Il forum sulla caccia e sulla cinofilia

Vai indietro   Il forum sulla caccia e sulla cinofilia > I Forum sulla caccia > Caccia di selezione

Avvisi

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 18-11-22, 06:28 PM   #1
simo92
Utente regolare
 
L'avatar di simo92
 
Registrato dal: Mar 2015
ubicazione: pavia
Messaggi: 139
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 5
Mi piace (Dati): 9
Mi piace (Ricevuti): 22
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 99 Post(s)
predefinito L'efficacia e l'utilità del tiro alla spalla, "high shoulder shot"

Buongiorno a tutti amici! Ho recentemente letto una discussione riguardante il piazzamento del colpo nella caccia di selezione agli ungulati e sono rimasto molto sorpreso dalle risposte. Mi è parso infatti che i più reputino il mirare alla spalla dell'animale un "errore" o un colpo da evitare. Vorrei quindi approfondire questo argomento e condividere la mia umilissima esperienza. Il colpo alla spalla è un tipo di tiro secondo me estremamente efficace, per vari motivi, ma non bisogna abusarne, riservandolo a situazioni in cui si è sicuri sulla precisione dell'arma e sulla sufficiente energia della palla. Per me queste condizioni sono conditio sine qua non quando mi prendo la responsabilità di togliere la vita a un animale. Per questo motivo, soddisfando le condizioni di cui sopra, praticamente tutti i miei tiri sono stati indirizzati lì. Tirando a caprioli, cinghiali e daini quasi sempre entro i 250 metri e con un appoggio (per me) adeguato, sono infatti stato sempre in grado di predire con poco scarto l'area di impatto della palla. Detto questo, il colpo alla spalla, molto usato e apprezzato all'estero, ha diversi vantaggi rispetto al più nostrano tiro a cuore/polmoni.
1) l'animale non fa un metro. Questo è particolarmente utile se sta venendo buio o se ci si trova in una zona dove anche una breve fuga renderebbe difficile il recupero della spoglia.
2) c'è comunque un buon margine d'errore, anche se non così ampio come per il classico tiro a cuore/polmoni
3) letalità elevatissima. Si danneggiano infatti parte dei polmoni (non sempre, soprattutto in animali più grossi e se il colpo va leggermente più in alto del previsto), la spina dorsale (pressoché sempre), grossi vasi sanguigni e nervi e l'apparato locomotore (muscoli, ossa, articolazioni). L'animale perde spesso i sensi all'istante, raramente crolla e muore dopo circa 15-20 secondi.
4) pressoché impossibile colpire la zona addominale

Con rws dk 165 gr in .308, avendo tirato in questo modo una ventina di animali, non ho mai visto un animale fare un singolo passo dopo la fucilata. Non uno. Chiaramente sono ideali per questo tipo di colpo palle robuste, che secondo me sono sempre da preferire perché danno più margine in quanto a penetrazione in diverse situazioni rispetto a una palla più "esplosiva". Se l'animale è di tre quarti miro in modo da prevedere l'uscita della palla nella spalla opposta, anche in questo caso morte istantanea e si prendono in pieno anche cuore/polmoni. Una cosa da considerare è che tendenzialmente con questo tiro si rovina una delle due spalle. Personalmente preferisco avere la sicurezza di trovare l'animale, specialmente se sto cacciando animali di grossa taglia e sono solo, soprattutto se il sole è già tramontato. Questo però è un tiro da riservare a chi sa piazzare bene il colpo, quindi la carabina deve essere azzerata alla perfezione e bisogna tenere conto di eventuali compensazioni per la distanza (cose che secondo me andrebbero fatte sempre). Se tirassi con il mio .308 oltre i 300 metri, sia per questioni di energia della palla che per questioni di margine d'errore, tirerei sicuramente alla zona cardiopolmonare.

Il discorso che ho fatto, nella mia esperienza e anche sentendo pareri di molti cacciatori fuori e dentro i forum, si applica sia a caprioli, che a cinghiali e daini.

Sono curioso di sentire i vostri punti di vista.
Un abbraccio a tutti, Simone

Ultima modifica di simo92; 18-11-22 a 06:36 PM
simo92 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip, Er Mericano Piace questo post
Vecchio 18-11-22, 06:52 PM   #2
PAOLOPIERO
Guru del forum
 
L'avatar di PAOLOPIERO
 
Registrato dal: Jan 2009
ubicazione: VALDOBBIADENE (tv)
Messaggi: 1,531
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 15
Grazie (Ricevuti): 87
Mi piace (Dati): 96
Mi piace (Ricevuti): 186
Menzionato: 1 Post(s)
Quotato: 145 Post(s)
predefinito

Mi pare di averne già sentiti abbastanza di punti di vista. Non mi pare ci fosse bisogno di iniziare un'altra discussione su questo argomento.
Ciao
Paolo
__________________
Se vi capita ancora la possibilità di innamorarvi, afferratela, ogni volta. Potrete vivere tanto da pentirvene, ma non troverete mai niente di meglio e non saprete mai se vi tornerà a capitare un'altra volta. (joseph Heller)
PAOLOPIERO ora è in linea   Rispondi quotando
Mi piace FilippoBonvi Piace questo post
Vecchio 18-11-22, 07:03 PM   #3
Capriolo Astuto
Guru del forum
 
L'avatar di Capriolo Astuto
 
Registrato dal: Dec 2019
ubicazione: Toscana
Messaggi: 2,011
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 111
Grazie (Ricevuti): 109
Mi piace (Dati): 1219
Mi piace (Ricevuti): 739
Menzionato: 7 Post(s)
Quotato: 1605 Post(s)
predefinito

Ciao Simone.
Io la penso esattamente come te. Pratico sempre il tiro alla spalla... per i motivi che hai espresso. Lo vedo indispensabile sulla specie cinghiale con cui mi sono trovato molto bene col 243w sia con munizioni commerciali che monolitiche. Idem per quanto riguarda il capriolo.

Purtroppo bisogna considerare sempre le zone dove cacciamo e non generalizzare ma a tutti fa piacere l'animale che crolla dove tirato.

Sul rispetto della spoglia bisogna porsi dei limiti se mangiamo cio che cacciamo personalmente non mangio molta carne di quella che caccio e quindi del danno alla spoglia me ne importa molto poco.
In inverno mangio i prosciutti di capriolo che faccio in casa e il filetto.



adesso che ho un 300wsm non cambio la mia zona di mira.

Cruda e triste verità.
__________________
Dove mangia la fucilata mangia il cacciatore
Capriolo Astuto non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip Piace questo post
Vecchio 18-11-22, 07:06 PM   #4
Livia1968
Motore di ricerca
 
L'avatar di Livia1968
 
Registrato dal: Apr 2019
ubicazione: Roma
Messaggi: 3,995
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 813
Grazie (Ricevuti): 598
Mi piace (Dati): 2161
Mi piace (Ricevuti): 2690
Menzionato: 8 Post(s)
Quotato: 2179 Post(s)
predefinito

Ecco qua..... evidentemente la cultura del cacciatore moderno è questa.
Per buona pace del sempre meno considerato danno alla spoglia.

Ognuno spari nel modo in cui si sente più appagato.

C'è poco da dire quando il rapporto costi /benefici è a favore di questi ultimi.

Certo, dipende dal significato che ciascuno dà al beneficio.

Buon proseguimento.

Inviato dal mio HMA-L29 utilizzando Tapatalk
__________________
"Ululò a lungo, ma poi mi fu addosso come un uragano, e io mi trovai, per così dire, avvolto in un turbine di furiosa gioia canina.” Konrad Lorenz
Livia1968 ora è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip, deca Piace questo post
Vecchio 18-11-22, 07:29 PM   #5
simo92
Utente regolare
 
L'avatar di simo92
 
Registrato dal: Mar 2015
ubicazione: pavia
Messaggi: 139
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 5
Mi piace (Dati): 9
Mi piace (Ricevuti): 22
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 99 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da PAOLOPIERO Visualizza il messaggio
Mi pare di averne già sentiti abbastanza di punti di vista. Non mi pare ci fosse bisogno di iniziare un'altra discussione su questo argomento.
Ciao
Paolo
Ciao Paolo ahah

---------- Messaggio inserito alle 06:23 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 06:16 PM ----------

Quote:
Originariamente inviata da Livia1968 Visualizza il messaggio
Ecco qua..... evidentemente la cultura del cacciatore moderno è questa.
Per buona pace del sempre meno considerato danno alla spoglia.

Ognuno spari nel modo in cui si sente più appagato.

C'è poco da dire quando il rapporto costi /benefici è a favore di questi ultimi.

Certo, dipende dal significato che ciascuno dà al beneficio.

Buon proseguimento.

Inviato dal mio HMA-L29 utilizzando Tapatalk
Non ho detto che a me del danno alla spoglia non frega nulla. Preferisco sapere che darò qualche etto di carne al mio cane (mica esplode tutto l'animale eh) ma avere la garanzia di non perdere tutto l'animale in qualche bosco o giù da un dirupo. Tra l'altro le costine così sono perfettamente integre.

In ogni caso vedo che c'è spesso una carenza di pragmatismo e di apertura mentale nel nostro paese.. chiaro che se uso una softpoint in 7 mm rem mag e sparo alla spalla di un capriolo c'è una buona possibilità di buttare via tutte e due le spalle ma con un .308 da 165 gr e palla doppio nucleo le assicuro che il danno è accettabile. E io non ho MAI perso un animale. Secondo me se sommiamo i kg di carne che ho dovuto buttare io e quelli di animali che ha perso lei, in proporzione lo spreco non è da parte mia. Senza contare che, se si mira al cuore e si va troppo bassi o troppo dietro l'animale soffre per ore se non per giorni.

Un pò di flessibilità

---------- Messaggio inserito alle 06:29 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 06:23 PM ----------

Quote:
Originariamente inviata da Capriolo Astuto Visualizza il messaggio
Ciao Simone.
Io la penso esattamente come te. Pratico sempre il tiro alla spalla... per i motivi che hai espresso. Lo vedo indispensabile sulla specie cinghiale con cui mi sono trovato molto bene col 243w sia con munizioni commerciali che monolitiche. Idem per quanto riguarda il capriolo.

Purtroppo bisogna considerare sempre le zone dove cacciamo e non generalizzare ma a tutti fa piacere l'animale che crolla dove tirato.

Sul rispetto della spoglia bisogna porsi dei limiti se mangiamo cio che cacciamo personalmente non mangio molta carne di quella che caccio e quindi del danno alla spoglia me ne importa molto poco.
In inverno mangio i prosciutti di capriolo che faccio in casa e il filetto.



adesso che ho un 300wsm non cambio la mia zona di mira.

Cruda e triste verità.
Quando ho ucciso il mio primo cinghiale in selezione ero in una Ragusa in un bosco fitto, al calar del sole. Un esperto cacciatore che era con me mi ha consigliato di tirare alla spalla ma io, appena uscito dal corso per selecontrollori, ho fatto di testa mia e ho sparato al cuore. 40 metri, verro di quasi 100 kg, federal power shock, .308 win. Dopo lo sparo non abbiamo trovato neanche una goccia di sangue. Abbiamo trovato il cinghiale la mattina dopo, a 50 metri, il cuore era ridotto in pappetta, così come i polmoni. Abbiamo rischiato di buttarlo tutto, menomale era autunno inoltrato.

Ovviamente non si può fare una statistica su un singolo episodio ma è appurato e riconosciuto in tutto il mondo che il tiro nella zona cuore polmoni non ferma l'animale sul posto se non in rari casi e questo in alcune circostanze può essere problematico.
simo92 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace oreip, cioni iliano Piace questo post
Vecchio 18-11-22, 07:30 PM   #6
Livia1968
Motore di ricerca
 
L'avatar di Livia1968
 
Registrato dal: Apr 2019
ubicazione: Roma
Messaggi: 3,995
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 813
Grazie (Ricevuti): 598
Mi piace (Dati): 2161
Mi piace (Ricevuti): 2690
Menzionato: 8 Post(s)
Quotato: 2179 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da simo92 Visualizza il messaggio
Ciao Paolo ahah

---------- Messaggio inserito alle 06:23 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 06:16 PM ----------



Non ho detto che a me del danno alla spoglia non frega nulla. Preferisco sapere che darò qualche etto di carne al mio cane (mica esplode tutto l'animale eh) ma avere la garanzia di non perdere tutto l'animale in qualche bosco o giù da un dirupo. Tra l'altro le costine così sono perfettamente integre.

In ogni caso vedo che c'è spesso una carenza di pragmatismo e di apertura mentale nel nostro paese.. chiaro che se uso una softpoint in 7 mm rem mag e sparo alla spalla di un capriolo c'è una buona possibilità di buttare via tutte e due le spalle ma con un .308 da 165 gr e palla doppio nucleo le assicuro che il danno è accettabile. E io non ho MAI perso un animale. Secondo me se sommiamo i kg di carne che ho dovuto buttare io e quelli di animali che ha perso lei, in proporzione lo spreco non è da parte mia. Senza contare che, se si mira al cuore e si va troppo bassi o troppo dietro l'animale soffre per ore se non per giorni.

Un pò di flessibilità
Stai calmo, mi sembri un pò troppo suscettibile e soprattutto non ti lanciare in ipotesi di cui non puoi sapere nulla ....o sbaglio?

Hai chiesto pareri , se non ti piacciono , argomenta senza offendere.

Buon proseguimento
__________________
"Ululò a lungo, ma poi mi fu addosso come un uragano, e io mi trovai, per così dire, avvolto in un turbine di furiosa gioia canina.” Konrad Lorenz
Livia1968 ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 18-11-22, 07:43 PM   #7
simo92
Utente regolare
 
L'avatar di simo92
 
Registrato dal: Mar 2015
ubicazione: pavia
Messaggi: 139
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 0
Grazie (Ricevuti): 5
Mi piace (Dati): 9
Mi piace (Ricevuti): 22
Menzionato: 3 Post(s)
Quotato: 99 Post(s)
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Livia1968 Visualizza il messaggio
Stai calmo, mi sembri un pò troppo suscettibile e soprattutto non ti lanciare in ipotesi di cui non puoi sapere nulla ....o sbaglio?

Hai chiesto pareri , se non ti piacciono , argomenta senza offendere.

Buon proseguimento
Ah quindi non bisogna lanciarsi in ipotesi senza sapere nulla, giusto? Come dire a qualcuno che non è calmo e che è troppo suscettibile senza averlo davanti ad esempio?

E chiedo scusa se si è offesa, non mi sembra di essere stato offensivo in alcuna circostanza. Anzi è proprio lei che ha generalizzato parlando di come sono i cacciatori moderni e come il rispetto della spoglia non conti più niente..

Certo che sono interessato a ricevere opinioni e punti di vista. Non cerco giudizi però. Lei non mi conosce e non sa come caccio io quindi la prego di non giudicare e trarre conclusioni affrettate. Anzi, se mi spiegasse meglio il motivo della sua avversione a sacrificare un pò di carne se in una circostanza si ha necessità di fermare l'animale sul posto, sono molto interessato. Magari mi farà vedere la cosa da un altro punto di vista e cambierò le mie abitudini, chissà
simo92 non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace cioni iliano Piace questo post
Vecchio 18-11-22, 10:48 PM   #8
sly8489
Gran Guru del forum
 
L'avatar di sly8489
 
Registrato dal: Mar 2009
ubicazione: Trieste
Messaggi: 10,484
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 550
Grazie (Ricevuti): 337
Mi piace (Dati): 1306
Mi piace (Ricevuti): 1466
Menzionato: 10 Post(s)
Quotato: 2470 Post(s)
predefinito

[quote=simo92;1492216]Ciao Paolo ahah

---------- Messaggio inserito alle 06:23 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 06:16 PM ----------



Quote:
Non ho detto che a me del danno alla spoglia non frega nulla. Preferisco sapere che darò qualche etto di carne al mio cane (mica esplode tutto l'animale eh) ma avere la garanzia di non perdere tutto l'animale in qualche bosco o giù da un dirupo. Tra l'altro le costine così sono perfettamente integre.
I cinghiali che abbatto dopo averli eviscerati e scuoiati sono puliti come se fossero usciti dal macello.

Quote:
In ogni caso vedo che c'è spesso una carenza di pragmatismo e di apertura mentale nel nostro paese.. chiaro che se uso una softpoint in 7 mm rem mag e sparo alla spalla di un capriolo c'è una buona possibilità di buttare via tutte e due le spalle ma con un .308 da 165 gr e palla doppio nucleo le assicuro che il danno è accettabile.
Stai dicendo che mi devo aprire mentalmente per colpire e buttare una spalla o anche tutte e due? Grazie preferisco rimanere chiuso, e disossare le due spalle senza buttare niente.
Quote:
E io non ho MAI perso un animale. Secondo me se sommiamo i kg di carne che ho dovuto buttare io e quelli di animali che ha perso lei, in proporzione lo spreco non è da parte mia.
Personalmente pur non tirando alla spalla ho perso quasi niente. Nell'altra discussione ho scritto che un mio amico ha sbagliato il tiro e ha colpito la spalla un cinghiale che pesava 55 kg. Cal. 223 palla da 55 gr, le due spalle sono state bucate da parte a parte. Buttate tutte e due le spalle.
Quote:
Senza contare che, se si mira al cuore e si va troppo bassi o troppo dietro l'animale soffre per ore se non per giorni.
E se si va troppo bassi mirando alla spalla, per quante settimane soffre il cinghiale? Una freccia piazzata bene a una distanza di una ventina di metri riesce a passare da parte a parte la cassa toracica di un cinghiale. In questo caso il cinghiale potrebbe fare anche 50/60 metri, ma dopo casca e muore per insufficienza respiratoria. Stiamo parlando di una freccia che arriva sull'animale a una sessantina di metri al secondo, una carabina a 20 metri arriva a 800 m al secondo, se non dovesse crollare sulle zampe potrà fare una diecina di metri. Quelli che non si recuperano sono quelli che non sono stati colpiti nel posto giusto. I miei tiri sul cinghiale anche se al buio sono sempre a corta distanza, trovo controproducente rovinare le spallette. Per dire il vero io non tiro neanche nel blatt, se non che la faccio a tirare dietro l'orecchio, rinuncio al tiro più che volentieri. Quest'anno ho frequentato una zona per il capriolo dove il tiro più lungo poteva presentarsi a 200 m. metro più metro meno, per fortuna ho tirato a non più di 140/150 m. Superati i 100 m tiro sempre dietro la spalla, col 7 rm mag. I caprioli sono rimasti sempre sul punto dello sparo. Uno l'ho preso leggermente basso, è rimasto come quelli centrati bene. Danni 1/2 costole rotte all'entrata e 2/3 all'uscita Non vedo nessun motivo di tirare alla spalla.

Quote:
Un pò di flessibilità[COLOR="Silver"]
Un po di flessibilità bisogna averla per rinunciare al tiro, quando la distanza non è alla nostra portata.

Quote:
Quando ho ucciso il mio primo cinghiale in selezione ero in una Ragusa in un bosco fitto, al calar del sole. Un esperto cacciatore che era con me mi ha consigliato di tirare alla spalla ma io, appena uscito dal corso per selecontrollori, ho fatto di testa mia e ho sparato al cuore. 40 metri, verro di quasi 100 kg, federal power shock, .308 win. Dopo lo sparo non abbiamo trovato neanche una goccia di sangue. Abbiamo trovato il cinghiale la mattina dopo, a 50 metri, il cuore era ridotto in pappetta, così come i polmoni. Abbiamo rischiato di buttarlo tutto, menomale era autunno inoltrato.
A 40 m. al calar del sole quindi ancora con una buona visibilità il tiro lo potevi piazzare meglio, hai tirato basso, però anche se tirato basso ha fatto tanti metri, sempre considerando che un colpo di carabina non è come una freccia, dove non c'è shock neurogeno, quindi il potere d'arresto di una freccia è zero in confronto a un colpo di carabina.
Quote:
Ovviamente non si può fare una statistica su un singolo episodio ma è appurato e riconosciuto in tutto il mondo che il tiro nella zona cuore polmoni non ferma l'animale sul posto se non in rari casi e questo in alcune circostanze può essere problematico.
E' vero che il colpo nel blatt, non ferma sempre il cinghiale sul punto dello sparo. Non lo ferma perchè non è stato colpito il blatt, a noi sembra di averlo colpito solo perchè il colpo è mandato dietro la spalla, ma basta che il selvatico non è perfettamente a "cartolina" per far sbagliare il blatt. Però un colpo che fa uscire un poco di polmone fuori dalla cassa toracica non permette all'animale di allontanarsi troppo dal punto dello sparo. Anche in condizioni difficili non ho mai pensato di tirare alla spalla per portarmi il cinghiale a casa, volevo dire mezzo cinghiale. Se vogliamo dire le cose nel verso giusto, bisogna dire che il colpo da piazzare non è alla spalla, ma all'articolazione della spalla fra omero e scapola. Un colpo tirato alla spalla che spezza solo l'omero non da certezza che il cinghiale casca sul punto dello sparo. Cinghiali tirati alla spalla possono andare via. Ho avuto l'esperienza col capriolo, tirato per sbaglio alla spalla col 7 rm, mag, RWS KS da 162 gr. il capriolo con le due spalle completamente maciullate ha avuto la forza di fare un quindicina di metri per infilarsi in un canaletto per irrigazione trovato la mattina dal cane, spuntava solo il naso dall'acqua.

---------- Messaggio inserito alle 09:48 PM ---------- il messaggio prcedente inserito alle 09:02 PM ----------

Sono ragazzi, che per loro sfortuna trovano cacciatori esperti che esperti non sono e capiscono ancora meno dei ragazzi appena usciti dal corso. L'argomento fra la potenzialità micidiale dell'arma e il contenimento del danno alla spoglia non lo hanno neanche sfiorato. Il tiro alla spalla non è corretto e neanche conveniente.
sly8489 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 18-11-22, 11:16 PM   #9
Capriolo Astuto
Guru del forum
 
L'avatar di Capriolo Astuto
 
Registrato dal: Dec 2019
ubicazione: Toscana
Messaggi: 2,011
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 111
Grazie (Ricevuti): 109
Mi piace (Dati): 1219
Mi piace (Ricevuti): 739
Menzionato: 7 Post(s)
Quotato: 1605 Post(s)
predefinito

Bravo simo92 continua a tirare in piena spalla... e fregatene!! Solo con esperienza e caccia vissuta capisci cosa vuol dire.

Il tiro dietro spalla porta solo rogne per il ritrovamento del selvatico.
__________________
Dove mangia la fucilata mangia il cacciatore
Capriolo Astuto non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace simo92 Piace questo post
Vecchio 19-11-22, 12:24 AM   #10
cioni iliano
Guru del forum
 
L'avatar di cioni iliano
 
Registrato dal: May 2017
ubicazione: castelfiorentino
Messaggi: 2,178
Mi piace / Grazie
Grazie (Dati): 566
Grazie (Ricevuti): 163
Mi piace (Dati): 863
Mi piace (Ricevuti): 538
Menzionato: 0 Post(s)
Quotato: 1170 Post(s)
predefinito

E per il divertimento dei conduttori dei cani da traccia. Forza ragazzi; pensate con il vostro cervello. Il blatt, il bruch (non so se l'ho scritto bene), lasciatelo ai crucchi con tutta la loro terminologia venatoria in questione.
cioni iliano non è in linea   Rispondi quotando
Mi piace simo92 Piace questo post
Rispondi

Tag
alla, del, high shoulder shot, lefficacia, lutilità, spalla, tiro

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 03:27 PM.



...
Powered by vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd. Compatibile TAPATALK per il tuo Mobile
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.6.3 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.2.7 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2022 DragonByte Technologies Ltd.