successo per l'eradicazione del ratto dall'isola di Montecristo.

Le patate infatti non sono considerate per il ''rimboschimento'', ma per essere coltivate in un campo controllato.
Similmente i daini ci stanno benissimo in uno zoo o in un parco recintato 2000 anni fa come oggi.

2000 anni fa c'erano pure i leoni al colosseo, pappagalli e altre specie esotiche.
Esotiche appunto.

Un ambiente già fai fatica a gestirlo considerando l'antropizzazione e le specie endemiche, figurarsi se metti nell'equazioni pure quelle aliene.
Boh, ognuno la vede a modo suo. Libero di farlo.
Ma di quello che dici non mi convince nulla.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-09-22, 01:58 PM   #9
paolohunter
Moderatore caccia selezione
 
L'avatar di paolohunter
 
Registrato dal: Apr 2011
ubicazione: Romagna
Messaggi: 8,754
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 1
Grazie (Ricevuti): 413
Mi piace (Dati): 44
Mi piace (Ricevuti): 1851
Menzionato: 16 Post(s)
Quotato: 2343 Post(s)
predefinito

A parte le battute di spirito............. considerate che conosco abbastanza bene la vicenda.
Si parla di animali a circa 25 km da casa mia ed ho anche casa all'interno di quell'area.

E' altra ex provincia..... quindi off limits per me.

Pochi anni fa sono stati incaricati i cacciatori/selettori locali (in veste di controllo).
Credo gli abbiano anche fatto un corso specifico (nel caso chissà cosa gli hanno detto che non sapevano).......... poi hanno installato una decina di altane e stabilito una data per l'inizio.

Non a caso c'è parecchio campanilismo fra la mia città e il capoluogo di Provincia vicino (solo con il capoluogo, non chiedetemi il motivo). Quando ero bambino, già incrociare per strada un'auto con RA nella targa, era sinonimo di sventura per tutto il giorno Sono sempre stati "diversi", magari in meglio ma anche in peggio. Ho sempre lavorato pochissimo in zona perché, nonostante le mie capacità fossero conosciute, comunque venivo "da li"

La data per l'inizio........ una enorme montagna di rincoglioniti cosmici (ad essere veramente gentili, in questo caso) si è data appuntamento per impedire la "strage" (come caccia è abbastanza miserella..... oggi puoi andare in un campo all'alba dietro a casa mia e trovarti davanti 250 fra palanconi e balestroni in un raggio di 200 metri.... sono fitti all'inverosimile).

La cosa più gentile è stata sabotare le altane per far si che uccidessero i cacciatori (sono state tagliate al 99% in modo che crollassero a terra al primo tapino che ci saliva sopra fino in cima).

Giro di denunce e ci si riprova dopo un poco .......

A quel punto si è passati direttamente alle vie di fatto. 50 facinorosi a volto coperto e 10 "cameramen" per vedere se, quel disgraziato di cacciatore, prima offeso e spintonato e poi direttamente preso a calci e pugni avesse mai fatto il gesto di estrarre l'arma dal fodero (anche solo per sparare un colpo in aria in una difesa estrema)

Dopo un certo numero di persone all'ospedale..... si è deciso di sospendere il tutto (non sono al corrente delle indagini..... fin troppo semplici, in mezzo ad un campo bastava triangolare i telefonini presenti e avevi nome e cognome dei componenti della banda e non so se ci siano state condanne).

Per cui, se pensate di candidarvi, portatevi dietro un servizio di contrasto (e, per favore, mandatemi video e audio delle ossa che si rompono )


Giusto per capire il livello culturale......... (intendendo di conoscenza del mondo animale, magari sono laureati al 90%)...... la proposta che difendevano allora era di spostarli (ovviamente non hanno idea del tipo di lavoro e della mortalità media in una operazione di questo tipo) nel terreno di uno di loro che, dietro casa, ha ben 1 (UNO) ettari di terreno dove, da loro calcoli assolutamente certificati (da loro stessi), 1000 daini selvatici potrebbero vivere benissimo e nutrirsi di un prato così esteso.

Con uno che difende una simile tesi....... a me farebbe perdere qualsiasi desiderio anche solo di spiegare.

Iscritti a questo forum ci sono sicuramente alcuni dei "partecipanti" a quella simpatica iniziativa, potrebbero dirci qualche particolare
paolohunter non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace Mattone Piace questo post
Vecchio 21-09-22, 03:47 PM   #10
Mattone
Guru del forum
 
L'avatar di Mattone
 
Registrato dal: Jul 2014
ubicazione: Ungheria
Messaggi: 1,530
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 33
Grazie (Ricevuti): 197
Mi piace (Dati): 125
Mi piace (Ricevuti): 352
Menzionato: 4 Post(s)
Quotato: 647 Post(s)
predefinito

Altro articolo...simile con qualche dettaglio in +....

https://bologna.repubblica.it/cronac...lta-364676934/
''l direttore del parco, Massimiliano Costa, alza le spalle: "Io capisco tutte le sensibilità, ho due figlie vegetariane. Ma che devo fare? I daini così sono troppi e non fanno bene al parco. Si potrebbero sterilizzare, ma servono 400 mila euro e il parco non li ha. Una volta erano al Bosco della Mesola, poi la Forestale li allontanò, macellandone a centinaia perché avevano trasformato il parco in parcheggio, senza più un filo d'erba. Un privato di qui ne comprò una quindicina, poi scapparono. Bastava intervenire subito e non saremmo arrivati a questo punto".''

''Una delle animatrici della protesta è Cristina Franzoni, dell'associazione Clama. "Siamo davvero sommersi di firme - dice - Presto presenteremo una petizione in Regione. Prima il problema erano gli incidenti, poi i danni alle colture e la perdita di biodiversità. La verità è che i daini danno fastidio ai cacciatori, perché i cani annusano il loro odore e si distraggono dalla preda. Noi chiediamo che si usino metodi ecologici a tutela di questi animali, che potrebbero diventare anche un valore per il turismo. Già una volta abbiamo fermato i cacciatori".
''

Poi ho trovato gli articoli dell'epoca...
https://www.corriereromagna.it/news-...generali-html/

Tar....
https://www.ravennaedintorni.it/soci...mila-euro/amp/
ricorso al Consiglio di stato!!!
http://www.urcasiena.com/2015/02/10/...eta-di-classe/

Pazzesco....
__________________
Hatz und Gejaid ist edel Freud
Mattone non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
abbatterli, carne, dainiando, deserto, vendere

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 03:52 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd. Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.6.3 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.