Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > Altri argomenti > Buona forchetta

Avvisi

Grazie Grazie:  1
Mi piace Mi piace:  5
Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 28-11-22, 03:35 PM   #11
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 19,416
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 60
Grazie (Ricevuti): 450
Mi piace (Dati): 351
Mi piace (Ricevuti): 2981
Menzionato: 16 Post(s)
Quotato: 4300 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Valerio Visualizza il messaggio
Gerfalco e le Cornate... che cacciate al capanno con mio padre e un suo carissimo amico, anni e anni fa ormai, ero davvero un bambino. Che branchi di cesene e sasselli!
Le Carline, con Berignone, sono la parte "wild" della Toscana centrale.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-11-22, 04:32 PM   #12
Valerio
Guru del forum
 
L'avatar di Valerio
 
Registrato dal: Apr 2005
ubicazione: Torre del Lago Puccini, Toscana
Messaggi: 4,126
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 40
Grazie (Ricevuti): 31
Mi piace (Dati): 87
Mi piace (Ricevuti): 142
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 148 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Alessandro il cacciatore Visualizza il messaggio
Le Carline, con Berignone, sono la parte "wild" della Toscana centrale.
Decisamente!

Mi ricordo poi, sempre in quegli anni, memorabili cacciate al capanno a Casciano di Murlo e, scendendo ancora più a sud, Casal di Pari.

Posti meravigliosi, capanni strepitosi e batterie di altissimo livello. Ricordi indelebili.

Fine secondo OT
__________________
Valerio
Valerio non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 28-11-22, 05:14 PM   #13
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 19,416
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 60
Grazie (Ricevuti): 450
Mi piace (Dati): 351
Mi piace (Ricevuti): 2981
Menzionato: 16 Post(s)
Quotato: 4300 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Valerio Visualizza il messaggio
Decisamente!

Mi ricordo poi, sempre in quegli anni, memorabili cacciate al capanno a Casciano di Murlo e, scendendo ancora più a sud, Casal di Pari.

Posti meravigliosi, capanni strepitosi e batterie di altissimo livello. Ricordi indelebili.

Fine secondo OT
A Casciano di Murlo c'ho preso il mio primo cinghiale, esattamente 50 anni fa: Novembre 1972. Ma ci si cacciava di tutto: al capanno con le gabbie, con cani da ferma e da lepre. Zona Montepescini per capirsi meglio.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)

Ultima modifica di Alessandro il cacciatore; 28-11-22 a 06:33 PM
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-11-22, 11:28 AM   #14
Valerio
Guru del forum
 
L'avatar di Valerio
 
Registrato dal: Apr 2005
ubicazione: Torre del Lago Puccini, Toscana
Messaggi: 4,126
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 40
Grazie (Ricevuti): 31
Mi piace (Dati): 87
Mi piace (Ricevuti): 142
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 148 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Alessandro il cacciatore Visualizza il messaggio
A Casciano di Murlo c'ho preso il mio primo cinghiale, esattamente 50 anni fa: Novembre 1972. Ma ci si cacciava di tutto: al capanno con le gabbie, con cani da ferma e da lepre. Zona Montepescini per capirsi meglio.
Pensa un po'!

Venatoriamente parlando mi posso solo immaginare lo splendore di quei posti nei primi anni '70, io che son nato 10 anni e passa dopo!

Ancora a metà anni '90, almeno per quanto riguarda la caccia ai turdidi, potevano considerarsi eccellenti.

O forse sarà stato quel senso di stupore e meraviglia tipico di un bimbetto alle prime armi, chi lo sa, ma quei branchi di sasselli e cesene chi li ha più visti?
__________________
Valerio
Valerio non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-11-22, 06:10 PM   #15
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 19,416
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 60
Grazie (Ricevuti): 450
Mi piace (Dati): 351
Mi piace (Ricevuti): 2981
Menzionato: 16 Post(s)
Quotato: 4300 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Valerio Visualizza il messaggio
O forse sarà stato quel senso di stupore e meraviglia tipico di un bimbetto alle prime armi, chi lo sa, ma quei branchi di sasselli e cesene chi li ha più visti?
Sì, te lo assicuro, quello che si memorizza da bimbetti a caccia poi rimane impresso per tutta la vita, ammantato da un che di fiabesco e irripetibile.
Poi c'e' nei cacciatori una tendenza comune nel dire che prima era meglio di ora e questo in qualsiasi epoca. Lo dicevano anche negli anni'70. Che, se per certe specie animali può essere vero, per altre è esattamente l'opposto; i colombacci allora venivano -pochi rispetto a ora- solo a svernare ad esempio ed andavano molto più a sud, qui c'era principalmente il passo di ottobre e il ripasso a marzo. Per non parlare degli ungulati, eccetto qualche sparuto cinghiale, allora c'era il vuoto assoluto.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-11-22, 06:14 PM   #16
pointer56
Guru del forum
 
Registrato dal: Sep 2013
ubicazione: Pordenone
Messaggi: 5,114
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 137
Grazie (Ricevuti): 358
Mi piace (Dati): 448
Mi piace (Ricevuti): 1840
Menzionato: 8 Post(s)
Quotato: 2596 Post(s)
predefinito

La caccia alle allodole con solo civetta vera e specchietti: ne ho bellissimi ricordi e una grande nostalgia: adesso che ho difficoltà a fare caccia col cane a causa del mio piede rintronato la farei tanto volentieri (anche senza civetta), ma oggi dalle mie parti è finita. Tornando alla ricetta, niente di straordinario, però buona, tranne che per il pomodoro che con la selvaggina proprio non mi convince.
pointer56 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 29-11-22, 06:31 PM   #17
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 19,416
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 60
Grazie (Ricevuti): 450
Mi piace (Dati): 351
Mi piace (Ricevuti): 2981
Menzionato: 16 Post(s)
Quotato: 4300 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da pointer56 Visualizza il messaggio
La caccia alle allodole con solo civetta vera e specchietti: ne ho bellissimi ricordi e una grande nostalgia: adesso che ho difficoltà a fare caccia col cane a causa del mio piede rintronato la farei tanto volentieri (anche senza civetta), ma oggi dalle mie parti è finita. Tornando alla ricetta, niente di straordinario, però buona, tranne che per il pomodoro che con la selvaggina proprio non mi convince.
Non è e non voleva essere nulla di straordinario, è una variante locale (ad esempio l'uso delle olive) della ricetta classica del cinghiale in umido in Toscana.
Il pomodoro nell'umido si usa tantissimo, e se manca mi spiace, questione di gusti.

Anche la ricetta della ribollita è semplice: solo che non ne trovi una uguale.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-11-22, 12:00 PM   #18
Valerio
Guru del forum
 
L'avatar di Valerio
 
Registrato dal: Apr 2005
ubicazione: Torre del Lago Puccini, Toscana
Messaggi: 4,126
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 40
Grazie (Ricevuti): 31
Mi piace (Dati): 87
Mi piace (Ricevuti): 142
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 148 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Alessandro il cacciatore Visualizza il messaggio
Sì, te lo assicuro, quello che si memorizza da bimbetti a caccia poi rimane impresso per tutta la vita, ammantato da un che di fiabesco e irripetibile.
Poi c'e' nei cacciatori una tendenza comune nel dire che prima era meglio di ora e questo in qualsiasi epoca. Lo dicevano anche negli anni'70. Che, se per certe specie animali può essere vero, per altre è esattamente l'opposto; i colombacci allora venivano -pochi rispetto a ora- solo a svernare ad esempio ed andavano molto più a sud, qui c'era principalmente il passo di ottobre e il ripasso a marzo. Per non parlare degli ungulati, eccetto qualche sparuto cinghiale, allora c'era il vuoto assoluto.
Verissimo, e anche molto bello a mio avviso.

Concordo anche sulla tendenza generale, non solo venatoria, al "laudator temporis acti".

GLi anni '70 non li ho vissuti e degli '80 ho solo vaghi ricordi di infanzia.

Diciamo che senza dubbio ci sono cambiamenti, non solo peggioramenti. Vale per la Toscana ma un po' per tutta la penisola.

Parlando del Granducato, è senza dubbio peggiorata drasticamente la consistenza della piccola stanziale (fagiano e lepre), sono sicuramente ridotti in quantità e qualità gli uccelletti (pispole, fringillidi, zigoli, strillozzi, allodole ecc ecc), mentre sappiamo tutti quanto siano esplosi i colombacci e gli ungulati in generale.

è praticamente finita la caccia al prato, non solo per le prescrizioni di legge, e la caccia agli acquatici è radicalmente cambiata tanto che per molti aspetti un padulano di 50-60 anni fa oggi farebbe fatica a riconoscerla e praticarla. Con carnieri che, peraltro, molto spesso sono ben più pingui di quelli di un tempo, anche al di là dei germani "stanziali".

Come tutte le cose della vita, in primis conta la capacità di adattarsi e seguire il cambiamento. Per alcuni sarà meglio (es. chi si dedica a colombi e ungulati), per altri peggio (es. il cacciatore di pavoncelle/pivieri o il patito del fringuello al rientro), salvo appunto adattarsi e cambiare.

In ogni caso i ricordi da bimbetto sono tra le più belle emozioni che mi ha regalato la caccia. Fatti molto spesso insignificanti in termini assoluti ma di enorme valore personale.
__________________
Valerio
Valerio non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace danguerriero Piace questo post
Vecchio 30-11-22, 01:32 PM   #19
Alessandro il cacciatore
professional turkey
 
L'avatar di Alessandro il cacciatore
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: al centro della Toscana
Messaggi: 19,416
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 60
Grazie (Ricevuti): 450
Mi piace (Dati): 351
Mi piace (Ricevuti): 2981
Menzionato: 16 Post(s)
Quotato: 4300 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Valerio Visualizza il messaggio

Parlando del Granducato, è senza dubbio peggiorata drasticamente la consistenza della piccola stanziale (fagiano e lepre), sono sicuramente ridotti in quantità e qualità gli uccelletti (pispole, fringillidi, zigoli, strillozzi, allodole ecc ecc), mentre sappiamo tutti quanto siano esplosi i colombacci e gli ungulati in generale.
Ci sono stati cambiamenti sensibili negli ultimi 50 anni in Toscana riguardo all'habitat, con aumento del bosco, nuove pratiche agricole, inverni molto più miti che hanno portato ad un incremento esponenziale degli ungulati, e un calo drastico delle specie che hanno visto scomparire il loro "mondo": i campi coltivati a cereali in modo promiscuo, le stoppie, con l'aggiunta dell'uso di diserbanti con tutto che quello che ne segue.

Se vai sul SIT della provincia di Siena, nella parte cartografica, è interessante vedere dai rilievi aerei dal 1950 in avanti il cambiamento delle campagne: scomparsa la parcellizzazione dei campi, diminuzione della superficie coltivata, aumento del bosco.
__________________
Ars venandi est collectio documentorum, quibus scient homines ad opus suum deprehendere animalia non domestica cuiuscumque generis vi vel ingenio. (Fridericus II Imperator 1194-1250)
Alessandro il cacciatore non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 30-11-22, 01:39 PM   #20
Valerio
Guru del forum
 
L'avatar di Valerio
 
Registrato dal: Apr 2005
ubicazione: Torre del Lago Puccini, Toscana
Messaggi: 4,126
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 40
Grazie (Ricevuti): 31
Mi piace (Dati): 87
Mi piace (Ricevuti): 142
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 148 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Alessandro il cacciatore Visualizza il messaggio
Ci sono stati cambiamenti sensibili negli ultimi 50 anni in Toscana riguardo all'habitat, con aumento del bosco, nuove pratiche agricole, inverni molto più miti che hanno portato ad un incremento esponenziale degli ungulati, e un calo drastico delle specie che hanno visto scomparire il loro "mondo": i campi coltivati a cereali in modo promiscuo, le stoppie, con l'aggiunta dell'uso di diserbanti con tutto che quello che ne segue.

Se vai sul SIT della provincia di Siena, nella parte cartografica, è interessante vedere dai rilievi aerei dal 1950 in avanti il cambiamento delle campagne: scomparsa la parcellizzazione dei campi, diminuzione della superficie coltivata, aumento del bosco.
Senza dubbio, processo che vale un po' per tutte le zone collinari toscane.

Iniziato con la fine delle mezzadria e proseguito con i mutamenti delle pratiche agricole/colturali, fino a mettere in discussione il senso stesso dell'attività agricola in tante aree un tempo capillarmente coltivate.

Tendenza che peraltro non si è arrestata, anzi di anno in anno le aree collinari coltivate si riducono per lasciar spazio all'incolto e quindi al bosco. Lo si percepisce a colpo d'occhio, addirittura.
__________________
Valerio
Valerio non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
alla, bracconiera, cinghiale

Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 02:38 AM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©: 2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd. Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.6.3 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2023 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2023 DragonByte Technologies Ltd.